Qualche nota sull'Australia

Il nostro itinerario, svolto in tre settimane effettive di permanenza in terra australiana, è stato il seguente: - arrivo a Brisbane (dopo sosta di due giorni a Bangkok) e ritiro auto; - da Brisbane fino a Cape Tribulation (km. 2.500 ...

  • di Fabio Cerretani
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
 

Il nostro itinerario, svolto in tre settimane effettive di permanenza in terra australiana, è stato il seguente: - arrivo a Brisbane (dopo sosta di due giorni a Bangkok) e ritiro auto; - da Brisbane fino a Cape Tribulation (km. 2.500 circa), visitando Fraser Island e le Withsunday con “day tour” organizzati; - volo (diretto, ore 2,15) Cairns – Darwin e ritiro auto; - Darwin – Kakadu – Alice Springs – Ayers Rock (km. 2.925); - Volo Yulara (Ayers Rock) – Sydney; - 3 gg. A Sydney, con noleggio di una terza auto.

Avevamo pensato che fosse meglio puntare sul – per noi – consueto raid automobilistico piuttosto che saltellare qua e là con i voli interni per toccare tutti i luoghi consacrati dal turismo, e così abbiamo fatto.

Va tenuto presente che le distanze da percorrere per portare a termine un itinerario come il nostro sono notevoli, e che la segnaletica stradale è quasi sempre insufficiente. Consiglierei di portarsi un navigatore, o di noleggiarlo in loco. E, a proposito di noleggi, un’avvertenza importante per ridurre il costo del noleggio da Darwin a Yulara (o viceversa) è quella di PRENOTARE CON MOLTO ANTICIPO. Noi, che abbiamo prenotato in febbraio per andare a fine agosto, abbiamo speso per una Corolla solo 450 euro (a fronte degli oltre 1.500 dei quali ho letto su molti resoconti).

I posti, però... I posti valgono davvero il viaggio. Personalmente rimpiango di non aver potuto, per colpa del tempo a disposizione (che è tiranno per definizione), trascorrere almeno un paio di giorni in più (quelli trascorsi in modo altrettanto piacevole a Bangkok, in pratica) nel Queensland: uno nella splendida Cape Tribulation, magari per arrivare fino a Cooktown, l’altro per spezzare il lungo trasferimento da Hervey Bay a MacKay visitando con più calma la costa, o anche l’outback del Queensland, che è molto bello e anche meno turistico del percorso da Katherine ad Ayers Rock/Uluru. Quanto alle isole, nel novanta per cento dei casi dovrete visitarle con escursioni organizzate che non mantengono mai TUTTO quello che promettono ma che ciò nonostante vi lasceranno soddisfatti sia perché vedrete comunque dei posti molto belli, sia perché non risulteranno eccessivamente costose. Noi siamo stati alle Withsundays (con la Three Island adventure Cruise, www.Wiac.Com.Au; tenete presente che, anche se avete prenotato via internet, la sera precedente l’imbarco dovrete comunque presentarvi all’ufficio di Airlie Beach per confermare e pagare) e a Fraser Island, dove ci ha fatto compagnia il peggior inizio di primavera degli ultimi cento anni nella zona di Brisbane, meteorologicamente parlando. Anche in quel modo, però, l’isola è risultata affascinante, e magari anche lei meriterebbe un’escursione di due giorni anziché di uno solo. L’unica sensazione sgradevole, che di tanto in tanto si avverte in maniera piuttosto nitida in questa zona del Queensland, è quella di essere finiti in un ingranaggio macina-turisti. Sensazione che invece si avverte molto meno procedendo oltre: Cape Tribulation è magnifica (almeno per noi che non avevamo mai visto la foresta pluviale tropicale), e rimpiango di non essermi spinto fino a Cooktown; o nel Lichtfield, dove si possono fare dei bagni memorabili sotto le cascate del bush (Florence Falls in particolare). Nel Kakadu non mancate la navigazione all’alba sulle acque dello Yellow Waters. L’itinerario da Katherine ad Ayers Rock non deve essere considerato un’avventura; in certe zone degli Stati Uniti (ad esempio nel Nevada) sarebbe molto più preoccupante restare appiedati. Il rischio, semmai, è che qualcuno, invece di restare coinvolto da quello strano “fascino della desolazione” fatto di lamiera ondulata, serbatoi arrugginiti e paccottiglia varia ammucchiata nei pub dell’Outback, possa trovarlo soltanto monotono. Ma non date ascolto a chi vi parla dei cammelli, dei canguri e delle mucche che attraversano la strada causando incidenti. E’ vero, di animali morti se ne vedono tantissimi, ma tutto deve accadere di notte; di giorno abbiamo visto solo qualche mucca in lontananza, e di cammelli e canguri nemmeno l’ombra. E’ sufficiente quindi avere l’accortezza di viaggiare di giorno e la fortuna di ottenere un’auto in buone condizioni – e la nostra Corolla non era esattamente nuova..

  • 2278 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. tamadaf1
    , 13/9/2011 19:40
    Buonasera!

    Ho letto la tua recensione sull'australia e mi ha interessato moltissimo.

    Noi stiamo preparando il nostro viaggio e proprio domani dobbiamo confermare le date del volo.
    Alla fine abbiamo pensato di stare 2 notti a bangkok (bastano 2 giorni e mezzo per vedere il clou della città?), 1 giorno a brisbane, 11 giorni per andare fino a cairns in auto, prendere un volo per passare 4 giorni a Melbourne e un altro volo per passare 4 giorni a Sydney.

    Una parte del nostro viaggio è simile al tuo. La più complessa da organizzare è quella da brisbane a cairns. Alla fine abbiamo deciso che prendere un auto a noleggio (non sono riuscito a trovare 2 voli interni per fraser e whitsunday!?).
    Fraser ISland (2 giorni), whitsunday (2 giorni), cairns (3 giorni: cap tribulation, kuranda, tjapuki, port douglas, green island. Se avremo tempo, forse uno tra daintree o atherton, valgono la pena?).
    Avrei alcune domande:
    - parli di un auto a noleggio per 450.- Eur, potresti darmi il link o nome dell'agenzia affinchè possa prenderla nello stesso posto?
    - quando saremo su fraser island e whitsunday non useremo ovviamente l'auto per 4 giorni. Esiste il modo di lasciarle all'agenzia di noleggio se hanno una filiale a hervey bay e airlie beach per non pagare a vuoto?
    - tra hervey bay e whitsunday ci sono 8 ore di viaggio. Tra whitsunday e cairns 10 ore? Sapresti consigliarmi 2 tappe intermedie per dormire la notte e rendere il viaggio meno faticoso?


    Grazie infinite in anticipo per il tuo aiuto!
    tamada

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social