Azzorre, tra cielo e oceano

Vacanze estive a Sao Miguel, Faial e breve visita a Pico. Due settimane tra trekking, terme, laghi, vulcani, oceano e buon cibo

  • di d&d 73
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Quest’anno per le nostre vacanze estive scegliamo una meta che a molti è apparsa insolita: le Azzorre.

Cercavamo un luogo non troppo lontano, ma nello stesso tempo non troppo turistico, che coniugasse la nostra voglia di natura e relax con la possibilità di fare un po’ di movimento, dove il caldo non fosse troppo soffocante (dopo due estati in Grecia) e – cosa non trascurabile per noi - anche il cibo fosse buono. Devo dire che abbiamo indovinato quasi del tutto. Iniziamo a documentarci e ci accorgiamo che non esistono guide cartacee in italiano tra le solite che utilizziamo normalmente (Routard, Lonely Planet, Touring). La nostra principale fonte di informazioni sarà quindi Internet. Pur avendo a disposizione più di due settimane, decidiamo di concentrarci principalmente su due isole: Sao Miguel, la più grande e turistica (dove passeremo una settimana), e Faial, dove passeremo 6 giorni; inizialmente avevamo pensato di dormire 3 giorni a Faial e 3 giorni alla vicina Pico, ma poi abbiamo optato per la più comoda soluzione di non spostarci da Faiai e visitare Pico in giornata, dal momento che si raggiunge in circa mezz’ora di traghetto. Lasciamo le altre isole per un altro eventuale viaggio. Il turismo mordi e fuggi - 5 isole in 10 giorni - non fa per noi.

MERCOLEDÌ 9 AGOSTO 2017

Dopo diversi mesi di programmazione, finalmente arriva il 9 agosto e partiamo!

Considerando lo scalo a Lisbona e una buona oretta di ritardo per la coincidenza, arriviamo all’aeroporto di Ponta Delgada praticamente alle 20. Ritiriamo la nostra auto prenotata con Ihla Verde: una Mazda 2 praticamente a fine vita, con neppure un lato sano… considerando il buio e la pioggia che nel frattempo ha iniziato a cadere, il simpatico addetto alla consegna ci comunica (scrivendo “rain and night”) che non verrà effettuato nessun controllo sulla carrozzeria al rientro (il giorno dopo, alla luce, capiremo il perché). In meno di 15 minuti arriviamo a Lagoa, dove soggiorneremo all’hotel Arcanjo per l’intera settimana: un piccolo e delizioso hotel a gestione familiare, con camere confortevoli ed un’ottima colazione. Ceniamo al vicinissimo ristorante “Jose do Rego” che ha ottime recensioni, ma forse vista l’ora tarda, troviamo il servizio pessimo e il cibo non speciale (comunque non torneremo).

GIOVEDÌ 10 AGOSTO 2017

Purtroppo l’inizio non è dei migliori e ci svegliamo con la pioggia… siccome però abbiamo letto da più parti che il tempo varia diverse volte nella giornata, dopo una sosta alla “ Praia do areal de Santa Barbara” ampia spiaggia di sabbia scura frequentata da surfisti, ci dirigiamo fiduciosi verso la Lagoa do Fogo, che è una delle mete che ci incuriosisce di più… invece arriviamo e riusciamo sì a vedere il lago nel cratere, ma sormontato da spesse nuvole che in pochi minuti scendono ad oscurare quasi completamente la visuale. Soffia anche un vento gelido, rinunciamo quindi a scendere fino al lago, e ci dirigiamo verso la Caldeira Velha: passeggiamo un po’ tra alberi e piante enormi, e alla fine ci immergiamo nella vasca a 37 °C per riscaldarci un po’… c’è anche un’altra vasca con cascata molto scenografica ma troppo fredda per i nostri gusti…Nonostante ci sia un po’ di gente la pausa ci ha ritemprato: ci dirigiamo quindi verso Ribeira Grande, graziosa cittadina nel nord dell’isola. Il tempo è brutto, piove e c’è vento, nonostante questo il grande complesso di piscine affacciate sull’oceano è pieno di gente… questo ci da una prima idea di come sia la normalità del clima qui …In serata decidiamo di fare due passi nella capitale Ponta Delgada: ci fermiamo al ristorante Nacional, in un’atmosfera d’altri tempi… dopo cena visitiamo il centro che è davvero grazioso, con molti negozi e tanta gente : quello che ci stupisce (e forse anche po’ ci delude) è che davvero non sembra di essere in mezzo all’oceano

  • 558 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social