Australia e polinesia parte 1^

Il 10 giugno ci siamo sposati e neanche due giorni dopo siamo in viaggio con destinazione Australia e Polinesia Francese……è da tempo che progettiamo questo vacanza.. ..quante attese ..ma anche tante sorprese………. 12-13/06/07 IN VIAGGIO Partiamo dall’aeroporto di Bologna con ...

  • di luca&fra
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500
 

Il 10 giugno ci siamo sposati e neanche due giorni dopo siamo in viaggio con destinazione Australia e Polinesia Francese...È da tempo che progettiamo questo vacanza.. ..Quante attese ..Ma anche tante sorprese....

12-13/06/07 IN VIAGGIO Partiamo dall’aeroporto di Bologna con il volo Lufthansa delle 18.25 diretto a Francoforte con ben due ore di ritardo (cominciamo bene!!!!!!!!!!), ma per fortuna arriviamo in tempo per prendere la coincidenza con il volo Quantas per l’Australia. Alle 23.55 ci imbarchiamo con destinazione finale Melbourne; decolliamo puntuali e dopo 11 lunghe ore arriviamo all’aeroporto di Singapore. Qui facciamo una breve sosta tecnica, giusto il tempo per riprenderci e poi di nuovo su un altro aereo...L’aeroporto di Singapore è molto bello, pieno di negozi, addirittura c’è il centro massaggi, la sauna, internet gratuito e anche delle “macchinette”, sempre gratuite, che ti fanno i massaggi ai piedi per riattivare la circolazione (e devo dire che ce ne è veramente bisogno, visto la durata del viaggio). A Singapore siamo avanti di 6 ore rispetto all’Italia: sono le 18.45 del giorno 13 giugno quando decolliamo alla volta di Melbourne. Il volo dura circa 7-8 ore, siamo molto stanchi, fortunatamente riusciamo a farci assegnare dei posti molto comodi che ci permettono di distendere le gambe; riusciamo anche a dormire un pochino. Gli aerei della Quantas sono confortevoli e il servizio di intrattenimento a bordo è eccellente, ogni posto infatti è dotato di un piccolo schermo lcd, con telecomando autonomo, per vedere film in tutte le lingue, compreso quella italiana, ascoltare musiche, vedere documentari, giocare con il computer, ecc.

14/06/07 MELBOURNE Alle 5.00 del mattino arriviamo finalmente a Melbourne, siamo un po’ spaventati dal fatto che i bagagli in tutti questi voli possano andare persi (per fortuna però sono sempre arrivati tutti). Dal telefono pubblico dell’aeroporto (usando la scheda telefonica internazionale) telefoniamo a casa per avvisare che siamo finalmente arrivati in Australia. Il costo della chiamata è davvero molto basso: pochi centesimi di euro al minuto. Usciti dall’aeroporto ci accorgiamo subito che il clima è ben diverso da quello a cui siamo abituati: qui sta per iniziare l’inverno e fa quindi molto freddo, ci sono una decina di gradi, allora niente paura, apriamo i bagagli e tiriamo fuori i giubbotti invernali. Con il taxi, raggiungiamo in una ventina di minuti il centro città, ad un costo di 34 dollari australiani: siamo alloggiati all’Hotel Raddison Flagstaff Gardens. L’albergo è molto carino: la camera è bellissima con un panorama mozzafiato sulla città. Intanto sono venute le 6.30 del mattino, sistemiamo i bagagli e ci facciamo una doccia rigeneratrice, siamo molto stanchi dal viaggio, ma non lasciamo che il sonno prenda il sopravvento, poiché abbiamo solo oggi per visitare Melbourne. Alle 8.30 usciamo dall’hotel a piedi e muniti di mappa e guida turistica andiamo ad esplorare la città, non prima però di esserci fermati a fare una buona colazione. Notiamo subito il contrasto dei molti grattacieli e palazzi moderni, a fianco invece di costruzioni ottocentesche. La città inoltre è molto pulita e verde, nonostante il periodo autunnale. Saliamo sul tram City Circle di colore rosso (è gratis) e in un’ora facciamo l’intero giro della città. Andiamo a visitare diversi centri commerciali che si trovano lungo la Collins Street, ma la Fra è stanchissima, non riesce a reggere i miei ritmi, si addormenta ovunque: ai semafori, su ogni panchina, perfino nella hall di un hotel. E’ giunto allora il momento di arrendersi per andare a fare uno snack e riposare i piedi, è già molto che camminiamo. Troviamo un bar ristorante che fa delle pizze ottime anche se un po’ care, si trova a Federation Square , il centro vitale di Melbourne. Dopo pranzo andiamo a visitare i meravigliosi Royal Botanic Gardens, trentasei ettari di giardino con ampi tratti di prato, laghetti, alti eucalipti, acacie, foreste pluviali, palme, boschi, cactus. Sono venute le 16, il sonno ha preso di nuovo il sopravvento e così rientriamo in hotel per un sonnellino, ma alle 20 usciamo, per andare a cena in un ristorante italiano segnalato dalla nostra guida, Becco: è molto carino e si mangia della buona carne. Dopo cena facciamo una piccola passeggiata notturna per la città, ma rientriamo presto in hotel poiché fa freddo ed è già ora di andare a dormire. 15/06/07 da MELBOURNE a LORNE Porca vacca sono le 7.30... la sveglia del cellulare suona, siamo completamente rintronati: il fuso non ci è entrato ancora in testa. La giornata inizia con un tempo bruttissimo, fuori fa freddo e c’è una nebbia che ci riporta con la mente alla nostra pianura padana nelle giornate di novembre. Lasciamo l’hotel e andiamo a ritirare l’auto a noleggio: ci aspettano 1200 Km per raggiungere Adelaide da percorrere in tre giorni lungo la Great Ocean Road, la più famosa strada turistica d’Australia, che si snoda per 250 Km, fra scogliere spettacolari, punti panoramici mozzafiato, spiagge, foreste pluviali e soprattutto tante curve

  • 4239 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social