Australia on the road 5

Australia on the road 5 Viaggiatori: Stefano e Sabrina Ciao vi racconto sinteticamente il viaggio che io e mia moglie abbiamo fatto questa estate (dal 2 agosto al 7 settembre 2008) in Australia. Premetto che si tratta del viaggio numero ...

  • di viaggiatore65
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500
 

Australia on the road 5

Viaggiatori: Stefano e Sabrina

Ciao vi racconto sinteticamente il viaggio che io e mia moglie abbiamo fatto questa estate (dal 2 agosto al 7 settembre 2008) in Australia. Premetto che si tratta del viaggio numero 5 nel continente down under a partire dal 2001 anno in cui ci siamo sposati e siamo venuti in luna di miele in questo fantastico paese. Come potete immaginare lo abbiamo girato in lungo e in largo attraversando anche le zone più remote e desertiche. Il viaggio di questa estate è durato 33 giorni per un totale di circa 12.800 km percorsi con un Mitsubishi Pajero noleggiato e riconsegnato a Perth. Siamo arrivati a Perth con un volo Brunei Air (ottima compagnia con tariffe interessanti) da Dubai dove eravamo arrivati gratis grazie alle Millemiglia Alitalia.Partiamo in direzione Sud Ovest dove possiamo ammirare le straordinarie foreste di eucalipti (da non perdere la Valley of the Giants vicino Walpole dove una rampa di circa 600 m. Vi conduce sulla cima degli alberi permettendo di ammirare uno spettacolo mozzafiato!)e degustare gli eccellenti vini di Margaret River.Ci dirigiamo poi verso la costa meridionale fino ad Esperance e al magnifico Cape Le Grand National Park dove possiamo ammirare delle fantastiche spiagge di fine sabbia bianca che al calar del sole ci regalano uno dei più bei tramonti della nostra vita di viaggiatori!! Qui è inverno in questo periodo ,e nel Sud Ovest il clima è freddino quindi non si può fare il bagno, ma c’è il vantaggio di potersi gustare questi luoghi in completa solitudine!!! Da Esperance arriviamo a Norseman e iniziamo l’attraversamento del famoso Nullarbor Plain che costeggiando la selvaggia costa dell’Australia meridionale ci porterà dopo circa 2000 km ad Adelaide(città ricca di musei,parchi e divertimenti). Il Nullarbor in questo periodo non è particolarmente impegnativo perché non fa caldo e la strada è in buone condizioni. E’ necessaria soltanto una buona attitudine alle lunghe guidate! Percorrendo il Nullarbor si incontrano vari punti panoramici tra i quali meritano di essere segnalate le scogliere dei Bunda Cliffs, ma la cosa assolutamente imperdibile è l’avvistamento delle balene franche australi provenienti dall’Antartide che vengono a riprodursi a Head of Bight nel periodo luglio-settembre. Uno spettacolo straordinario che si può godere da apposite piattaforme di avvistamento. Arrivati ad Adelaide facciamo l’escursione a Kangaroo Island della quale ammiriamo la straordinaria fauna locale e gli splendidi paesaggi ma che onestamente troviamo un po’ troppo turistica per i nostri gusti. Da Adelaide puntiamo verso nord e arriviamo a Wilpena Pound un grande bacino naturale attrattiva principale dei Flinders Ranges.Qui trascorriamo tre splendide giornate immersi nella natura facendo bushwalking in un ambiente incontaminato e visitando con il nostro Pajero gole di aspra bellezza come la Bunyeroo Gorge e la Brachina Gorge. Non abbiamo mai visto tanti canguri come in questi 3 giorni!!!.Da Wilpena Pound ci dirigiamo verso Marree dove inizia l’Oodnadatta track. Nei prossimi giorni vedremo tanto sterrato con l’alternarsi di tratti sabbiosi e pietrisco che metteranno a dura prova la resistenza nostra e del Pajero...