Bassa California, l'altro lato del Messico

Il Messico al di fuori dei classici tour tra le rovine Maya e le spiagge caraibiche

  • di Rudy72
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Venerdì 22 dicembre 2017

Tutto sommato l’attesa per questo viaggio non ci è parsa poi così lunga, solo 4 mesi fa tornavamo dalla nostra bellissima esperienza hawaiiana (vedi http://turistipercaso.it/hawaii/78008/hawaii-un-posto-unico-e-speciale.html) e ora siamo già pronti alla partenza!

Abbiamo scelto di volare con Air France/Aeromexico e il primo dei 3 voli previsti parte da Malpensa alle ore 17.50 e in poco più di un’ora siamo a Charles de Gaulle. Qui abbiamo modo di cenare al Ekxi, interessante self service che offre diverse proposte vegetariane e senza glutine. Abbiamo diverso tempo a nostra disposizione poiché il volo per Città del Messico è previsto per le 22:45. Una volta al gate chiediamo informazioni agli assistenti di Aeromexico, perché non ci è stato possibile effettuare il check in per l’ultima tratta, quella che da Città del Messico ci porterà a La Paz. Ci assicurano che è tutto a posto e che potremo ritirare il nostro biglietto una volta a Città del Messico... speriamo bene! L’imbarco inizia alle 22:00 e il volo parte puntualissimo. L’aereo è un nuovo Airbus, però notiamo subito che lo spazio a disposizione in economy è davvero minimo. Si preannuncia uno dei voli più scomodi mai fatti. Dopo un po’ di ore capiamo che dobbiamo rassegnarci e non avremo certamente la possibilità di passare una notte confortevole. Riusciamo però a riposare un po’. Emy scopre con disappunto che la richiesta del suo pasto speciale (gluten free) non era stata registrata e purtroppo le hostess non fanno nulla per ovviare al disagio.

Sabato 23 dicembre 2017

Atterriamo a Città del Messico alle 3:30 con quasi 45 minuti di anticipo. Qui dobbiamo passare i controlli per l’immigration, per fortuna a quest’ora della notte non c’è molta gente, e poi ritirare il bagaglio... operazione questa che invece è terribilmente lunga. Recuperiamo il nostro biglietto al desk del check in Aeromexico e andiamo a fare colazione con una deliziosa omelette ai funghi. Il tempo scorre veloce e alle 6:00 inizia l’imbarco del nostro ultimo volo che parte però un po’ in ritardo, verso le 7:15.

Atterriamo a La Paz verso le 8:10 (c’è 1 ora di differenza qui) e dopo aver recuperato i bagagli andiamo al banco dell’Alamo a prendere la macchina prenotata anticipatamente da casa.

Sbrighiamo tutte le procedure rapidamente e in poco meno di 20 minuti siamo all’Hotel HBlue, la nostra sistemazione per le prossime due notti. È una struttura abbastanza moderna e le recensioni su booking.com erano molto buone. La nostra camera sarà pronta per le 11:00. Lasciamo i bagagli e andiamo al Chedraui, un negozio che si siamo fatti consigliare dal concierge dell’albergo poiché abbiamo bisogno di comprare una macchina fotografica per fare le foto sott’acqua... sì, l’abbiamo dimenticata a casa! Lo store è molto grande e vende davvero di tutto e fortunatamente troviamo quello che cercavamo a un prezzo accettabile. Facciamo poi un giro verso il mare e passeggiamo per le strade del centro che però sono ancora abbastanza poco frequentate essendo ancora presto. Alle 11:00 prendiamo finalmente possesso della nostra camera e possiamo fare una doccia. Adesso sì che va meglio! Lasciamo l’auto in albergo e andiamo a piedi in centro per pranzare al consigliatissimo Las Tres Viergens. Cibo davvero ottimo! Ora la gente in giro è decisamente più numerosa. Prenotiamo per la cena di domani il Tailhunter... altro ristorante trovato su TripAdvisor dove dicono si mangi molto bene. Dopo una breve sosta in albergo andiamo a vedere la graziosa spiaggia di Tecolote peccato però che il vento sia davvero forte e faccia anche freddo. Ci fermiamo poi una mezzoretta alla vicina e un po’ più riparata spiaggia di Balandra, una delle più famose nei dintorni di La Paz. Qui il mare è una tavola... ma la temperatura non è quella adatta a un bagno. Ritornati a La Paz ci fermiamo per Mojito e tacos al grazioso KM0. La stanchezza ora si fa sentire prepotentemente. Per oggi la nostra giornata può concludersi... necessitiamo davvero di un po’ di ore di sonno in un comodo letto

  • 7606 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social