In camper tra Austria, Germania, Svizzera e Italia

Partenza il 5 agosto alle 17 ca. Con il recupero del camper dal noleggiatore (1.000 euro km illimitati), carico delle cibarie comprate al supermarket piu' vicino e partenza per Vienna con passaggio da Innsbruck (prima si passa la frontiera prima ...

  • di Monica Garzena
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Partenza il 5 agosto alle 17 ca. Con il recupero del camper dal noleggiatore (1.000 euro km illimitati), carico delle cibarie comprate al supermarket piu' vicino e partenza per Vienna con passaggio da Innsbruck (prima si passa la frontiera prima ci si sente in vacanza!).

Sosta per cena in zona Garda.

Passato il confine con l'Austria e' necessario acquistare la VIGNETTA (bollo adesivo da applicare al parabrezza) per il pedaggio autostradale (diversi tagli con minimo 10gg a poco piu' di 7 euro).

Passaggio sul PONTE D'EUROPA in nottata (peccato!!!).

Arrivo a Vienna alle 9 circa del mattino dopo, ricerca di un posteggio per girare la citta'.

Ci sistemiamo alle spalle del castello Schonbrunn (sul retro, vicino al cimitero) e passando attraverso al parco siamo arrivati fino all'ingresso principale, dove si trova la fermata della metropolitana U3 che collega comodamente la zona al resto della citta' (sono 4 linee sotterranee oltre ai mezzi di superficie - biglietti corsa semplice o 72 h).

Bello per i bambini il Museo dei Bambini presso Schonbrunn, dove ci si puo' travestire da principi e principesse, visitare alcune stanze del castello dove sono ricostruiti gli ambienti dei piccoli principi (camere da letto, sala dei giochi) asburgici, con la possibilita' di toccare per meglio capire le loro vite e, infine, la sala da pranzo dove si puo' apparecchiare come facevano un tempo i camerieri del palazzo reale.

Il castello e' molto bello da visitare, con le stanze di Sisi (con una S sola!!) e del marito (ci sono biglietti combinati per visitare diverse cose oltre al castello, con prezzi forfait per le famiglie), i giardini imperiali, lo zoo, il Belvedere, ecc...

Romantico il giro in carrozza all'interno del parco o nel centro storico della citta'.

Anche il castello in citta' Hofburg merita una visita, soprattutto al Museo di Sisi, dove si puo' scoprire la vera storia dell'Imperatrice che noi conosciamo soprattutto per i film con Romy Schnaider (molto diversi dalla realta').

Vienna, come tutta l'Austria, e' molto cattolica, quindi e' difficile non entrare in qualche Chiesa, sia per ammirare i decori e gli arredi sia per una preghiera veloce.

Gli acquisti di cibi e accessori si possono fare nei Billa (catena di supermarket come i nostri Conad...), dove ci sono anche le specialita' italiane, per chi, anche all'estero, non rinuncia alla nostra cucina.

Noi, personalmente, abbiamo voluto dilettarci con la loro cucina, acquistando i wurstel, i salumi, i formaggi tipici locali (tutti i prodotti indicano chiaramente la zona di origine con la bandiera dello stato corrispondente o lo stemma della regione per i prodotti austriaci zonali). Consigliamo, visti i prezzi, di acquistare i souvenir gastronimici (Cioccolatini di Mozart o altri prodotti simili) in questi supermarket, con un risparmio che varia dai 2 ai 5 euro secchi rispetto ai negozi legai ai musei.

Il cuore di Vienna, isola pedonale, e' vitale sia di giorno che di sera, con artisti di strada (musici, mimi, ecc.) che intrattengono i passanti. Chioschi con cibi tipici o gelati (italiani) quasi ad ogni angolo.

Interessanti le STELLE sulla strada del centro storico che porta all'Opera a ricordare i musicisti famosi, compresi i nostri italiani.

Il Danubio, navigabile con battelli di vario genere e dimensioni, e' incantevole e, per chi va con le biciclette, una sosta alla verde isola nel centro del fiume (con fermata della metro) permette circa 20km di pedalata nel verde.

Il Prater merita un giorno intero (ed un piccolo mutuo in banca!) le giostre costano (l'una) dai 2,5 euro ai 6 euro, a seconda del tipo di attrazione. La RUOTA PANORAMICA piu' alta d'Europa merita senz'altro una visita con giro, oltre ad una sosta nella sala antistante l'ingresso dove, in "gondole" viene ricostruita la storia del parco nel corso dei secoli, dai Romani alla Seconda Guerra Mondiale

  • 7767 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social