What a wonderful honeymoon

Ce l’abbiamo fatta!Dopo tanto desiderarla, siamo finalmente riusciti a realizzare il nostro sogno! Visitare l’Australia…un paese, un continente, così vasto, diverso, unico e soprattutto così lontano… Per visitarlo bene e a fondo ci vorrebbero almeno 6 mesi, ma noi, con ...

  • di catto
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Ce l’abbiamo fatta!Dopo tanto desiderarla, siamo finalmente riusciti a realizzare il nostro sogno! Visitare l’Australia...Un paese, un continente, così vasto, diverso, unico e soprattutto così lontano... Per visitarlo bene e a fondo ci vorrebbero almeno 6 mesi, ma noi, con l’occasione del viaggio di nozze, riusciamo ad averne 1 a disposizione e non ci possiamo certo lamentare! Premettendo che sia io che mio marito amiamo organizzare i viaggi in totale indipendenza e senza rivolgerci ad alcuna agenzia (siamo prima di tutto dei camperisti!), in quanto la fase della preparazione e della documentazione del viaggio è bella tanto quanto il viaggio stesso, dobbiamo ammettere che, per questa volta, ci siamo appoggiati ad un’agenzia per 2 motivi principali: il primo, perché abbiamo fatto sì che il nostro viaggio fosse la nostra lista di nozze e quindi parenti e amici (grazie ancora a tutti!) hanno potuto recarsi in agenzia e aiutarci a realizzare il nostro sogno, lasciando delle bellissime dediche su un diario, dove erano dipinte e incollate immagini dei luoghi che avremmo visitato; secondo, perché, almeno per una volta, per un viaggio così importante, che avrebbe segnato l’inizio della nostra vita insieme, non abbiamo voluto avere imprevisti e abbiamo preferito avere già dall’Italia prenotati i voli, gli alberghi e le macchine e, purtroppo, unica note dolente del viaggio, 2 escursioni organizzate, una a Kangaroo Island e una al Kakadu... Comunque, l’agenzia ha semplicemente tradotto in prenotazioni le nostre richieste, in quanto, per nulla al mondo, avremmo preso un pacchetto a scatola chiusa! C’è ancora da dire che l’Australia è un paese organizzatissimo dal punto di vista del turismo e trovare là le varie sistemazioni non sarebbe stato assolutamente complicato, comunque, non possiamo lamentarci, anzi!E tutto è andato per il meglio!Abbiamo volato con la compagnia di bandiera australiana, la Quantas, che ha un servizio eccellente e un’organizzazione impeccabile. L’itinerario è stato così articolato:

Volo Milano Linate – Francoforte

Francoforte – Singapore

Singapore – Sydney

3 notti a Sydney

Volo Sydney – Melbourne; ritiro macchina

1 notte a Melbourne

1 notte a Lorne

1 notte a Mount Gambier

1 notte ad Adelaide

Volo Adelaide – Kangaroo Island

1 notte a Kangaroo Island

Volo Kangaroo Island – Adelaide

1 notte ad Adelaide

Volo Adelaide – Alice Springs

Alice Springs – Ayers Rock; ritiro macchina

1 notte ad Ayers Rock

1 notte al Kings Canyon

1 notte ad Alice Springs

Volo Alice Springs – Darwin

1 notte a Darwin

1 notte al Kakadu National Park

1 notte a Darwin

Volo Darwin – Cairns; ritiro macchina

2 notti a Cape Tribulation

1 notte a Cairns

4 notti a Green Island

Volo Cairns – Darwin

Darwin – Singapore

Singapore – Francoforte

Francoforte – Milano Linate

Nel dettaglio...

Lunedì 25/09/06

Partenza da Milano Linate accompagnati dai miei genitori: partiamo, facciamo un check-in unico dei bagagli e speriamo vada tutto bene...Lo sapremo a Sydney!

Saliamo su un piccolo volo Lufthansa con il bagaglio a mano tra le gambe...Non si può certo dire di stare molto comodi!

Il volo passa in fretta e ci troviamo senza neanche accorgercene nel mega aeroporto di Francoforte; non si capisce nulla e solo chiedendo informazioni, riusciamo a scoprire che dobbiamo cambiare terminal e prendere addirittura una sky-line (una specie di monorotaia sopraelevata) per arrivare al terminal dei voli internazionali...Appena arrivati, troviamo l’imbarco Quantas ed otteniamo le nostre boarding pass, mangiamo un panino (ebbene sì!dobbiamo ammetterlo...Al McDonald’s); facciamo un giro al duty free e siamo pronti per l’imbarco. Notiamo subito una grandissima differenza: mentre il volo di Francoforte era costituito principalmente da uomini d’affari, all’imbarco per Sydney ci sono un sacco di giovani che si recano in Australia, wow!

Il boeing è molto grande, ma siamo proprio in fondo e per di più nella fila centrale, io occupo uno dei due posti centrali;insomma, siamo un po’ schiacciati, ma ogni poltrona ha uno schermo dove vengono proiettati film, c’è musica da ascoltare, giochi, documentari e si può pure costantemente monitorare il volo e vedere dove si è, a che quota si viaggia, l’ora prevista di arrivo e così via.. Alle 3 di notte ci viene servito uno spuntino, che ci rimarrà un po’ sullo stomaco.. Un’insalata con una cipollina, che sarà il nostro incubo per tutta la mattina successiva! Io dormo molto, abbiamo mascherina, copertina, cuffie, insomma la situazione ottimale per conciliare il sonno! Roby si impalla con la Tv e guarda ben 3 film!

Martedì 26/09/06

Stiamo per scendere all’aeroporto di Singapore, dopo una bella colazione continentale. La discesa è molto veloce e guardiamo solo una piccola parte dell’immenso aeroporto di Singapore, comunque, risaliamo sull’aereo nel momento in cui per l’ora locale sono già le 19.50... praticamente ci siamo persi un giorno!Le 7 h e 40 minuti che ci separano da Sydney passano un po’ dormicchiando, un po’ mangiando e un po’ utilizzando le molteplici possibilità dello schermo

  • 588 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social