Compleanno a Barcellona

Un weekend lungo nella capitale Catalana

  • di elisag81
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro

Scendiamo con il bus verso Piazza Espanya, uno dei luoghi più conosciuti di Barcellona con le sue due torri veneziane caratteristiche ed il museo internazionale d’arte di Catalonia, Questa piazza è stata costruita nel 1929 per l’esposizione universale di Barcellona e qui c’è anche la famosa fontana magica, una delle fontane più spettacolari per l’incredibile spettacolo di acqua e colore che offre la sera.( Ingresso gratuito Orari da ottobre ad aprile venerdi e sabato sessioni musicali ogni mezz’ora dalle 19 alle 21; da maggio a settembre giovedi, venerdi, sabato e domenica dalle 21:30 alle 23:30.

Torniamo verso la Ramblas e decidiamo di salire con l’ascensore panoramico sulla statua di Cristoforo Colombo (entrata gratuita per i possessori della Barcellona Card) e poi vista l’ora, andiamo a mangiare al Mercato De La Boqueria, uno dei migliori e piu’ frequentato mercato della citta’. La sala del Mercato da cui si accede attraverso un imponente ingresso in ferro battuto a meta’ sulla Rambla, e’ stata costruita intorno al 1830 per ospitare le bancarelle alimentari che affollavano la Rambla. Al suo interno si rimane letteralmente sopraffatti dagli odori e colori della frutta e della verdura, sapientemente messe in mostra come delle piccole sculture di frutta dai venditori. Qui si mangia di tutto e bene, un consiglio pero’ non vi fermate alle prime bancarelle, ma proseguite verso il fondo del Mercato dove i prezzi sono piu’ ridotti!

Rifocillati ci avviamo verso l’ Eixample, il quartiere del puro modernismo con le sue eleganti costruzioni tipiche dei borghesi benestanti del primo Novecento, e poi verso Manzana della Discordia ovvero il quartiere che fra Paisseg de Gracia, Carre d’ Arago e Consell de Cent, racchiude le stupende Casa Amatler, Casa Batllo’ e Casa Leo-Morera. In spagnolo Manzana significa quartiere e quindi quartiere della Discordia a causa dei tanti e diversi stili architettonici presenti. La fila davanti a casa Battlo’ scorre bene e dopo pochi minuti facciamo il biglietto con lo sconto della Barcellona Card, e prendiamo l’audioguida in italiano utilissima per la visita.

Casa Batllo’ e’ stata progettata dall’ architetto visionario Antonio Gaudi’ su commissione di Joseph Batllo’ e portata a termine nel 1907, Casa Batllo’ e’ uno degli edifici piu’ famosi della scuola modernista.Si pensa che questa costruzione rappresenti il trionfo di San Giorgio sul drago; la facciata a mosaico ricoperta di ceramica blu, verde e ocra, raffigura le squame del drago, il tetto bitorzoluto e’ la sua schiena, la torre simbolizza la croce del santo e i balcono ondulati rappresentano i teschi e le ossa delle vittime della bestia.Tutto l’ interno partendo dall’ ingresso, il camino a fungo, la scala i ballatoi, fino a arrivare al tetto colmo di camini, sembra ricordare un fumetto o un cartone animato.Per me una delle attrazioni barcellonesi piu’ belle in assoluto.

Attraversiamo la strada e andiamo all’altra casa famosa di Gaudi’, la Casa Mila’ costruita tra il 1906 e il 1921 e’ il condominio piu’ controverso e famoso di Spagna; soprannominata dai barcellonesi “La Pedrera” (la cava, dalla facciata in pietra naturale). Grazie a 7 piani sorretti interamente da colonne e archi, teoricamente senza una linea retta, Casa Mila’ e’ anche la prova tangibile della genialita’ di Gaudi’ nell’ ingegneria strutturale.Dal 1984 e’ dichiarata Patrimonio dell’Unesco. La visita inizia negli antichi solai, dove e’ allestito un museo dedicato a Gaudi’, poi con una piccola scala si accede al tetto con i suoi caratteristici camini, che sembrano facce, dopo si scende al quarto piano dove e’ astato allestito un appartamento con arredi tipici dell’ epoca in cui e’ stato costruito

  • 5522 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social