Honeymoon, parte prima: Australia

Viaggio organizzato in agenzia (lista nozze) anche se noi siamo turisti fai da te, ma per questa volta tutto doveva essere perfetto! Partenza mercoledì 17 dicembre, voli Cathay Pacific (pensavo meglio), Roma-Hong Kong-Adelaide. Arrivo venerdì 19 dicembre all’aeroporto di Adelaide ...

  • di Lisi78
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Viaggio organizzato in agenzia (lista nozze) anche se noi siamo turisti fai da te, ma per questa volta tutto doveva essere perfetto! Partenza mercoledì 17 dicembre, voli Cathay Pacific (pensavo meglio), Roma-Hong Kong-Adelaide.

Arrivo venerdì 19 dicembre all’aeroporto di Adelaide in tarda mattinata. Trasferimento al Mercure Grosvenor Hotel. Pomeriggio e sera a nostra disposizione per visitare la città, che tra l’altro ci è piaciuta molto. Siamo partiti con pantaloni pesanti e golf di lana, ma una volta ad Adelaide abbiamo indossato pantaloncini ed infradito, e già questo ci ha messi di ottimo umore, quindi come prima tappa ci siamo diretti al mare! Tram fino a Glenge, passeggiata sul viale che porta alla spiaggia, sbirciatine in vari negozietti ed infine relax in spiaggia. Tirava un po’ di vento e l’acqua era molto fredda, ma il sole, il cielo azzurro e il fatto di essere in costume a dicembre, ci hanno fatto trascorrere un paio d’ore molto rilassanti.

Dopo un gelato ed un altro giro tra i negozietti balneari, siamo tornati all’albergo, abbiamo preso giusto un maglioncino per la sera e poi di nuovo in giro in cerca di un ristorantino per la cena. Avevamo voglia di carne quindi ci siamo fermati alla “SOSTA”, Argentinian Kitchen e abbiamo mangiato molto bene.

20/12/08 Il mattino seguente sveglia presto e via di nuovo verso l’aeroporto per poi andare alla mitica Kangaroo Island. Piccola isola sotto Adelaide, parco naturale, ospita un sacco di animali diversi, ed è una tappa obbligatoria per chi come noi ama gli animali e ama vederli nel loro habitat naturale.

Il volo per Kangaroo era un piccolo aereo ad elica contente circa una trentina di passeggeri... Però è stato un volo tranquillo! Una volta sull’isoletta ci aspettavano le nostre guide parlanti italiano, che ci avrebbero poi scorrazzato per l’isola per due giorni. Due ragazzi molto simpatici e competenti, Luca e Lio, della APT Australian Pacific Touring (Kangaroo Island Odysseys), ottima organizzazione che consiglio a tutti quelli che vorranno andare a Kangaroo Is. Ed essere guidati da persone competenti, professionali e simpatiche. Pullmino 4X4, 14 posti. Prima tappa Vivonne Bay, bellissima spiaggia, colori fantastici, mare e cielo di un blu intenso, e abbiamo anche incontrato un paio di beccacce che però al nostro arrivo si sono allontanate immediatamente! Pausa caffè e poi via verso Remarkable Rocks, un insieme di rocce granitiche erose dal vento, a picco sull’Oceano, spettacolari.

Un consiglio, creme solari, cappellini, foulards... Il sole picchia come non ho mai provato prima, mio marito aveva lasciato scoperto un piccolo lembo di pelle sul collo e il giorno dopo era rosso come un peperone... Terza tappa Admiral Arch: è una grande scogliera, questa volta però degrada fino al mare, e vi è un arco nel mezzo da dove penzolano delle stalattiti o almeno così sembravano, in realtà sono radici pietrificate di una vegetazione ormai scomparsa. Qui primo incontro con le otarie che riposavano pigramente sugli scogli.

Flinders Chase National Park è stato poi la prima riserva che abbiamo visitato, dove i canguri vivono completamente allo stato brado, infatti non potevamo assolutamente avvicinarci e dovevamo parlare a voce bassa per non disturbare questi grandi marsupiali. Effettivamente questa specie di canguri era abbastanza voluminosa! Comunque il silenzio era d’obbligo, non volevamo certo disturbare la mamma col suo cucciolo che riposavano all’ombra di un cespuglio!!! Pezzo forte della suddetta organizzazione erano gli ottimi pranzetti che ci organizzavano a mo di pic nic! Il primo l’abbiamo consumato in un’area di sosta al Flinders Chase Visitor Center. Nel giro di 10 minuti ci siamo ritrovati con tavoli apparecchiati di tutto punto, tovaglia, tovaglioli, bicchieri, posate, acqua gas e naturale, vino, e poi insalatina mista, polpettine con salsa, pane, macedonia di frutta... GRANDI! Dopo pranzo siamo andati a fare la Koala Walk, e qualche koala appisolato sugli alberi l’abbiamo visto. Avete mai sentito il verso del koala??? E più precisamente il verso del koala infastidito dalla presenza umana??? Bè, è piuttosto impressionante. Non pensavo che un animaletto così tenero, dolce e pigro, riuscisse ad emettere un tale “ruggito”! Durante questa passeggiata abbiamo visto anche wallabi (piccoli canguri) e un echidna (tipo riccio)

  • 4387 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social