Bahamas: Great Exuma o Eleuthera?

Consigli e confronti per aiutare nella scelta fra le due isole caraibiche

  • di Sal03
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Ho avuto la fortuna di visitare queste due bellissime isole, Exuma nell’agosto 2010 ed Eleuthera nell’agosto 2013, trascorrendo in entrambi i casi una settimana di vacanza, con mio marito e nostra figlia di 9 anni (6 all’epoca di Exuma). In queste pagine non intendo scrivere un vero e proprio diario di viaggio (ce ne sono già di bellissimi!), quanto piuttosto fare un confronto fra le due esperienze, nella speranza di fornire utili elementi a chi fosse incerto nella scelta.

1. CONSIGLIO FONDAMENTALE: non scegliete affatto di andare in queste isole se siete amanti della vita notturna e mondana, se amate i ristoranti di lusso, i negozi, le spiagge attrezzate e quant’altro: qui il protagonista assoluto è il mare! Per il resto non c’è nulla … ma proprio nulla.

2. II MARE, dicevo … In entrambe le isole troverete un mare turchese, con delle spiagge stupende, totalmente deserte o da condividere con pochi altri fortunati. Su entrambe le isole troverete anche ampie baie, dal mare calmo e dall’acqua bassa, ideali per i bambini. Già qui si possono rilevare le prime differenze: Exuma ha meno spiagge in quanto è meno estesa di Eleuthera e le spiagge si trovano solo sul versante oceanico; Eleuthera ne ha molte, anche diverse tra loro, sia sul versante oceanico che su quello caraibico: questo fa si che, nelle giornate in cui l’oceano è agitato, si possa comunque sempre fare il bagno sul versante caraibico, e poi, ogni giorno, si può andare alla scoperta di una spiaggia diversa. Le spiagge più belle che ho visto a Exuma sono: Tropic of Cancer Beach, Coco Plum Beach (dove, durante la bassa marea, si trovano i sand dollars, delle particolarissime conchiglie piatte, molto delicate, con inciso una specie di fiore), Runaway Beach (in quest’ultima si trova un chiosco, gestito da una famiglia bahamiana: il figlio, dopo averci chiesto se avevamo fame, è andato a pescare per noi i conch, molluschi tipici della zona; appena tornato, ha aperto le conchiglie sotto i nostri occhi, e la madre ha provveduto immediatamente a prepararceli in insalata e in saporite frittelle …. uno spettacolo!). Nei pressi del pontile di Hoppers Bay, abbiamo nuotato insieme alle tartarughe. Da Exuma si possono fare escursioni in barca ai cays e a Stocking Island, una sottilissima lingua di terra, in cui è possibile osservare tantissime meravigliose stelle marine. A Eleuthera, come dicevo, ci sono molte più spiagge, le mie preferite: Club Med Beach (un tempo spiaggia dell’omonimo resort), Ten Bay Beach (dove si ha la sensazione di nuotare in una immensa piscina) e Alabaster Bay, la spiaggia a fianco del Cocodimama resort. Da Eleuthera, con una breve tragitto in barca, si può raggiungere Harbour Island; l’isola, famosa per la sua spiaggia rosa sul versante oceanico e frequentata da VIP, si può visitare in modo divertente, noleggiando una golf-car. Sia ad Exuma che a Eleuthera non è facile trovare le spiagge perché la segnaletica è praticamente inesistente: a Exuma bisogna farsi dare indicazioni dai proprietari del posto dove si alloggia, per Eleuthera, invece, scorrendo la pagina del sito http://www.discover-eleuthera-bahamas.com/bahamas-beaches.html , cliccando sul nome di ogni spiaggia, vengono fornite le indicazioni stradali per raggiungerle; consiglio di stamparle prima di partire. Aspetto negativo delle spiagge di Exuma: talvolta ci è capitato di trovare dei cani liberi, anche in piccoli branchi, che abbaiavano minacciosi e la cosa non è stata particolarmente piacevole

  • 29854 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. tropic62
    , 26/2/2014 22:48
    Ciao, Sal03. Mi è piaciuto il confronto tra le due isole delle Bahamas. Noi vorremmo andara a Eleuthera in estate. Volevo chiederti: ma come ci si arriva? Avete prenotato tutto dall'Italia? Qual è stato il vostro itinerario di avvicinamento (via Miami? via New York?...)-
    Grazie per la pazienza.
    Lino e Vincenzo

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social