Vienna: il piacere dei caffè

Ciao a tutti, a Vienna ci siamo arrivati in treno da Praga ; per le informazioni relative al viaggio potete consultare il mio racconto “ Praga:la città dei nasi all’in su ” , in particolare l’ultimo giorno del diario. Per ...

  • di maiko
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Ciao a tutti, a Vienna ci siamo arrivati in treno da Praga ; per le informazioni relative al viaggio potete consultare il mio racconto “ Praga:la città dei nasi all’in su ” , in particolare l’ultimo giorno del diario.

Per la sistemazione abbiamo scelto un appartamento trovato su internet , per il quale abbiamo speso per 8 notti 440€ in due , quindi 220€ a persona , meno di 30€ a notte , comprensivi di consumi e pulizia finale. L’appartamento è molto curato e ben tenuto , dotato di ogni comfort come lavatrice , lavastoviglie , microonde...E la proprietaria è una signora molto simpatica e gentile ; è situato alla periferia di Vienna , nel quartiere di Floridsdorf , distretto 21 , ma è perfettamente collegato con tram , metro e treni così in poco tempo si raggiunge agevolmente qualsiasi punto di Vienna...Noi ci siamo trovati benissimo e se vi interessa vi dirò come contattarlo.

Per quanto riguarda i trasporti sono efficienti , puntuali e ti consentono di spostarti facilmente da un capo all’altro della città. Noi abbiamo fatto ( alla stazione della metro in una macchinetta che ha anche il menu in italiano ) una tessera valida 8 giorni che costa 27,20€ e consente l’utilizzo illimitato di tram , autobus , metro ( U-bahn ) e treni ( S-bahn ) , all’interno del circuito cittadino . La tessera ha 8 strisce , ogni giorno se ne piega 1 e si oblitera sul primo mezzo che si prende e vale per tutto quel giorno , quindi l’operazione va ripetuta ogni giorno facendo attenzione a piegare la striscia corretta.

Per quanto riguarda il clima siamo stati fortunati perché ci sono state quasi sempre giornate di sole e caldo , solo la prima mattina e l’ultimo pomeriggio un po’ di pioggia ; in ogni caso anche se c’è il sole può essere necessario un giubbino , soprattutto se c’è vento quindi è utile avere qualcosa del genere in valigia.

Una parolina sugli austriaci : avevo spesso letto della loro freddezza e maleducazione , ma non sono per niente d’accordo , sono gentili , sorridenti , ospitali e cortesi e i negozi risuonano di grazie e prego quasi come una musica.

Schematicamente vorrei raccontarvi cosa abbiamo fatto giorno per giorno per dare un’idea di come si possono suddividere i giorni di visita e per dimostrare a quanti ci dicevano “ ma che ci fate 8 notti a Vienna? ” che forse tanti giorni non sono neppure sufficienti , visto che io ero già stata per 2 giorni in questa città per una gita scolastica e non sono tornata a vedere le poche cose da me viste in quel viaggio , cioè l’interno del palazzo di Schonbrunn , la torre del Danubio e la zona del Pater che al mio fidanzato non interessavano particolarmente.

SABATO 11/08 Mattinata dedicata a sistemarci a casa e a fare un po’ di spesa. Pomeriggio in città : zona di Schottenring ; Votivkirche ; Freyung ; passaggio del Freyung ; Scottenkirche , anche all’interno ; Herrengasse ; Minoritenplatz ; Minoritenkirche anche all’interno , dove ha sede la comunità italiana di Vienna ed infatti abbiamo ascoltato la Messa in italiano che il sabato viene celebrata alle 17 ed una curiosità all’interno della Chiesa c’è una copia del “ Cenacolo ” di Leonardo da Vinci che Napoleone commissionò a Giacomo Raffaelli con lo scopo di sostituirla all’originale milanese , che avrebbe poi trasferito a Parigi , ma dopo la disfatta di Napoleone a Waterloo la versione del Raffaelli fu acquistata dagli Asburgo ; passaggio nella zona dell’Hofburg ; Michaelerplatz con la Loos Haus e Michaelerkirche , anche all’interno ; Kohlmarkt ; sosta alla konditorei Demel in Kohlmarkt 14 ; Graben ; Peterskirche , anche all’interno ; Pestsaule ; Stephanplatz. Brevi consigli della giornata : per le Chiese visitate non abbiamo pagato l’ingresso , gli interni barocchi sono tutti meravigliosi e all’interno ci sono opuscoli che fanno da breve guida , mi hanno poi particolarmente colpito le vie pedonali di Kohlmarkt e del Graben ed il passaggio del Freyung

  • 1669 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social