L'indonesia tra Giava e Bali

Un viaggio on the road tra la cultura locale e il paradiso dei principianti del surf: dalla capitale al turismo di Bali

  • di medea77
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Sono stata in Indonesia nell'agosto 2010 per due settimane a trovare un amico che, presosi un anno sabbatico, ha fatto un bel tour del sud-est asiatico. Ora siamo nel 2013 e i ricordi sono un po' sbiaditi, ma cercherò comunque di recuperare delle informazioni pratiche sul mio itinerario di viaggio nelle mie reminescenze.

Volo di andata e ritorno per Giacarta con scalo a Dubai con Emirates, costo circa 950 euro (tenete conto che era agosto e ho preso il biglietto poche settimane prima!).

Volo interno Bali-Giacarta, costo 60 euro.

Pernottamenti Noi abbiamo deciso di andare all'avventura e non abbiamo mai trovato grosse difficoltà a trovare un ostello in ogni città. Abbiamo dormito al prezzo di 4-5 euro a notte a testa in posti dove non c'era l'acqua calda, ma col caldo della stagione secca è stato anche un bene.

Cibo Tutto quello che si trova in giro per le strade è commestibile: dalle noci di cocco al frutto a stella, ai pranzi e alle cene delle bancarelle in cui buttano dentro di tutto, sempre accompagnato da riso. Ho veramente adorato il cibo indonesiano: pollo, zuppa, uova, verdure... tutto! Alle bancarelle si mangia con 50 centesimi-2 euro, mentre nei ristoranti si spende dai 5 euro in su, ma non è altrettanto buono. Fatto per chi non ama il cibo speziato e i sapori locali. Gli alcolici sono la cosa che costa di più, essendo un paese mussulmano: una birra costa circa 2 euro, i cocktail nei locali per turisti un po' di più.

Spa I centri massaggi sono super economici. Con 10 euro ho fatto un massaggio plantare, un total body e un massaggio alla schiena. E ne vale sempre la pena!!

Costi generali Esclusi i voli, tutto il resto mi è costato 350 euro tutto compreso: ostelli, trasporti, cibo, ingressi ai siti, divertimento, massaggi, giro in groppa all'elefante, lezione di surf, regali per amici e parenti... Volendo si può comunque restare in un budget economico andando qualche volta in più al ristorante (anche se ai baracchini in strada secondo me si mangia molto meglio, nei ristoranti non è davvero ciò che mangiano gli indonesiani) e dormendo in alberghi con l'acqua calda.

Sicurezza l'Indonesia, come la maggior parte dei paesi del sud-est asiatico, è un posto con un basso tasso di criminalità. Il massimo che può succedere è che nelle città dove c'è più turismo, cercano di alzare i prezzi. Abbiamo conosciuto molte persone, anche ragazze, che viaggiavano da sole. Inoltre, quando siamo stati sul Monte Bromo, cercando un posto dove contrattare un'escursione più economica, abbiamo suonato al campanello di una casa privata credendo si trattasse di un ostello. L'uomo all'ingresso ci ha sorriso e ci ha fatto entrare facendoci capire che avrebbe chiamato suo figlio che parlava inglese, ci hanno preparato un tè e siamo stati a chiacchierare per mezzora! Quando mai in Italia si fanno entrare sconosciuti, stranieri tra l'altro, li si fa accomodare in casa propria e gli si offre pure una tazza di tè? Un'altra volta siamo finiti "per sbaglio", a Bali, in una cerimonia induista locale (e sottolineo locale, non quelle fatte apposta per i turisti!), dove ragazzini in costume si esibivano in danze tipiche; eravamo gli unici stranieri e tutti ci fermavano offrendoci cibo e acqua, facendoci spazio per la prima fila dello spettacolo e portandoci a fare fotografie dietro i camerini. In generale gli indonesiani, esclusa Kuta Beach, sono tutti gentili, sorridenti e disponibili ad aiutare i turisti senza volere nulla in cambio.

Trasporti Francesco che aveva già organizzato tutto prima del mio arrivo, perciò purtroppo non so dare informazioni utili. Abbiamo comunque utilizzato autobus, pullmini da 10 persone, treno notturno locale con venditori ambulanti (Giacarta-Yogyakarta) e traghetto per spostarsi da Java a Bali

  • 23590 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social