I mille colori di Barcellona

Un arcobaleno di felicità...

  • di hachi84
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Prenotazione Hotel su Booking.com – Viaggio in auto.

GIORNO 1

Ci mettiamo in macchina a mezzanotte, tanto il sonno ce l'eravamo giocato e via verso Barcellona con le sue 9 ore di viaggio che affrontiamo in maniera ottima! (o meglio: il mio moroso ha affrontato in maniera ottima, dato che per circa 7 ore io ho poltrito nei sedili posteriori!). Arriviamo all'hotel che troviamo facilmente. Lasciamo l'auto in un parcheggio che non sappiamo nemmeno noi quanto fosse sicuro (ogni mattina controllavamo se ci fossero ancora le gomme o la macchina fosse appoggiata sui mattoni), ma per risparmiare il parcheggio dell'hotel a pagamento, abbiamo rischiato!

Dopo un piccolo riposo in stanza e un veloce pranzo al bar della stazione metrò con dei panini, ci dirigiamo subito a Park Guell che abbiamo trovato assolutamente affascinante!! Nonostante il caldo insopportabile, vedere quel parco ci ha affascinato! Ma come non rimanere affascinati da tutti quei mattoncini colorati, disposti in maniera artistica e tutte quelle strutture che sembrano uscite da un film di Tim Burton! Ci spostiamo alla maestosa Sagrada Famiglia che abbiamo ammirato solo esternamente (troppa coda per entrare) e poi andiamo a vedere i Palazzi di Gaudì.

Merenda da Starbucks e al kfc. Alla sera decidiamo di fare un giro in zona Cattedral (una zona in stile Medioevale-Gotico) – Plaza S.Maria del Mar e per cena scoviamo un locale stile americano “Barney's” di cui diventiamo fedeli clienti!

GIORNO 2

La mattina partiamo di buona lena e arriviamo in piazza Catalunya la le sue fontane e da li iniziamo la nostra passeggiata sulle famose Rambla alberate, piene di piccoli banchetti. A metà Rambla, abbiamo fatto sosta nel coloratissimo mercato della Bouqueria, dove si possono trovare tantissime cose buone da gustare (consiglio il Jambon!!). Pranzo li vicino al “KFC” e poi fine delle Rambla con arrivo al porto dove passeggiamo sul molo da dove si vede il palazzo a “Vela” e si arriva fino al Centro Commerciale. Nel tardo pomeriggio passeggiamo nella spiaggia Barcelloneta, che a dirla tutta non è la più bella spiaggia che abbia mai visto.

L'unica particolarità è la sabbia arancione/rossiccia, ma oltre ad essere mega-affollata, mi ha ricordato una trash spiaggia del Jersey Shore. Ci godiamo comunque un po' di aria marina seduti un un bar sorseggiando Sangria. Cena al “Fresco &co” nel Centro Commerciale del porto e poi serata all'Hard Rock.

GIORNO 3

Al mattino ci incamminiamo a in plaza de Espagna e da lì proseguiamo fino al maestoso Museo Nazionale con le sue magnifiche fontane e giro nei giardini retrostanti.

Prima di tornare in hotel per un pisolo, pranziamo nel centro commerciale vicino alla metrò in un locale american style: “Frank4 Four”. Nel pomeriggio andiamo verso il Tibidabo che si rivela un piccolo parco divertimenti un po' deludente!

La vista da quel punto è stupenda: si vede tutta Barcellona e alla nostre spalle sopra il parco c'è una maestosa chiesa (una chiesa sopra un parco divertimenti? Ebbene si!), ma direi che a parte questo non vale la pena perdere un pomeriggio per salire fino a qua sopra se poi per ogni giostra (anche parecchio vecchiotte) si deve pagare una quota (anche parecchio alta), quindi decidiamo di tornare a passeggiare sulle Rambla e per cena tornare nel nostro amato locale “Barney's” zona Cattedral.

GIORNO 4

Di mattina facciamo l'ultimo giro sulle Rambla per comprare i souvenirColazione nel bar della metrò e ritorno in hotel dove, dopo una doccia, alle 12 siamo partiti.

Spagna – Francia – Italia... ed eccoci a casa!

Barcellona: VOTO 11... una città calda e colorata che non può non piacere!

  • 3817 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social