Vivere in australia

(NSW- Sydney dal 5 Ottobre al 29 Novembre) La China airlines dovutamente contattata 36 ore prima si raccomandava una sola valigia di 20kg come massimo carico, penale di 40 euro per ogni kg in più del possibile. La selezione è ...

  • di ssgueo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: da solo
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

(NSW- Sydney dal 5 Ottobre al 29 Novembre) La China airlines dovutamente contattata 36 ore prima si raccomandava una sola valigia di 20kg come massimo carico, penale di 40 euro per ogni kg in più del possibile. La selezione è estenuante e due zainetti da viaggio sono divenuti obbligati e fedeli compagni per felpe, e ciabatte. Ovviamente in perfetto stile italico, all’aeroporto il bagaglio non viene nemmeno pesato, a saperlo prima... Il volo è davvero estenuante, 11 ore la prima tratta con destinazione Bangkok. Scalo tecnico per cambio equipaggio, nuovo imbarco a distanza di un oretta e mezzo, e siamo pronti per arrivare a Taipei, tempo previsto ed effettivamente impiegato 4 ore.

E’ proprio a Taipei che inizia il calvario più lungo della mia vita, nove ore di scalo, e dico nove toglierebbero anche l’ultima vita ad un gatto sano come un pesce... un controsenso!?? Ce in effetti la possibilità di uscire e visitare il centro città, ma l’aeroporto è ad un ora e passa e questo paese non è certo noto per l’economicità, la tariffa media è 80 euro ad andare, altrettanto per tornare, davvero troppo, devo rinunciare.

Meno male che nel corso di tanto volare e sostare, incappo in una serie di interessanti e forse utili conoscenza future. Sulla tratta per Bangkok conosco un trentenne bolognese, si chiama Guido, e dopo due mesi di Thailandia la scorsa primavera ha deciso di compiere il passo decisivo. Guidato da un amore per la “terra del sorriso” che lo ha completamente assuefatto, ha venduto casa, e si appresta a vivere anni di vero ozio, campando da re in quel di Ko-Pangan. Conosco anche Rodolfo, un ragazzo di 22 anni di Roma, anche lui diretto a Sydney per tre mesi di studio della lingua. Ha già prenotato tutto il periodo in una casa-famiglia, quindi non c’è possibilità di mettersi d’accordo per una coabitazione, ma è nata una amicizia e credo che se ne sentirà parlare ancora parecchio in questo diario.

Forse la conoscenza più utile al mio fine è quella con un intera famiglia di tipici emigranti calabresi. Ovviamente la prole, è a tutti gli effetti australiana, ma loro due sono il classico esempio dell’accento misto inglese-dialettale, della vita serena e senza problemi economici alcuni, e della grande generosità verso i conterranei, di qualunque regione essi provengano. Luciano, cosi si chiama lui, mi consiglia luoghi e situazioni, mi lascia il numero di cellulare e mi raccomanda sino all’ultimo istante di contattarlo, lui può rimediarmi casa e lavoro con grande facilità. La moglie Rosa mi racconta della bella vita che si può condurre nella capitale dell’emisfero australe, una vita fatta di divertimenti, semplicità e completa assenza di privazioni. Sono tornati da un mese di Calabria e non riescono a concepire come possiamo noi campare con quello che ci rimane, hanno completamente ragione... Finalmente Sbarco, Sydney, ore 9.30, in Italia l’1.30, non c’è tempo per i convenevoli, subito un taxi driver privato bracca me e Rodolfo, ci accordiamo per una cifra fissa, anche perché da qui in avanti le nostre strade si divideranno, io verso Kings Kross, lui a Manly, paradiso marino subito a nord di Sydney.

Attraversando la città ci si rende conto certamente del traffico, anche qui intenso nelle ore di punta, ma soprattutto si nota l’ordine, la pulizia, il verde che campeggia in ogni quartiere. Nulla è incalcato, su tutto dominano i grandi spazi, le palazzine mai più alte di tre piani, fatta eccezione per il centro economico che a distanza regala uno skyline di altissimi grattacieli in stile americano

  • 4651 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social