Armenia e Georgia on the road

Viaggio alla scoperta di regioni antichissime

  • di Gianluca Railman
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 8/6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

INFO GENERALI

- Per visitare questi Paesi, per un breve periodo, non serve il visto

- Le temperature del periodo sono come quelle estive da noi: per cui vestiario leggero e una sciarpetta leggera, per le persone a cui da fastidio l’aria condizionata. Se si visitano le montagne (sperando che non piova!), soprattutto in Georgia (lo Svaneti e Ushguli) , la sera è freddo (Ushguli e a 2.200m e ci possono essere pochi gradi e c’è molta escursione termica tra il giorno e la notte) per cui da portare pile, cappello e giacchetto anti vento (e scarpe leggere da trekking)!

- Per i cambi del denaro ci sono i POS facili da reperire (soprattutto in Georgia) nelle medie/grandi cittadine

- Cibo: si mangia benissimo in tutte e due i paesi. In Armenia da segnalare molte ottime verdure e il lavash (la loro focaccia ottima), mentre in Georgia il fantastico Khachapuri (pizza con il formaggio di base: a cui possono aggiungersi fagioli, uovo all’occhio di bue’…) o i Khinkali (ravioloni con care o formaggio: la porzione minima è di 5 ed è molto abbondante!). Si cena con prezzi molto bassi (da 4 € a 8 €).

- Trasporti e Tour: per la settimana in Armenia ci siamo poggiati al Tour Operator di Verona - Planet Viaggi Responsabili (www.planetviaggi.it), che ha un buon approccio equo e solidale del viaggio (scegliendo/organizzando hotel/b&b, visite/incontri/pranzi, tendenzialmente ‘dal basso’ cercando di distribuire il ricavato a ‘livello più basso’, non per questo incidendo sulla qualità) e prezzi buoni, oltre a essere cordiali e collaborativi. La guida in Armenia che ci ha accompagnato, con il driver, è una ragazza di nome Tatev e che parla un buon italiano (simpatica e affidabile) e che potete contattare nel caso anche direttamente (mail tatevik.arshakyan1991@gmail.ru).

In Georgia invece abbiamo organizzato tutto a Tbilisi, poggiandosi al Tour Operator Chita travel (www.chita-travel.com) che ci ha forniti di un ottimo servizio con driver (l’ ottimo David: chiedete di lui) per tutti i 7 giorni, permettendoci di visitare quasi tutta la Georgia : cio’ a un prezzo molto buono (100 € a testa escluso dormire e mangiare)

POSTI DA VISITARE E ANNOTAZIONI

- In Armenia (è più povera della Georgia ma dignitosissima, ha panorami più brulli, con Monasteri e ‘incontri’ personali indimenticabili)

La Capitale Yerevan è bruttina (da visitare il minimo indispensabile: Museo del Genocidio e la Fontana danzante serale a piazza della Repubblica) ma pulitissima e punto fondamentale per visitare in giornata vari siti/Monasteri; da rilevare che ci sono nei giardini delle strade principali, tanti localini molto carini per bere, ascoltare musica e chiacchierare.

La gente incontrata è stata meravigliosa per gentilezza, semplicità, disponibilità e allegria! Direi in linea di massima, un gran bel popolo e le donne armene sono tra le più belle al mondo!

L’Armenia è piena di monasteri molto belli del 12°-13° e molto semplici all’interno. Da segnalare per bellezza e contesto panoramico:

Monastero di Geghard/Tempio di Garni, l’imperdibile Monastero di Amberd, e la piccola chiesetta di Karmravor (che è si ‘poca cosa’ ma è l’unica meno turistica e dove vivere le persone che vanno a messa: infatti noi passandoci di domenica abbiamo incontrato moltissima gente locale che partecipava al ‘ rito del vino ‘ (grappoli che venivano poi condivisi tra i partecipanti) , ed è stata una esperienza fantastica. Tutti questi siti, è possibile visitarli facendo ritorno in giornata a Yerevan

  • 328 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social