È l’Outback!! Da Marree arriviamo Coober Pedy via William Creek con sosta a Coward Spring per un rigenerante bagno in una piccola piscina di acqua termale in pieno deserto,formatasi in seguito allo scavo di un pozzo nel 1886...Che divertimento!! Arrivati a Coober Pedy (la capitale australiana dell’opale) ci dedichiamo alla visita delle miniere e delle case sotterranee (Dugout) dove la gente del posto vive per difendersi dagli eccessi del clima. C.P. È un luogo veramente surreale anche per la sua collocazione naturale! Da Coober Pedy ripartiamo in direzione Oodnadatta(dove c’è ancora la vecchia stazione della storica ferrovia Ghan che arrivava ad Alice Spring) passando per il Painted Desert (è fantastico al tramonto quando le rocce assumono colori incredibili!).Da Oodnadatta (dove abbiamo alloggiato presso la famosa Pink Roadhouse) ci spostiamo (con fatica la pista è veramente impegnativa!!) versoa il margine occidentale del Simpson Desert per visitare il Witjira National Park dove si trova Dalhousie Spring un’oasi fantastica in cui abbiamo l’opportunità di fare un bagno strepitoso di quasi un’ora in una grande piscina di acqua termale tiepida immersa in una vegetazione lussureggiante. Siamo solo noi a fare il bagno in pieno deserto!!...Sublime. Da qui ripartiamo in direzione Nord verso Finke e Kulgera dove dopo 5 giorni e centinaia di km di sterrato ritroviamo l’asfalto della Stuart Highway che ci porta ad Alice Spring (per la terza volta nella vita!).Per la verità bisogna dire che viaggiare nell’Outback Australiano più remoto non è solo puro divertimento come potrebbe sembrare da queste note. Bisogna essere sempre molto cauti,avere un robusto 4x4 e una buona esperienza di guida fuoristrada,essere sempre forniti di scorte di carburante acqua , cibo e pezzi di ricambio (inclusa la doppia ruota di scorta,che può essere decisiva soprattutto se, come è successo a noi, ti scoppia una gomma in pieno deserto!).Comunque le emozioni e l’esaltazione che ti regala un viaggio nell’Outback meritano ogni sforzo!! Da Alice Spring riprendiamo la Stuart verso nord fino a Dunmarra dove deviamo per tornare sulla costa Ovest (lungo il percorso visitiamo la magnifica Geikie Gorge)a Broome dopo un lungo percorso anche questo caratterizzato da ampi tratti di sterrato (Buntine Highway), comunque molto più semplice rispetto a quello del deserto. A Broome ci godiamo una giornata di relax sulla magnifica Cable Beach e soprattutto organizziamo l’escursione nella remota Dampier Peninsula per visitare le fantastiche spiagge e le incantevoli scogliere rosse di Cape Leveque che orlano un mare dalle acque cristalline(anche per arrivare a Cape Leveque è consigliabile un robusto 4x4 perché la strada è abbastanza impegnativa).Da Broome comincia la discesa verso Perth che sarà interrotta soltanto da un fantastico e rilassante soggiorno di 4 giorni a Coral Bay presso il Ningaloo Reef Marine Park dove,sempre accompagnati da un tempo stupendo, trascorriamo le giornate prendendo il sole , passeggiando sulle magnifiche spiagge e facendo bagni e snorkeling per ammirare i fantastici coralli. Visitiamo anche il Cape Range National Park che consigliamo vivamente per la possibilità di ammirare oltre alle solite spiagge anche gole stupende e una gran quantità di fauna locale. Salutiamo Coral bay e il 5 settembre ritorniamo a Perth (stupenda città che coniuga la possibilità di vivere in modo rilassato e sportivo con quella di avere a disposizione i divertimenti di una moderna metropoli) e dopo aver riconsegnato la macchina (che nel frattempo dopo un mese aveva cambiato colore!) ci godiamo l’ultima giornata australiana che si conclude con una splendida cena nel ristorante dell’hotel Hilton..Adesso il viaggio è veramente finito. La mattina presto siamo all’aeroporto...Siamo appena decollati...E già sto pensando all’attraversamento del Simpson Desert...!!!

  • 2603 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social