Tour in Tanzania

Viaggio nel cuore dell'Africa Nera

  • di Annalisa Ciry
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Oltre 3000 euro
 
Annunci Google

Viaggio organizzato dall’Italia con un’agenzia di Moshi: la www.evansadventuresafaris.com che ha soddisfatto in pieno ogni nostra richiesta, inclusa la guida parlante italiano (Richard). Optiamo per una soluzione economica ma non troppo dura: 5 gg in tenda e 5 gg nei lodge a 2800 $ cad. In assoluto l’offerta migliore tra quelle viste. La Tanzania è cara...

Prima di partire

Una volta iniziato il giro (e quindi abbandonate le città) tutto diventa difficile, se non impossibile, da reperire.

Qualche consiglio:

- Dollari di piccolo taglio (in Tanzania accettano banconote da 50 e 100 USD solo se emesse dal 2000 in poi)

-Una bella scorta di Autan active, Deet

-Burrocacao (sole e vento caldo renderanno le labbra secchissime)

-Medicinali vari.

Per chi fa campeggio:

-zampirone e zanzariera

-torce (vitali in quanto l’elettricità è assente)

-Sacco a pelo e copertina aggiuntiva (sacco letto)

Noi abbiamo ricaricato le batterie con il piccolo trasformatore presente sulla jeep.

-Salute: noi abbiamo fatto il vaccino per la febbre gialla (obbligatorio) e la profilassi antimalarica (Malarone). Le zanzare sono molte, soprattutto a Dar.

-Visto: fatto in aeroporto a Dar, costo 50 $ (In Italia 50 €…)

-Ricordatevi che siete in Africa. Solitamente l’elettricità c’è solo in determinati orari… se c’è. Lo stesso vale per l’acqua calda. I cellulari non prendono quasi mai. Mettete in conto le mance (anche per le vostre guide). Portate magliettine, matite/penne/carta per scrivere… farete felici molti bambini… e vederli sorridere vi riempirà il cuore.

15/08/2011

Volo Qatar Airways (750€ cad) ottima compagnia. Peccato la sosta interminabile a Doha di 12 ore… l’aeroporto è minuscolo con un duty free e qualche fast food. Se decidete di rimanere in aeroporto attrezzatevi per la notte. Se avete un materassino gonfiabile portatelo. C’è una quiet room che diventa super affollata in poco tempo… invivibile. La Luxury, a pagamento, non è dotata di zone comfort; è una semplice sala con tavolini e poltroncine. L’aria condizionata è molta… tenete la copertina del volo. La zona migliore per riposare è quella dietro al Costa Coffee (poca a/c).

16/08/11 Arrivo a Dar-Es-Salaam

E' una città molto povera e trafficata. Per fortuna in aeroporto ci attende il nostro autista (Koffi) che ci accompagna nel nostro primo Hotel… lo Sleepin. Terribile! Pieno di zanzare, sporco e senza zanzariere… e praticamente senz’acqua! Iniziamo bene.

17/08/11

Sveglia all’alba perché si parte per Arusha. Alla Ubungo bus station prendiamo il nostro autobus della Dar Express. Viaggio lunghissimo! A pochi km da Arusha il bus si rompe. Il personale gentilmente chiama per noi Evans che arriva in nostro soccorso e ci accompagna all’Outpost lodge. Molto carino, pulito e dotato di zanzariere. Cena nel ristorantino dell’Hotel molto buona. Ora si che si ragiona! Già che ci siamo chiediamo a Evans di trovarci un volo interno per il ritorno a Dar... ne abbiamo abbastanza di bus!

18/08/11 inizia il vero viaggio

Conosciamo Mohamed (cuoco e Richard (autista/guida)... coloro che ci accompagneranno nella nostra avventura. Il primo parco che visitiamo è il Tarangire National Park. Pranzo al sacco nella zona picnic (con simpatiche scimmiette come spettatrici). Il parco è bellissimo e riusciamo a vedere leoni, gnu, elefanti, zebre, giraffe etc. Prima notte allo Zion camp. I campeggi sono molto spartani ma almeno c’è l’acqua calda per la doccia. Scopriamo con piacere che Mohamed è un ottimo cuoco! Non ci farà mai mancare nulla. A letto presto. Domani all’alba si torna al Tarangire

Annunci Google
  • 4865 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social