4 giorni a Barcellona

Un lungo weekend a Barcellona.

  • di proprof
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Fino a 500 euro
 
Annunci Google

Questo e' il nostro resoconto di 4 giorni a Barcellona. Partiti io, mia moglie e due ragazzi di 11 e 17 anni. La partenza è da Linate che per noi emiliani diventa molto comoda rispetto a Malpensa. Il volo Alitalia (credo che ne abbia 3 al giorno) ha prezzi da low cost ma arriva all'aereoporto principale della città catalana. La tratta dura circa 1.20 ore. Arrivati all'aereoporto El Prat, il modo più semplice per arrivare in centro città è l'Aereobus un servizio di autobus che ogni 8 minuti porta i turisti dallo scalo a Placa de Catalunya. Costo 5,05 euro e impiega circa 25 minuti. L'Hotel scelto e' il Gran Ducat in Rue S. Pere (praticamente a 300 mt dalla piazza Catalunya) 3 stelle consigliato a chi vorrà provarlo per la splendida posizione ma non fatevi dare le camere al primo piano in quanto si sente la metro che passa sotto (...e ne passano...) 78 euro a testa solo dormire (la colazione costava 11 euro e mi sembra un furto). Tanto sotto all'albergo esistono una marea di bar e ristoranti per la colazione (Caffè di Roam-Caffè di Francesco- Starbucks) non a buon mercato ma mai abbiamo speso 11 euro per un caffè ed una briosce. Valigie in camera e via verso la conoscenza della capiatale catalana.

Si inizia con giro di conoscenza della Rambla e ci si ferma alla Buocheria per mangiare. La Buocheria è un mercato coperto, posto a circa 500 metri sulla destra da Placa Catalunya con un sacco di espositori multicolori: frutta, verdura, pesce, carne, frullati, pane, frutta secca ed essicata, bar, pizzerie e friggitorie. Il clima è meraviglioso e la confusione e' tanta (molti resoconti di viaggi parlano di pericolo borseggiatori). Abbiamo mangiato al Bar Boucheria (central) e seduti sugli sgabelli super attaccati si viene serviti da un personale simpatico e veloce. Noi abbiamo provato pasta ai gamberi, polipo con patate in umido ed un fantastico fritto di carciofi (sui 13 euro a testa ma ben spesi). Dopo pranzo, le strade della famiglia si dividono subito: io e mio figlio a vedere il Camp Nou mentre moglie e figlia si "tuffano nel Barri Gotic" per giro negozi e a vedere la Cattedrale. Il Camp Nou lascia folgorati. La visita con tanto di audioguida fa scoprire ogni segreto di uno dei club piu' titolati al mondo. L'ingresso di 19 euro adulti e 16 ragazzi sono ben spesi. Oltre al canonico giro di tribune- sale stampa - spogliatoi - panchine - campo da gioco, ci s'immerge nella storia del Barcellona Calcio con una zona multimediale di livello che presenta circa 300 video sulla storia del club. Anche la sala dei trofei ha il suo fascino. Consigliato a sportivi e non. Tornati in albergo, stanchi ma felici, si decide per la cena di andare a Placa Reial a mangiare al Les Quinza Nits (consigliato da tanti "turisti per caso"). Siamo entrati alle 20.00 per non fare la fila che veniva raccontata da altri avventori ed infatti l'abbiamo trovata all'uscita (erano le 22.00) Si mangia bene in un locale elegante ma non chic: consigliato.

Il giorno seguente dopo la colazione al Caffè di Roma, parte la giornata del turista. Prima tappa SAGRADA FAMIGLIA. Consigliamo di arrivare abbastanza presto dato che nella tarda mattinata si formano file memorabili. Ingresso 17,00 euro adulti - 13,50 ragazzi e studenti con ausilio di audioguida essenziale per essere trasportati a visionare le varie sfaccettature di questo meraviglioso edificio. Intorno ci sono ancora dei lavori in corso e si pensa che solo nel 2025 sara' tutto completato (ho dei seri dubbi). Il genio di Gaudì ha progettato un vero capolavoro architettonico. Dopo sosta ristoratrice ci si dirige verso il PARK GUELL. Non prendete la metro' fino a Lesseps come consigliato da quasi tutte le guide ma l'autobus n. 24 che vi portera' proprio davanti all'ingresso del parco. Le case presenti all'inizio sembrano uscite da una favola e sulla duplice scalinata che vi si aprira' davanti, troverete in mezzo il famoso Drago di Gaudì. E' un bellissimo parco immerso di colori stupendi con mosaici "da vedere". La salita dopo la piazza principale (piena di venditori abusivi ed "artisti di strada") secondo noi non vale la pena. Serata dedicata al Mare Magnum. E' un centro commerciale posto alla fine della Rambla. I negozi all'interno chiudono alle 22.00 e noi dopo aver gironzolato un po' ci siamo fermati a mangiare al Tapa Tapa. Posto molto bello con vista sul mare, personale gentile, bella cucina a vista, prezzi non a "buon mercato": Tapas per 4 a 91 euro. Comunque da provare

Annunci Google
  • 28783 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social