Tour di Barcellona

In giro per una città dai mille volti

  • di atena82
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Da quando mia sorella con la sua classe (alle superiori) aveva visitato Barcellona (1999 o 2000) era nato in me il desiderio di vederla. Poi ho letto con molta passione i libri di Carlos Luis Zafon ambientati nella Barcellona gotica...e finalmente sono riuscita ad organizzare un viaggio in questa città ricca di diverse anime.

A/R con Vueling da Venezia. Abbiamo speso circa100 euro.

Siamo partiti alle 13,00 di giovedì 11/12/2014.

Tramite booking.com avevamo prenotato l'hostal Balkonis a soli 144 euro per tre notti, camera doppia con bagno interno.

Arrivati a El Prat abbiamo preso l'Aerobus che per 10 euro A/R porta in centro città. La cosa ottima è che parte ogni 10 minuti ed è un servizio veloce e comodo!!! In più la fermata intermedia tra placa Espanya e placa Catalunya si trova a pochi passi dall'hostal che avevamo prenotato. Comodissimo.

Arrivati all'hostal ci ha accolti una receptionist italiana che ci ha dato alcune informazioni utili. La camera era molto bella e pulita. Ci siamo trovati bene per la gentilezza dello staff, la pulizia e bellezza della stanza e la posizione a pochi passi da 2 linee della metropolitana e a 15 minuti dalle ramblas a piedi. Un paio di difetti: rumorosità (di notte dalla strada si sentivano tutti i rumori....) cosa però abbastanza comune negli alberghi delle grandi città; lavandino in bagno inserito in uno spazio piccolissimo e non ben illuminato,leggermente scomodo.

Ci siamo sistemati un attimo e siamo partiti subito alla scoperta della città. Avevo fatto un piano dettagliato per riuscire a vedere più cose possibili nei pochi giorni a nostra disposizione.

Ci siamo diretti a piedi verso placa Catalunya e abbiamo percorso per la prima volta le Ramblas. Piccolissima delusione. Mi aspettavo qualcosa di più grandioso e maggiormente animato. Si è rivelata una bella strada pedonale, con eleganti palazzi e ogni genere di bancarelle. La Boqueria invece non mi ha deluso anche se di mattina dev'essere ancora più animata e caratteristica. Un'esplosione di colori e di odori. Un mercato davvero piacevole da visitare anche se la macedonia che ho preso non era proprio la cosa più fresca e buona che abbia mangiato. Ma è comprensibile, erano le 16,30!

Poco più avanti, sulle Ramblas, si ammira il mosaico di Mirò. Proseguiamo e arriviamo alla bellissima Placa Reial. Probabilmente la più bella piazza di Barcellona. Mi ha ricordato enormemente le nostre città meridionali. Siamo arrivati poi alla Statua dedicata a Colombo. Una imponente costruzione. Da lì parte il Port Vell. Abbiamo camminato lungo la banchina fino all'altezza del grande gambero sorridente opera di Mariscal. Da lì abbiamo cercato di orientarci e andare verso il centro. Abbiamo raggiunto la zona della cattedrale con i mercatini natalizi. Poi siamo andati in piazza Jaume che nei giorni successivi si rivelerà il centro di Barcellona... qualunque giro facessimo ci ritrovavamo sempre qui. C'è il municipio e il palazzo della Generalitat, oltre al presepio allestito in questi giorni. Il sole se n'è andato da qualche ora ormai e sono state accese le luminarie che coprono la città. Belle! Da lì decidiamo di approfittare della visita gratuita al Museo di Picasso e lo cerchiamo (mettendoci un pochino troppo forse). Il Museo è interessante. L'audio-guida è chiara. Nel museo non si trovano i quadri più famosi, ma sono presenti moltissime opere del giovane Picasso (i quadri fatti da bambino mi hanno colpito moltissimo) e alcune dei periodi successivi. Consigliata la visita ad amanti del pittore

  • 20365 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social