Alla scoperta della Baviera

In auto lungo la Romantische Strasse, tra castelli, campagna e borghi medievali, non facendoci mancare la visita a splendide città, fino a concludere a Monaco. Questa regione ci ha stupiti...

  • di sonny76
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Io (Sonia) e Peppe prima di partire ci procuriamo presso l'ACI di zona il Vignette (7,90 euro), bollino che ti permette di girare liberamente per le autostrade austriache, salvo poi scoprire che bisognava ulteriormente pagare 8 euro al casello di confine. Prenotazioni alberghiere quasi tutte con booking.com.

I°e II° giorno

Arriviamo al Motel Fussen alle 16.30 (parcheggio gratis) accolti dal simpaticissimo proprietario che parla un po' italiano. La camera è gigante e pulitissima : si inizia alla grande. Il centro storico del paese che è molto carino e ben tenuto. Ceniamo al ristorante Aquila : ottimo il pesce di lago. Il giorno dopo sveglia di buon ora e colazione compresa nel prezzo in hotel: i castelli di Hohenschwangau e Neuschwanstein ci aspettano! Abbiamo prenotato i biglietti su internet dall'Italia: il Konigsticket (biglietto reale) consente di visitare entrambi i castelli e, con una piccola maggiorazione per la prenotazione, si evita una fila allucinante! Arrivati, per ragiungere i castelli ci sono tre possibilità: a piedi, in autobus o in carrozza. Noi optiamo per la prima e, dopo una passeggiata di 10 minuti, eccoci a quello di Hohenschwangau. Aspettando il nostro turno di ingresso, visitiamo i giardini. Entrati, cominciamo a renderci conto della ricchezza e della stravaganza dei reali di Baviera. Seconda tappa, Neuschwanstein: distanza a piedi 20 minuti. Questo è il castello fiabesco scelto da Walt Disney come logo per la sua casa di produzione cinematografica...è magnifico! Con la bocca aperta "ringraziamo" re Ludwig II che, a fine vacanza, eleggeremo nostro nuovo mito...Ripartiamo percorrendo la Strada Romantica, visitiamo Wieskirche (chiesa patrimonio dell'umanità), pranziamo in aperta campagna al Gasthof-schweiger (ci sono mucche ovunque), visitiamo i deliziosi paesi di Rottenbuch, Schongau e Landsberg am Lech. Arriviamo ad Augusta la sera al Jakober Hof Hotel: albergo senza pretese, ma vicino al centro e con parcheggio gratis. Dopo aver mangiato un gulash, andiamo a nanna.

III° giorno

Colazione in hotel a 5 euro a persona (non ci pentiamo) e subito visita al Fuggerei, che è di fronte all'albergo. Sono le case popolari più antiche del mondo (1521) e sono ancora funzionanti all'incredibile cifra di 88 centesimi l'anno a famiglia! E' una città nella città dove si possono anche visitare le case. Veramente interessante. Proseguiamo verso il centro storico e andiamo ad ammirare la Sala Dorata del Rathaus (municipio): che incanto! Continuiamo con il Duomo, la Chiesa di Sant'anna e una passeggiata in Maximilianstrasse, dove c'è la casa del ricco mercante che ha fatto costruire la Fuggerei. Pranzo in uno dei Biergarten all'interno del mercato. Augusta è famosa per i piccoli canali che l'attraversano, quindi ce ne andiamo a spasso tranquilli alla scoperta dei vicoli attraversati dall'acqua. Cena all'aperto da Bauerntanz: io zuppa di patate, Peppe gli spatzle, pasta tipica bavarese.

IV° giorno

Ripartiti, visitiamo Donauworth e Nordlingen, che ha la particolarità di essere perfettamente circolare e costruita all'interno di un cratere creato da un meteorite. Facciamo letteralmente il giro della città percorrendo il camminamento sopra le intatte mura trecentesche. Ma la vera scoperta della giornata è stato il castello di Harburg: è così perfetto che sembra una ricostruzione per un set cinematografico. Imperdibile! Andiamo a prendere i biglietti: la visita di gruppo è guidata (in tedesco), ma con 50 centesimi si compra un opuscolo in italiano. Comunque la guida è gentile e si rivolge a noi in inglese. Pranziamo al ristorante del cortile del castello. Peppe mangia quello che eleggerà come miglior piatto della vacanza: finferli con uova e cialde di patate arrostite. Facciamo una visita veloce a Dinkelsbuhl: questa cittadina medievale bellissima merita più tempo, ma i miei piedi gridano vendetta. Arriviamo a Rothenburg ob der Tauber al Gastehaus Raidel

  • 11880 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social