Exuma, meraviglia fai da te

Ciao a tutti, siamo Sara e Gabriele (di Bologna) ed anche quest’anno vi raccontiamo il nostro viaggio (DI LAUREA!!) in un’isoletta delle Bahamas: EXUMA!! Le Bahamas sono generalmente conosciute come isole costosissime e con grandi complessi alberghieri..e questo vale sicuramente ...

  • di saraber2
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Ciao a tutti, siamo Sara e Gabriele (di Bologna) ed anche quest’anno vi raccontiamo il nostro viaggio (DI LAUREA!!) in un’isoletta delle Bahamas: EXUMA!! Le Bahamas sono generalmente conosciute come isole costosissime e con grandi complessi alberghieri..E questo vale sicuramente per Nassau o per Gran Bahamas. Tuttavia vi sono anche isole molto diverse, con spiagge deserte, un mare da favola, tanto relax ed anche localini e ristoranti tipici Bahamiani.

VIAGGIO: - Aprile, 12 notti, due giorni di nuvole e pioggia perché un ciclone si aggirava sugli USA ma in teoria il periodo era ottimo. - Abbiamo viaggiato con American Airlines (Bologna/Madrid/Miami/Exuma) 30 ore per gli spostamenti sono tante ma ne vale la pena! Al ritorno se sostate più di 5 ore a Miami per la coincidenza mettetele le valigie in un deposito bagagli (costano pochissimo) e fate un giro a Miami: in solo mezzora arrivate dall’aeroporto nel centro di Miami.

- Questo tipo di viaggio alla fine è piuttosto costoso: per 15 giorni spenderete sui 2.200 euro comprese tutte le escursioni possibili immaginabili e trattandovi abbastanza bene con il mangiare.

DOVE SI TROVA: EXUMA si trova a sud dell’arcipelago delle Bahamas ed è formata a sua volta da 365 isolette praticamente tutte deserte: le maggiori sono Great Exuma, dove si trovano gli alloggi e la cittadina di George Town, e Little Exuma, molto più deserta, collegata alla precedente con un piccolo ponte. A CHI E’ ADATTA EXUMA? L’isola è adatta a chi ama un mare incantevole (meglio delle Maldive!), a chi ama la tranquillità di stare sdraiati in spiagge deserte ed a chi si accontenta per le serate di tipici ristorantini e localini con la gente del posto e parecchi americani. Assolutamente necessario sapere l’inglese perché non troverete che inglesi, americani o bahamiani.

INFORMAZIONI UTILI: AUTO è necessaria per poter girare l’isola (un paio di ore da nord a sud). Ci sono dei noleggi a George Town ma noi abbiamo preferito noleggiarla nel nostro B&B a 50$ al giorno circa.

TELEFONINI non funzionano sull’isola a meno che non siano satellitari, ma noi ci siamo trovati benissimo con le schede telefoniche che si acquistano al supermercato (sono convenienti!) CIBO: preparatevi per mangiare “all’americana”, hamburger, carne buonissima, “american pizza”, ecc. Se volete spendere poco. Tuttavia si possono trovare anche aragoste, granchi, pesce in generale e nei resort anche qualcosa di europeo a prezzi maggiori. Il piatto tipico qui è il “CONCH”, un mollusco che cucinano in tutti modi possibili (fritto con la pastella è favoloso..) Noi abbiamo sempre cenato con 15/20$ a testa ed il nostro ristorante preferito era lo “SPLASH” a 5 minuti dal B&B. Per il pranzo vi consigliamo i bar sulle spiagge; c’è anche chi ha avuto il coraggio... (Gabriele)... di provare quei “buonissimi” salumi confezionati per un sandwich al sacco... a voi la scelta! LA SERA: considerate che su questa isola gli orari sono tutti anticipati rispetto ai nostri. In ogni caso i localini migliori sono EDDIE’S EDGE WATER la domenica sera con musica dal vivo (da fuori il locale vi sembrerà sconsigliabile, ma entrate e troverete un sacco di americani che ballano e ridono); il venerdì sera serata da non perdere al TWO TURTLES INN dove c’è un bar all’aperto e fanno il karaoke, ballano e fanno casino. Per tutte le altre sere vi consigliamo di bere qualcosa al Peace & Plenty, accanto alla piscina oppure all’interno, nel pub carinissimo e coloratissimo. SHOPPING: ci sono due alimentari, uno vicino al B&B (Smitty’s) ed uno più grande e fornito nel centro del paesino. Per quanto riguarda il vero shopping vi consigliamo i due negozietti che trovate di fronte al Peace & Plenty e il chiosco qualche metro distante dove le signore bahamiane (a Gabriele piace chiamarle Big Mama...), fabbricano borsette di paglia di tutti i tipi. Fate attenzione però: quando trovate qualcosa che vi piace acquistatelo, perché hanno orari strani e sono chiusi per tutte le festività! ..Noi siamo rimasti fregati per Pasqua.. ALLOGGI: La varietà degli alloggi dipende ovviamente dalle proprie tasche.

  • 15224 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. nunziata
    , 27/7/2010 15:00
    Ciao ragazzi noi saremo alle Bahamas il 12 agosto e vorrei sapere se ce' qualche traghetto che collega Miami a Nassau e quanto costa.
    grazie mille

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social