Western australia

Western Australia on the road! Partenza il 16 febbraio, volo Malpensa-Parigi-Singapore-Perth Arriviamo a Perth il 17 alle due di notte e dopo aver ritirato la nostra auto 4x4 alla Europcar ci dirigiamo subito all’hotel prenotato perché il mattino dopo si ...

  • di tendenze
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Western Australia on the road! Partenza il 16 febbraio, volo Malpensa-Parigi-Singapore-Perth Arriviamo a Perth il 17 alle due di notte e dopo aver ritirato la nostra auto 4x4 alla Europcar ci dirigiamo subito all’hotel prenotato perché il mattino dopo si partirà presto (piccola tappa al mc donald aperto 24h perché il fuso mi dice che è ora di cena).

18 febbraio la nostra vacanza comincia dopo un meritato riposo e ci dirigiamo subito a sud di Perth dove visitiamo Penguin Island; un’isoletta che da fine ottobre a maggio ospita una colonia di piccoli pinguini. L’isola si trova a pochi km dalla costa (quando la marea è bassa la puoi raggiungere a piedi), l’escursione dura un paio d’ore circa e dopo aver assistito al pasto dei pinguini, ripartiamo.

Attraversiamo foreste immense e il traffico è inesistente; mentre sfrecci ai 110 km/h (limite massimo in australia) sfiori ai bordi delle strade gruppi di pappagalli colorati e corvi nero pece che sembrano finti (attenzione perché hanno la tendenza al suicidio e noi purtroppo senza volere ne abbiamo investiti alcuni! ). Per oggi abbiamo fatto abbastanza strada ed è buio così decidiamo di fare una leggera deviazione e di fermarci per la notte a Pemberton.

19 febbraio Stamattina partiamo per raggiungere Valley of the Giants (valle dei Giganti) la foresta dove si trovano le piante di Eucalipto più grandi al mondo e il modo migliore per visitare il parco è la Tree Top Walk ovvero “camminata in cima agli alberi” , un’imponente struttura lunga 600 km che raggiunge un’altezzza di 40 metri da terra; la passeggiata è interessante, soprattutto se non soffri di vertigini, perché invece che visitare la foresta dal basso la vedi dall’alto. Per raggiungerla chiediamo all’ufficio informazioni di Walpole-Nornalup che dopo averci venduto il biglietto d’ingresso al parco ci consiglia di fermarci a visitare la fattoria di un apicultore che fa un gelato al miele delizioso e in più ci indica una spiaggia che merita di essere visitata.

Sinceramente il gelato non era un granchè, ma il miele davvero speciale (ne acquistiamo due vasetti); appena dopo vediamo l’indicazione per la spiaggia e quindi andiamo a vedere: meravigliosa! La spiaggia di Walpole è bianca con il mare azzurro chiarissimo, un mix fra seychelles e sardegna... Vedo gente che fa il bagno, ma tastata la temperature dell’acqua io mi accontento di scattatare solo qualche foto.

Poi la strada prosegue sempre in mezzo al verde e, a sole ormai tramontato, ci fermiamo a dormire a Ravensthorp, paesino che sembra essersi fermato al 1950, credo che anche l’albergo dove dormiremo abbia subìto l’ultima ristrutturazione in quell’anno...! 20 febbraio oggi finalmente arriviamo a Esperance, qui troviamo il clima ideale : sole limpido, ventilato e niente umidità. Andiamo subito a Cape Le Grand National Park per visitare fra le altre Lucky Bay, famosa per la foto del canguro in spiaggia che campeggia su ogni depliant dedicato a questa parte dell’australia. All’ingresso del parco troviamo l’ufficio chiuso con un’indicazione che dice di autoregistrarsi e pagare il biglietto senza nessun ranger a controllare e così facciamo noi, pensando che se fossimo in Italia sicuramente questo metodo non funzionerebbe...

Quello che vediamo sono canguri, emù e poi spiagge e baie talmente belle che ad ogni angolo vorresti fare una foto, se non fosse che l’acqua sarà circa 22 gradi farei immediatamente il bagno! 21 febbraio dopo aver trascorso la notte a Esperance è ora di ripartire per il nord e decidiamo di prendere la strada più breve per arrivare a Perth (720km) passando all’interno e fermandoci per una sosta a Wave Rock: come dice la parola è un’enorme roccia a forma di onda, c’è un caldo pazzesco e tante mosche, quindi facciamo le foto e ripartiamo subito. Ci fermiamo anche a York per visitare una delle città più antiche del WA con numerosi edifici storici, molto caratteristica, ma per la notte decidiamo di raggiungere Northam... Decisione insana visto l’hotel che ci è capitato... Se potete EVITATE! 22 febbraio stamattina la prima tappa ci porta a Lancelin, qui parte un circuito di dune di sabbia e rocce che arriva fino a Cervantes; noi pensavamo di poterle attraversare con il nostro 4x4 , ma informandoci capiamo che la cosa è più ostica di quanto credessimo e così decidiamo di scattare solo qualche foto e riprendere la strada asfaltata per raggiungere il famoso Deserto dei Pinnacoli

  • 2670 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social