La più bella di Barbados

Vacanza ai Caraibi... in un luogo da sogno

  • di oriental2008
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Mercoledì 9 gennaio 2013

Johnny: La partenza per Barbados è da Milano Linate alle ore 07.30 con volo British Airways prenotato il13 novembre 2012 al costo complessivo (2 persone) di € 1.150,00 con arrivo a Londra Heathrow (terminal 5) dopo poco meno di due ore di volo. All’arrivo è necessario ritirare il bagaglio da stiva per poi recarsi all’aeroporto di Londra Gatwick (north terminal), distante circa 40 chilometri da Heathrow; per il trasferimento abbiamo utilizzato i bus della National Express che collegano le due aerostazioni con corse ogni 15-20 minuti al costo di 25 sterline a persona per tratta (a Heathrow la biglietteria si trova nell’atrio arrivi, guardando verso l’uscita si trova sulla sinistra , si può pagare con carta di credito). La distanza è percorsa in circa 35-40 minuti, trattandosi quasi esclusivamente di autostrada. La stessa compagnia aerea consiglia di mantenere un “margine” di sicurezza fra il previsto arrivo a Heathrow e il decollo da Gatwick non inferiore a 3 ore e mezza (noi ne avevamo 5 all’andata e 6 al ritorno). Con la British è possibile prenotare il posto gratuitamente entro le 24 ore dalla partenza, è previsto invece un supplemento per prenotazioni antecedenti. Non ci sono intoppi, arriviamo a Gatwick con largo anticipo e attendiamo rilassati di imbarcarci sul Boeing 777 con destinazione Bridgetown. Il volo è piacevole, i sedili in economy sono soddisfacenti anche per le persone piuttosto alte, ampia scelta di film ( fra cui tre in lingua italiana) sul proprio display, un apprezzabile pasto e le otto ore volano via veloci. Arriviamo in tardo pomeriggio e subito siamo piacevolmente accolti dalla temperatura caraibica, passando dal freddo nebbioso di Milano e Londra ai 28 gradi dell’isola. Prima di prendere un taxi per la guesthouse che abbiamo prenotato, facciamo un primo cambio di valuta in aeroporto; il dollaro di Barbados (1 euro = 2,5 dollari di Barbados) è disponibile in tagli da 2, 5, 10, 20, 50 e 100, inoltre il dollaro americano è accettato ovunque con rapporto fisso di 1 dollaro USA = 2 dollari Barbados).

Sull’isola ci sono molte banche per il cambio degli euro e con sportelli Atm per il prelievo di contanti con la carta di credito. Dopo un quarto d’ora arriviamo a Emville Guesthouse, una villetta che si trova nella parte meridionale dell’isola, nella zona di Maxwell, circa a metà strada fra Oistins e St. Lawrence Gap. In questa guesthouse abbiamo prenotato la “master bedroom” molto spaziosa e con servizi privati, al costo di 50 dollari USA al giorno, pagando con Western Union un terzo del totale al momento della prenotazione ed il saldo all’arrivo. Nella struttura sono presenti altre stanze per gli ospiti che possono avvalersi di un enorme frigorifero per depositare i propri alimenti e bevande, di una cucina arredata e funzionale e soprattutto di un bellissimo giardino con piante rigogliose e molto rilassante (abbiamo utilizzato queste “facilities” solo per la colazione del mattino, occasione peraltro per intrattenere qualche forma di conversazione con Gregory, il proprietario della villetta e gli altri ospiti fra cui ricordiamo Daniel, simpatico francese da me definito viaggiatore senza tempo). All’arrivo Gregory ci consegna le chiavi d’ingresso , siamo tentati da uscire subito ma poi prevale un po’ di stanchezza e preferiamo dormire per cercare di adeguarci subito al nuovo fuso orario.

La più bella: Volevamo una vacanza relax, clima meraviglioso, spiagge e mare da urlo… Barbados... una fuga dal freddo invernale italiano. Barbados: un sogno

  • 28619 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social