Massimo e Florence in Baviera e Baden

Baviera Baden

  • di drmassigreco
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Approfittiamo del programmato viaggio in Namibia che parte d Monaco di Baviera per passare quattro giorni in Baviera

17/07/11 Sveglia all'alba ma arrivati a Monaco di Baviera abbiamo una amara sorpresa. Manca il bagaglio di Marilena. Sconfortati compiliamo i moduli per i bagagli persi e noleggiamo l'auto. La nostra meta è il Palazzo di Nymphenburg (pag. 224). L'interno è in classico stile rococò. Nel suo complesso non è molto sfarzoso, ma abbastanza bello. Di particolare riguardo la sala delle lacche cinesi e la sala delle bellezze femminili (una serie di dipinti di donne bellissime fatte immortalare da Ludwig II). Visitiamo dal di fuori il padiglione di caccia per poi andare al Museo delle Carrozze. Le particolarissime carrozze che vi sono custodite sono veramente spettacolari.

02/08/11 STUTGART

Siamo arrivati ieri sera a Monaco di rientro dalla Namibia. Con una tappa forzata in auto, dato il ritardo del volo intercontinentale raggiungiamo Stoccarda. Dopo una notte di riposo iniziamo con la visita del Palazzo reale di Ludwisburg (pag. 306). Questo palazzo viene definito come la Versailles di Germania. Il palazzo è enorme e visitiamo settanta delle quattrocento sale da cui è composto. Purtroppo la visita guidata è solo in tedesco. La guida è simpaticissima e riesce a darci qualche spiegazione in inglese. Il barocco nonostante la grande opulenza di questo tipo di palazzi non è estremamente carico e il complesso architettonico ben bilanciato e godibile. Spicca il prezioso arredamento con mobili stile Impero che amo particolarmente. Inoltre data la lunghezza delle ali del palazzo la prospettiva in lunghezza che assumono le stanze è notevole. I giardini infine sono il fiore all'occhiello. Le aiuole bordate da fiori multicolori disegnano delle bellissime forme multicolori. La tappa successiva e il Museo Mercedes (pag. 310). Prima di entrare pranziamo piacevolmente in un ristorante all'aperto davanti al museo. Le ore passate all'interno sono piacevolissime. Si passa dalle prime due auto della storia messe a punto da Karl Benz e Rudolf Daimler alla più antica Mercedes del mondo, alla Papa Mobile, alla Mercedes dell'imperatore Hiro Hito, fino alle auto di Formula 1 dei nostri giorni. La mostra è organizzata cronologicamente e si scende progressivamente la spirale del palazzo. Ci separiamo da Sandro e Marilena che non vogliono fare il museo e noi facciamo la Staatgalerie (pag. 312). Il museo è molto bello e abbraccia tutta la panoramica della storia dell'arte. Forse un po’ disordinata la presentazione ma molto godibile. Particolarmente presenti sono le opere di Picasso. Segue una passeggiata nelle vie del centro. La ricerca per mangiare alla tedesca si rileva più complicata de previsto, infatti ci vuole più di una mezz'ora per trovarlo. Mangiamo wurstel bianchi lessi conditi con senape dolce.

0/07/11 MAULNRON - BRUCHER - ULM MOMACO

La mattinata e dedicata alla visita del Monastero cistercense di Maulbrom (pag. 302). Il complesso monastico è costituito dal tipico borgo medioevale con tanto di mura e fossato. Le case hanno la tipica architettura a colombaia. L'audio guida ci illustra oltre ai luoghi lo stile della rigida vita monastica ordinata dalla tipica regola “ora et labora”. Visitiamo il chiostro, i refettori, la chiesa e la caratteristica fontana. Questi luoghi comunque trasmettono una profonda spiritualità e sensazione di pace interiore. All'uscita Sandro e Marilena acquistano un tipico mstriciattolo che adorna le chiese gotiche: il gargouille. La tappa seguente e il Palazzo Arcivescovile di Bruchsal (pag. 295). In tutta onestà rimaniamo un po’ delusi. Dell'enorme palazzo sono visitabili solamente due stanze, la sala dei marmi e la sala dell'imperatore. Come curiosità al pianterreno sono raccolti una collezione di strumenti musicali automatici. Partiamo alla volta di Monaco facendo una tappa intermedia a Ulm. Ci concediamo una piacevole passeggiata visitando l'imponente cattedrale gotica e il Municipio con i suoi affreschi e l'orologio astronomico. Sull'ultimo tratto dell'autostrada non ci sono limiti di velocità e quindi vado a tavoletta

  • 2085 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social