Plenilunio a Vienna

PLENILUNIO A VIENNA - 23/28 AGOSTO 2007 23 AGOSTO - Partiamo una mattina decisamente poco agostana, come anche i giorni precedenti, con una temperatura di circa 17°, volo diretto Nizza-Vienna, due ore scarse di volo ma ricche di turbolenza…. Sorvolando ...

  • di caty
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

PLENILUNIO A VIENNA - 23/28 AGOSTO 2007 23 AGOSTO - Partiamo una mattina decisamente poco agostana, come anche i giorni precedenti, con una temperatura di circa 17°, volo diretto Nizza-Vienna, due ore scarse di volo ma ricche di turbolenza...

Sorvolando a bassa quota la città di destinazione constatiamo già dall’alto l’ordine e l’armonia dei colori pastello che dipingono i suoi maestosi ed eleganti palazzi.

Dopo una sorprendente (data la proverbiale efficienza austriaca) e vana attesa del nostro bagaglio sul nastro di consegna ci rivolgiamo all’apposito ufficio che nell’arco di un quarto d’ora risolve la questione con il repentino recupero della valigia direttamente al terminal (ah! Ecco l’Austria!).

Nel frattempo Claudio provvede all’acquisto dei biglietti sia per il Cat (treno di collegamento fra aeroporto e centro città) che per la Vienna Card (17,00 euro circa a testa) valevole 72 ore e con riduzioni in musei e monumenti.

Vienna ci accoglie in un clima che direi tropicale, 30° e un alto tasso di umidità (che differenza da questa mattina) che ci accompagna per tutto il resto della giornata.

Dopo una breve sosta in albergo (Alpha Hotel, grazioso, pulito, comodissimo ma senza aria condizionata e quindi preferibile in altre stagioni) prendiamo contatto con questa città a cominciare dalla vista della vicina Rathaus (il Municipio) completamente decorata da balconi e cornicioni ricoperti da bordure di geranei rossi; sull’area pedonale antistante è stato allestito un megaschermo per le proiezioni di opere o concerti di musica classica che ogni sera allietano viennesi e turisti nell’ambito del Rathaus film festival in programma da giugno a settembre; a tal proposito l’area è attrezzata da una cornice di ristoranti mobili che sfornano piatti multietnici di ogni colore e profumo si desideri e naturalmente il nostro primo pranzo si è svolto qui.

Proseguiamo giungendo al complesso dell’Hofburg attraversando l’antistante parco nell’ammirazione delle aiuole allestite con molto gusto cromatico e perfettamente curate come del resto tutti gli spazi verdi della città; cominciamo la visita del palazzo imperiale dall’esposizione di ceramiche, porcellane cristalli e argenterie costituenti l’arredamento del o dei Palazzi reali (quale opulenza!), dopodiché passiamo alla visita degli appartamenti attraversando un’innumerevole quantità di sale e saloni riccamente decorati tipici di questi luoghi ove la figura di Sissi impera pressoché ovunque.

All’uscita da Michaelerplatz ci immergiamo nella folla che passeggia lungo le circostanti vie tutte molto eleganti e ci lasciamo trasportare dal flusso, sostando alla Peters-kirche, sul Graben per giungere quasi inaspettatamente dinanzi alla maestosità della Cattedrale gotica di Santo Stefano, emblema della città con il suo campanile dentellato alto 137 mt. Ed il suo tetto di tegole smaltate policrome.

Girovaghiamo per le vie circostanti curiosando fra eleganti vetrine ed altrettanto eleganti caffè finchè non giunge anche per noi l’ora di cena accentuata dalla voglia di una sosta dato anche il gran caldo e l’aria pesantemente umida; dopo aver assistito ad un tramonto infuocato dietro le guglie anch’esse gotiche della Votivkirche, troviamo un posto per mangiare giusto in tempo prima che si scateni l’inevitabile temporale che speriamo mitighi l’aria.

24 AGOSTO – Mattinata splendida, cielo azzurrissimo, sempre caldo ma ventilato; ci spingiamo verso la reggia estiva di Schonbrunn (solita infilata chilometrica di sale, salette, saloni, broccati, arazzi ecc.) e passeggiata nel parco con risalita verso il padiglione della Gloriette passando al fresco nel boschetto in compagnia di simpatici scoiattoli affatto intimoriti dalla presenza umana. Dalla sommità si gode un bel panorama di parte di Vienna e dell’infilata spettacolare dei giardini reali ovviamente curatissimi nei cromatismi delle aiuole, bello

  • 229 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social