Capodanno sotto la neve

Lunedì 26 dicembre 2005 partiamo da casa verso le 15,30. Ci fermiamo un attimo in laboratorio da Pietro perché dobbiamo prendere delle cose. Mentre siamo lì, ci chiamano sul CB Gian e Ale, che stanno imboccando l'A13. Ci intercettiamo poco ...

  • di mpcc_camper
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Lunedì 26 dicembre 2005 partiamo da casa verso le 15,30. Ci fermiamo un attimo in laboratorio da Pietro perché dobbiamo prendere delle cose. Mentre siamo lì, ci chiamano sul CB Gian e Ale, che stanno imboccando l'A13. Ci intercettiamo poco dopo il casello di Interporto. Esco male col CB, hanno difficoltà a sentirmi. Insieme ci dirigiamo verso Padova. Nel frattempo sentiamo anche Adriano e Elena. Ci accordiamo per fermarci a dormire a Latisana. Alle 17 imbocchiamo la Milano-Venezia, all'altezza di Padova. Visto che non c'è traffico e nemmeno nebbia, decidiamo di proseguire fino a Tarcento. Alle 18,40 usciamo a Udine nord, proseguiamo sulla SS13 del Tarvisio, piena di supermarket e centri commerciali, poi, dopo Tricesimo, sulla destra, vediamo il bivio per Tarcento. Entrati in paese, ad un semaforo, a destra, c'è il cartello dell'AA. Basta seguire le indicazioni per il palazzetto dello sport. La strada è un po' stretta, ma l'area è molto bella e tranquilla, in riva al fiume. Alle 19,30 prepariamo la cena e alle 20 arrivano anche Elena e Adriano, cena per i bimbi, poi, mentre loro guardano un film nel nostro camper, noi ceniamo in quello di Adriano. Passa anche la pattuglia dei carabinieri, che fa anche l'ispezione col faro, ottimo. Alle 23,30 tutti a dormire.

Martedì 27 dicembre 2005 Sveglia alle 8,30 con una sorpresa ... Ha nevicato! Con calma partiamo alle 10,15 dopo che bimbi a cani hanno giocato un po' sulla neve.

Attimi di crisi per tornare sulla statale, causa la strada stretta e il traffico. Di nuovo sulla SS13 verso nord, cercando un supermercato.

A Gemona ci fermiamo a un Lidl a fare la spesa. In un negozio di scarpe a fianco Pietro si compra anche due paia di scarpe.

Riprende a nevicare. Alle 11,45 ripartiamo e prendiamo l'autostrada. All'ultima area di servizio in Italia ci fermiamo, compriamo la vignette da 10 giorni e noi mettiamo un poco di gasolio, giusto perché siamo in riserva, visto che in Austria costa meno.

Alle 13 circa usciamo a Villach. Prima di arrivare in centro, nella zona commerciale, ci fermiamo per pranzare. Dopo pranzo Ale e gian vanno col camper a un grande magazzino a cercare una tuta da sci per Ilaria. Noi ne approfittiamo per riposare un poco. Nevica abbastanza forte. Alle 15.20 ripartiamo. Poco dopo, seguendo le indicazioni per il P "Zentrum" (coperto), di fronte allo stesso troviamo un P scoperto a pagamento, ma che consente di parcheggiare i nostri mezzi e visitare il centro. Ci rechiamo quindi a fare una bella passeggiata sotto la neve.

Alle 17 ripartiamo e ci fermiamo da "Giga sport" dove finalmente viene trovata la tuta per Ilaria. Ad Adriano va in blocco la stufa, ma lui, come sempre, risolve.

A questo punto però, per sicurezza, meglio trovare un campeggio così, si dovesse bloccare di nuovo, alla peggio, abbiamo lo "scaldobagno".

Alle 18 partiamo, dopo un po' di giri alle 18,40 siamo al campeggio, ma la neve ha coperto quasi tutto. C'è posto solo in fila indiana, in una stradina, uno dietro l'altro (fortuna siamo solo in tre).

Ci sistemiamo. Mentre riordiniamo, i babbi vanno ad informarsi per vedere se conviene prendere qualcosa dal ristorante del camping, non abbiamo voglia di cucinare. I bimbi mangiano ognuno nel proprio camper, poi filmino e noi tutti da Adry. Notte un po' agitata perché Carolina tossisce.

Mercoledì 28 dicembre 2005 Sveglia alle 8,30. Porto fuori Ira e Elena mi "allunga" anche Tita. Nevica ancora. Ce la prendiamo molto comoda. Saldiamo il campeggio (€ 18 a famiglia) e la cena. I bimbi e i cani giocano nella neve che sarà almeno 50 cm. Verso le 11 partiamo. Alle terme è il caos, i parcheggi sono spalati solo in parte, quindi sono pieni. Giriamo come matti per un'ora. Chiediamo anche all'ufficio informazioni turistiche. Niente. Troviamo posto sotto un cavalcavia, non si potrebbe, ma parcheggiamo lo stesso, mettendo sul parabrezza un cartello (in inglese) che spiega la situazione

  • 1953 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social