Alla scoperta di Barcellona

Due giorni a zonzo per la città

  • di chiara7171
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Eccoci tornati da Barcellona, città affascinante e piena di piena di vita, che ci ha letteralmente conquistato. Ma veniamo ai dettagli dell'organizzazione di questo short weekend in Catalunya.

Il volo è stato acquisto qualche mese fa (febbraio) approfittando di una bella offerta della compagnia aerea easy jet, costo del singolo biglietto 34 euro. La scelta dell'hotel invece è caduta su il Tryp Apollo, della catena sol melia, scelto invece per le ottime recensioni, la posizioni centrale e l'offerta compleanno dedicata agli iscritti al programma mas reward ,il loro programma di fidelizzazione .Anche questo viaggio come tutti gli altri è stato pianificato con settimane d'anticipo,leggendo recensioni e diari di viaggio sviluppandone quindi uno adatto alle nostre esigenze e ai nostri gusti .

Dopo lunghi tentennamenti dovuti all'elevato costo, abbiamo deciso di acquistare la Barcellona card, scelta azzeccatissima che ci ha permesso di muovervi con estrema libertà e di risparmiare molto rispetto all'acquisto dei singoli biglietti. La Barcellona card è stata acquistata direttamente sul sito dell'ente del turismo di Barcellona, che fino a qualche settimana fa offriva uno sconto speciale di primavera del 15% di cui abbiamo immediatamente approfittato. Il nostro volo parte puntuale da Malpensa e arriva in perfetto orario all'aeroporto di Barcellona El Prat dove dobbiamo ritirare la nostra Barcellona card all'ufficio del turismo. L'impiegata , in perfetto italiano ci spiega come utilizzarla e come arrivare al nostro hotel. Iniziamo a utilizzarla quindi fin da subito. Infatti, prendendo il bus 46 dall'areoporto arriviamo in Plaça d'Espanya e da lì la metro che ci porterà al nostro hotel.

Sistemate le valige la nostra prima tappa è la Sagrada Famiglia, il capolavoro di Gaudì conosciuto in tutto il mondo. Al nostro arrivo ci rendiamo subito conto che questa visita ci porterà via tutta la mattina e infatti davanti la biglietteria si è già formata una lunga coda e dopo 40 minuti riusciamo finalmente ad entrare! Nonostante la coda e il costo del biglietto,13,50 euro a persona, la visita merita davvero quindi armatevi anche voi di pazienza non ve ne pentirete. Un consiglio: cercate di essere lì all'apertura ed evitate i festivi se vi è possibile.

Come previsto usciamo dalla Sagrada famiglia (c'è un parco giochi proprio davanti ) all'ora di pranzo. Nonostante nella zona ci siano molti ristoranti, self service e fast food vogliamo provare un ristorante vicino al nostro albergo di cui abbiamo letto delle buone recensioni. Si chiama Pollo Rico in calle San de Sant Pau (anch'io mi sento di consigliarvi). Nel pomeriggio passeggiata sulle Rambla fino ad arrivare al porticciolo dove cerchiamo Golondrinas, una società di navigazione che offre ai possessori della Barcellona card il giro del porto gratuitamente. Il giro (dura 35 minuti) è stato molto rilassante e interessante e vista la bella giornata siamo riusciti a prendere anche un pò di sole.

Il giorno dopo sveglia presto abbiamo in programma diverse visite per cui dopo la buonissima colazione ci dirigiamo alla Funicular de Montjuic, proprio vicina al nostro hotel. Da lì poi una breve passeggiata e arriviamo alla fondazione Mirò dove si possono ammirare moltissime opere dell'artista catalano. Mi ha particolarmente colpito l'elevato numero di scolaresche in visita alla fondazione anche con bimbi molto piccoli, all'interno molto attività a loro dedicate per informazioni vi rimando al sito ufficiale

  • 4391 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social