Vienna a Capodanno, città magica

Un saluto a tutti i turisti per caso, colgo l’occasione per augurare buon 2008; Come al solito ormai da 2 anni a questa parte voglio raccontarvi il mio viaggio, in occasione del capodanno, fatto nella splendida Vienna dove, io e ...

  • di polimar1977
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Un saluto a tutti i turisti per caso, colgo l’occasione per augurare buon 2008; Come al solito ormai da 2 anni a questa parte voglio raccontarvi il mio viaggio, in occasione del capodanno, fatto nella splendida Vienna dove, io e la mia compagna, abbiamo trascorso uno dei Capodanni più belli ed entusiasmanti della nostra storia d’amore.

Inizio col dirvi che abbiamo volato con Fly Niky (compagnia della Air Berlin, prezzo in 2 € 214,00), aerei puliti, personale all’altezza della situazione e servizio snack inaspettato, ma soprattutto puntuali...Consigliata!!!! Periodo di soggiorno dal 28.12 al 1.01.2008.

Ho prenotato un Hotel 3*** un pò fuori dal centro (ma con 12 min di metro eravamo a Karlplaz), praticamente alle spalle dello Schobrounn (residenza estiva della Principessa Sissi). L’albergo è stato una sorpresa continua, pulito, personale super organizzato, ogni giorno novità a colazione, ma soprattutto la camera con TV LCD e super spaziosa con tutti i confort che uno si aspetta (la mia compagna è rimasta a bocca aperta...Lei è un tipo fissata con la pulizia!!!!!); ho speso 90€ a notte per una doppia con servizi e colazione, non male per i prezzi di Vienna (superano tranquillamente i 120€ a notte).

Arrivati a Vienna subito ci accorgiamo che non c’è la stessa temperatura che abbiamo lasciato a Roma, infatti qui c’è aria di neve ed è per puro caso che non si riesce a “scorgere” i pinguini e gli orsi polari, ma i viennesi sembrano non accorgersi del freddo cane che li circonda. Per quel che concerne i mezzi pubblici abbiamo optato per il 72h – 13.6€ (al momento dell’obliterazione il ticket vale 72h) + un giornaliero 24h – 5.7€. Per raggiungere l’aeroporto bisogna acquistare un ticket supplementare di 1.7€ 28.12.2007 Sciarpe, guanti e cappello, pronti via alla scoperta di questa capitale europea poco sponsorizzata ma che riserverà tante sorprese, per chi come noi la gira in lungo e in largo. Iniziamo il nostro tour con una perlustrazione del centro fino alla famosa piazza dello Stephandom (duomo di Vienna), tantissimi sono i negozi che incontriamo, per tutti i gusti...Ma un consiglio se dovete acquistare qualcosa guardate bene l’orario di chiusura, potreste incorrere in una serrata inaspettata, mediamente l’orario di chiusura è fissato per le 18.00. Dopo una seria di giri per i vari centri commerciali (Steffl su tutti) della zona ci “rifugiamo” dal freddo e neve in un ristorantino turco che ci fa mangiare e riscaldare con pochi Euro. 29.12.2007 Partiamo alla scoperta delle bellezze viennesi, città piena di storia (ovvio ricordare gli Asburgo e la Principessa Sissi), monumenti in stile gotico e barocco. Vista la vicinanza la nostro hotel, la prima tappa la facciamo allo Schobrunn, palazzo immenso con dei giardini davvero unici nel suo genere, nonostante il clima rigido decidiamo di visitarli nella sua totalità senza però disdegnare qualche foto con la neve che viene giù senza sosta. Il costo del ticket d’ingresso al palazzo reale è di 9.5€, ma posso assolutamente dirvi che valgono tutti, soprattutto se siete “ammiratori” della Principessa Sissi. Molti i musei da visitare ma noi abbiamo fatto una cernita di quello che poteva realmente interessarci, per lo più optiamo per i musei con arte impressionista, cubista ed espressionista (secondo me da non perdere la collezione di Klimt al Museo del Belvedere con il famoso “bacio” e al Museo Albertina con quadri di Manet, Renoir e Picasso). Un’occhiata alla Staandoper dove si sono esibiti i migliori compositori del mondo che vengono ricordati da una serie di stelle impresse nell’asfalto lungo tutto il perimetro del Teatro. Ovviamente il tour lungo tutta la giornata si divide tra tisane e thè per riscaldarci (noi abbiamo scoperto starbucks...Davvero buono ed economico). La sera cerchiamo qualche ristorantino tipico viennese per assaggiare la famosa wiener-snitzel (praticamete uno cotoletta ma di dimensioni indescrivibili); beh, dopo aver fatto questa buona esperienza al prezzo di € 25 in 2, decidiamo di tornare in albergo perché il termometro segna –5°

  • 1711 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social