Vienna con famiglia

Salve a tutti! Eccomi qui a raccontare il ns. Ultimo viaggio con famiglia, (io mio marito, Francesca 17 anni e Roberto 12 anni). Come sempre il ns. Viaggio l'ho organizzato con internet "fai da te" e grazie anche a tutti ...

  • di belpoz1
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Salve a tutti! Eccomi qui a raccontare il ns. Ultimo viaggio con famiglia, (io mio marito, Francesca 17 anni e Roberto 12 anni). Come sempre il ns. Viaggio l'ho organizzato con internet "fai da te" e grazie anche a tutti i consigli che raccolgo su questo meraviglioso sito, consigli sempre utili.

Siamo partiti da Roma Fiumicino con volo fly niki http://it.Flyniki.Com/home.Php, volo low cost €480 (compreso spese) in totale per 4 persone andata e ritorno. Compagnia ottima, precisa, volo in orario, a bordo piccoli schermi al plasma per vedere cartoni animati o notizie sul volo in corso e persino tramezzini e bevande offerte dalla compagnia. Avevo prenotato un appartamento al centro di Vienna molto comodo con stazione ferroviaria, metropolitana e tram vicinissimi, scelto come faccio quasi sempre sul sito www.Homelidays.Com, per la cifra totale (compreso pulizie e biancheria) di €460. Prima di partire seguendo il consiglio di un altro viaggiatore su questo sito ho prenotato uno spettacolo all'Opera Popolare di Vienna della Turandot sul sito www.Classicworld.At , precisi e gentili.Non mi dilungo sul racconto giornaliero dei giri fatti, abbiamo visitato tutto ciò che è importante: Schloss Schonbrunn residenza estiva imperiale, Belvedere (credo che solo il Bacio di Klimt valga un viaggio a Vienna), Museo Albertina (mostra da Monet a Picasso, semplicemente da urlo!), Kaiserapartments, una splendida visita ai tesori di Tutankamon (mostra aperta domenica 9 marzo senza audioguide in italiano, ma bellissima lo stesso) al Kunsthistorisches Museum. E poi i ragazzi si sono divertiti sulle due piste di pattinaggio sul ghiaccio presenti davanti al Municipio di Vienna che sono aperte sino alla fine del mese e mezza giornata a sprecar soldi al Prater (non mi ha entusiasmato) oltre al solito giro sulla ruota panoramica. Vienna è bellissima, austera, elegante, pulita, efficente, precisa e rispettosa, basti pensare che viaggiavamo con la Vienna card acquistata in aeroporto e nessuno ha mai controllato i biglietti e dentro le metropolitane non sei obbligato a timbrare! Che sogno! Piste ciclabili dappertutto, francamente avrei fatto a meno della vienna card perchè noleggiare le bici costa poco e ti puoi muovere benissimo in città in bici o a piedi, oppure avremmo potuto scegliere forse un abbonamento meno costoso perchè tanto gli sconti della vienna card non venivano applicati perchè essendo già famiglia, ci applicavano quello "famiglia" e risparmiavamo qualcosa di più. La città è un pò cara, tocca stare attenti a dove mangiare, noi come al solito facevamo un pasto a casa e uno fuori per non spendere eccessivamente e stando attenti in giro ai prezzi. Abbiamo mangiato greco, giapponese fast food, doner kebab ( i miei figli ne vanno pazzi e costa poco) oppure turco. Però ci siamo levati lo sfizio di spendere 40 euro in 4 e mangiare la vera torta sacher accompagnata con panna e caffè, dentro la storica pasticceria Sacher. E' un momento SUBLIME per i golosi come noi e francamente merita davvero! Un giro di shopping su MariaHilferstrasse, una via piena zeppa di negozi di tutti i generi (firme comprese) davvero simpatica. Alle 17 o 18 del sabato però tirano giù le serrande e non trovi più nulla manco a piangere. Per finire la Turandot di Puccini al Teatro dell'Opera Popolare è stato un grande regalo per tutti, semplicemente magnifica (Robertino non si è molto divertito, ma si sa... I figli!!) Appena arrivati al teatro ho mostrato il voucher stampato da internet, l'ometto ha aperto il suo librone e mi ha dato i biglietti, efficenza tedesca! Che miti che sono! I mezzi di trasporto sono eccezionali per andare dall'aereoporto al ns. Appartamento con poco più di 10 euro abbiamo preso il treno che ci ha portati in città, comodamente ( a Roma ti svenano per arrivare agli aeroporti). I viennesi sono semplicemente cortesissimi, appena eravamo persi davanti a qualche cartello alla fermata di un mezzo, qualcuno si offriva di aiutarci con estrema gentilezza. Non ho riscontrato la freddezza di cui qualcuno parla, l'unico freddo che abbiamo sentito è stata la temperatura che i primi giorni raggiungeva una massima di 6 gradi, brrr!! Bella differenza con Roma. Al ritorno in Italia, come sempre la solita bagarre per trovare i bagagli, nessuno ti dice su quale accidente di nastro li scaricheranno, quindi corri come un ossesso da un nastro all'altro imprecando sulla disorganizzazione italiana, aeroporto di Fiumicino sporco, i carrelli per portare le valigie beccano l'euro per essere usati e non te lo ridanno più (a vienna rimetti a posto il carrello e ti ridanno l'euro!) e ...Basta non voglio lamentarmi o mi intristisco. Eppure il proprietario dell'appartamento ci ha accolti al nostro arrivo con un "ciao Bella Italia!" Ha ragione lui la nostra Italia è proprio bella, ma che macello ragazzi!!! Alla prossima. Se volete altre info non esitate a contattarmi! Un buon viaggio a tutti! Rossella

  • 1213 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social