Di ciliegie, grappa e altri racconti

Resoconto di un bel weekend tra Marostica, Bassano e Vicenza

  • di lugas
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Con il primo caldo di quest'anno partiamo per Marostica, dove abbiamo prenotato due notti presso il b/b Marostica (vd. www.bbmarostica.it per informazioni), indirizzo che consigliamo. Chiudiamo la serata con un primo giretto per il centro storico ammirando il castello e la piazza ben illuminati.

La mattina del sabato inizia con una bella colazione; lasciamo la macchina in garage e a piedi ci dirigiamo in centro, distante solo 10 minuti a piedi. Cominciamo la visita dal castello inferiore, non dimenticando di informarci presso la biglietteria di come acquistare i biglietti per la partita a scacchi, settembre 20; dopo un'oretta di visita ci dirigiamo verso la chiesa di S.Antonio Abate e l'oratorio posto giusto di fronte. Con un'altra breve passeggiata ci dirigiamo verso la chiesa di S.Marco e ritorniamo in piazza per vedere i suoi bei portici e sederci ad un bar per un meritato riposo. Camminare per le stradine e i vicoli di Marostica, passando tra i suoi vicoli e le sue piazzette, è molto piacevole. Seguono acquisti di prodotti a base di ciliegia e di un bel ½ kg di ciliegie igp, dolcissime e buonissime. Riprendiamo la macchina per dirigerci al castello superiore dal quale, nonostante l'afa, il panorama sulla pianura è favoloso. Il caldo sconsiglia la salita a piedi lungo i 2/3 sentieri che dal paese salgono in cima.

Il pomeriggio è dedicato a Bassano del Grappa, distante una decina di km. Attraversiamo il Ponte degli Alpini e ci dirigiamo verso Piazza Libertà e Piazza Garibaldi, gironzolando lungo i vicoli e le stradine; visitiamo la chiesa di S.Francesco e il museo civico, ricco di opere dall’epoca medievale al novecento e di una sezione dedicata agli studi del Canova. Molto bella e ben decorata la Loggia del Podestà, saliamo poi al duomo e al Castello degli Ezzelini (purtroppo tutto chiuso) per poi ridiscendere verso il Ponte, dove visitiamo il museo della Grappa Poli (interessante) e godere un’ ulteriore veduta del Ponte dalla terrazza di Palazzo Sturm.

Ritorniamo a Marostica dove ceniamo nella consigliata Osteria Madonnetta; chiudiamo la serata con un’ultima passeggiata serale tra le piazzette e le stradine di Marostica.

domenica

La domenica è invece dedicata a Vicenza. Lasciamo l’auto in prossimità del Parco Querini, che poi attraversiamo con una breve passeggiata per arrivare alla prima tappa e cioè il teatro Olimpico (biglietto 10 €, comprensivo di altre visite). Segue l’ingresso alla prospiciente pinacoteca del Palazzo Chiericati (compresa nel biglietto del Teatro), per poi dirigerci alla Chiesa di S.Corona per ammirare i suoi altari e la cappella Valmarana, visita da non perdere. Segue la visita di piazza dei Signori per ammirare i suoi bei monumenti: la Basilica Palladiana con passeggiata sulla sua loggia, il Monte di Pietà e la torre con il quadrante dell’orologio in un bel colore azzurro. Passiamo per piazza delle Erbe per arrivare al Duomo (purtroppo chiuso). Uno sguardo al suggestivo ponte S.Michele e attraverso corso Palladio arriviamo alla bella facciata del Palazzo Thiene e visitiamo (sempre compreso nel biglietto del Teatro Olimpico) il Palladio Museum, molto interessante e ricco di modellini in legno di alcune ville palladiane e di documenti sulla vita dell’architetto vicentino. La visita merita, soprattutto se si è interessati all’architettura. La passeggiata lungo le strade di Vicenza è molto piacevole, anche per la ricchezza delle facciate dei palazzi che si affacciano su Corso Palladio e le vie che vi si intersecanoRitornati alla macchina chiudiamo il weekend in terra vicentina con la visita alla villa La Rotonda e a Villa Valmarana ai nani, con le sue stanze affrescate dalla famiglia Tiepolo. Il caldo si è fatto sentire ma al termine della giornata possiamo dire di esserci goduti un bel fine settimana.

  • 1850 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social