Tre giorni a Barcellona

La capitale Catalana. Gli abitanti di Barcellona, come tutti i catalani in genere, sono orgogliosi della loro identità regionale e delle diversità che li distinguono dal resto della Spagna. E nel corso dei secoli hanno sempre strenuamente difeso le loro ...

  • di CTI75
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Riesco a convincere Roby dopo mille preghiere ad andare a Barcellona, già era tra le mie mete e dopo le letture di Zafon e della Cattedrale del Mare il mio desiderio aumenta sempre di più.

Fine gennaio inizia la ricerca del volo, troviamo offerte interessanti con Ray nair, ma attenzione anche se più economica solo eur 35 atterra però a Girona a circa 120 km dalla città e bisogna prendere una paio di bus e spendere circa 20 eur. Invece con easy jet atterri direttamente ad Elprat, dove trovi sia un autobus che ti porta in Placa Catalunya o un treno velocissimo (soli 15 min) che ti porta alla stazione, dietro placa d’Espanya. Optiamo cosi per quest’ultima compagnia, prenotiamo i primi di febbraio volo andata e ritorno per due persone a eur 91,96. Orario voli perfetti, partenza domenica 2 maggio ore 7,25 e ritorno martedì 4 maggio ore 21.05. Tre giorni pieni!!! Fate attenzione a quando prenotate i voli, capita spesso che durante il fine settimana hanno un prezzo e durante il w.e. sono più cari, l’ho notato più e più volte, quindi un consiglio prenotate in settimana!

La scelta dell’hotel è più complicata non conosciamo la città, ci consigliano di evitare la Rambla e la Ciutat Vella, perchè la sera è un caos di gente e di localini aperti fino a notte fonda e di stare nella zona dell’Eixample. Tra i vari hotel optiamo per l’Axel hotel un 4 stelle a soli eur 141 senza colazione per tutta la durata del soggiorno.

Prima di partire come sempre, compriamo la ns Spiral guide che oramai ci accompagna in tutti i ns viaggi e leggiamo con avidità tutte le avventure di turisti per caso. Stiliamo più o meno un piano di visita ….quindi siamo pronti per partire ma…… a 3 giorni della partenza ci contatta l’hotel Axel per comunicarci che purtroppo causa lavori l’hotel rimane chiuso fino al 5 maggio ahimè dove ci mandano, è la mia prima domanda????!!!!

Ci prenotano la camera al Catalunya Plaza in placa d’espagne!! L’hotel è di categoria superiore ma a noi non piace perché è la classica struttura dove alloggiano gli uomini d’affari! Racconto senza peli sulla lingua la ns grande delusione e per accontentarci ci regalano la colazione ….. mica male visto che in questi alberghi costa come minino 16 eur a testa al giorno…… tristi e sconsolati accettiamo! Però questo ci conferma ancora una volta che prenotare con i servizi di internet, in questo caso con booking, la loro serietà ed efficienza! Ora sperando che non erutti nessun vulcano e non succeda niente, siamo prontissimi a partire!

1°giorno – domenica 2 maggio 2010

Sveglia ore 5, ci vestiamo rapidamente e corriamo all’aereoporto. Lasciamo come sempre la macchina al Travel Parking, spendiamo eur 16 per 3 giorni! Facciamo colazione e c’imbarchiamo. Il volo è perfetto e in orario. Arriviamo a Barcellona, andiamo alla stazione dei treni RENFE e con soli eur 3 facciamo il biglietto per la fermata BARCELLONA SAINTS. Arriviamo all’hotel a piedi, purtroppo non si trova perfettamente in centro e come immaginavamo è una struttura da business class. Non ci danno subito la camera ma sono solo le 10 del mattino, cosi visto la bellissima giornata decidiamo d’iniziare il ns tour, proprio da Placa d’Espagna. La piazza è enorme e le fontane che ci sono ci regaleranno uno spettacolo serale magnifico, ma ve lo racconterò più avanti! Per salire sul monte c’e’ una scalinata lunghissima ma per i più pigri ci sono anche le mobili. Arrivati fin su, non visitiamo il MNAC, purtroppo in 3 giorni abbiamo dovuto rinunciare a qualcosa, comunque per gli interessati, e’ il museo d’arte e possiede le migliori collezioni europee di arte medioevale. Andiamo a piedi fin su allo stadio. Dopo di che ci dirigiamo a piedi fino al castello di Montjuic. A piedi sono 20 minuti , attraversi il parco, una lunga scalinata e sei arrivato, lo spettacolo dall'’alto è bellissimo, si vede tutto il porto. Ovviamente è possibile anche prendere la funicolare, ha un costo di eur 9 a/r. Sempre a piedi raggiungiamo la Funivia Miramar che da Montjiuc ti porta fino al porto, questa attraversata è da fare, sei sospeso sul mondo….Arrivi fino alla Torre S. Sebastian praticamente in spiaggia (il viaggio di sola andata è di eur 9)

  • 9216 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. CTI75
    , 18/3/2011 14:02
    Ciao Stella
    ho letto il tuo commento solo ora.... allora io posso confermarti al 100% che quando sono andata io
    la visita alla Cattedrale, per quando riguardava i turisti era a pagamento di ben 5 euro! Non so se le cose sono cambiate da quando sei andata tu l'ultima volta!
    Per tutto il resto hai ragione in base alle citta' scoprio cose diverse, io sono assai contraria al fatto che un luogo di culto debba essere a pagamento, e questa cosa m'innervosisce parecchio ed evito di entrare..... è una mia opinione poi il resto del mondo puo' fare come preferisce...

    ciao ciao turista per caso
    Cristina
  2. stelladelsud
    , 1/6/2010 22:33
    sono stata diverse volte a Barcellona, sono entrata nella Cattedrale sia dall'entrata principale sia dal chiostro e non ho mai pagato!!! Forse i 5 euro si pagano per visitare la Cripta !!
    Il biglietto per visitare l'interno della Sagrada Familia è un contributo per i lavori che ancora per alcuni anni andranno avanti.D'altronde è un tale capolavoro che vale sicuramente la pena pagare e dire : anche io, nel mio piccolo ho contribuito alla costruzione.
    Comunque in ogni città ci sono regole diverse a Londra per esempio i musei sono gratuiti mentre si paga per visitare le chiese, a Parig è al contrario, in Italia spesso si paga in entrambi....

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social