Unforgettable honeymoon australiana

Questo diario è un modo di ripercorrere con voi lettori del sito le tappe della nostra meravigliosa avventura australiana, raccontandovi nel modo più semplice i momenti emozionanti ma anche quelli divertenti. Il tutto condito, naturalmente, da una bella manciata di ...

  • di Dilight
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Questo diario è un modo di ripercorrere con voi lettori del sito le tappe della nostra meravigliosa avventura australiana, raccontandovi nel modo più semplice i momenti emozionanti ma anche quelli divertenti. Il tutto condito, naturalmente, da una bella manciata di verace nostalgia del tipo...Avete presente la pubblicità della Costa Crociere in cui la tipa si dispera alla cassa del supermarket ripetendo ossessivamente “VOGLIO TORNARCI”??? ;-)))

Domenico e Francesca

8 maggio

Partenza da Fiumicino ore 12:50. Meta: Hong Kong. Valigia fatta abbastanza alla rinfusa (dimenticati entrambi gli spazzolini!!!), ma capirete... Sposati da poco più di 24 ore!!!

9 maggio

...Un giorno di volo a dormire e mangiare, e vedere film (lingua a scelta tra inglese, cinese, cantonese e giapponese...) e poi mangiare e dormire di nuovo, per arrivare nella coloratissima e caotica HONG KONG.

Alloggiamo all’Harbour Plaza Hotel. Voto: 9 (5 ristoranti, una scalinata di marmo da film all’ingresso, camere iper accessoriate e un servizio impeccabile). Con un piccolo sovrapprezzo, facciamo il primo upgrade della nostra honeymoon, ottenendo una suite con king size e vista mozzafiato sulla baja illuminata...

Unico neo, la posizione non proprio centrale. Ma possiamo usufruire della navetta gratuita dell’hotel che ci porta velocemente in centro. Così, dopo un po’ di ninne, siamo in strada per quella che ci sembra essere colazione (in realtà è primo pomeriggio...): ci fermiamo nel familiare Starbucks per un coffee ed il mio primo muffin!!!

Il tempo fa abbastanza pena (diluvia per l’esattezza) e così siamo “costretti” a chiuderci in tutti i centri commerciali che incontriamo. Qui scopriamo che l’euro va fortissimo...Ci avvaliamo, quindi, della nostra Lonely Placet per consigli su dove fare acquisti di elettronica. Risultato DAVID CHAN COMPANY (shop 15, Champagne court, 16 Kimberley road): lettore mp3, memory card, batteria e cavalletto per la nostra Nikon, cassette e batteria per la nostra Canon!!!

Per cena decidiamo di provare la vera cucina cinese e mangiamo, rigorosamente con le bacchette, uno strano antipasto misto di verdure (non capiamo di che si tratta!), noodles di riso e di uovo in quantità enormi, con carne e verdure, e ravioli al vapore ripieni di carne, il tutto innaffiato da thè servito a getto continuo dai camerieri (n.D.R. Il ristorante è al 78 di Canton Road, Tsimshatsiu, quartiere di Kowloon). A cena facciamo una gaffe troppo divertente...Ma la raccontiamo solo a voce su espressa richiesta!!! Finito di mangiare, torniamo in albergo, a goderci il nostro king size... ;-9

10 maggio

Il giorno seguente, ci alziamo con l’intenzione di goderci più da vicino le mille luci della città ma continua a piovere, tanto che dobbiamo rimandare di qualche ora la breve tratta in traghetto per l’attraversamento della baja in direzione Central (ci vuole circa un quarto d’ora ed è l’acuqa è la via più breve, anche rispetto alla metro). Così ci dirigiamo di nuovo a Kowloon, percorrendo stradine caotiche piene di colori e di contrasti: negozi di alta moda (italiana) e miniristoranti che vendono anatre laccate appese all’aria, bazar che vendono tutto-e-niente e megastore di elettronica iper tecnologici!!!

A pranzo, ci fermiamo a mangiare in un ristorante dove promettono un sacco di tipi diversi di dim sum e, in effetti, il menù conferma le aspettative...Solo che noi siamo un poco confusi dalla quantità di piatti e così commettiamo il piccolo errore di ordinare una porzione di chicken leg stufate...E arrivano in tavola fumanti non le attese cosce di pollo ma delle zampe dello stesso volatile, di quelle che in Italia nemmeno si usano più per il brodo!!!

Dopo pranzo, il tempo migliora e possiamo finalmente passeggiare a Central,dove visitiamo (per caso) un bel parchetto in mezzo ai palazzoni, prima di arrivare a rinomato LADY MARKET: un mercato tutto griffes false, dove si fanno ottimi acquisti a pochi soldi! Risultato: tanti regali,due paia di sandali e una borsa per Dilight!!!

Prima di avviarci in aeroporto, abbiamo un po’ di tempo per cenare in hotel e scegliamo il ristorante barbecue-japponese, dove, a vista, grigliano l’impossibile ..

  • 1381 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social