Georgia e Armenia in minibus

Alla scoperta delle capitali (molto moderne), di bei paesaggi e dei monasteri, per un facile viaggio autogestito con pulmino e autista

  • di Lauro
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 5
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Facile viaggio autogestito tra Georgia e Armenia con un pulmino e autista. Belli sia i paesaggi che i monasteri visitati. Molto moderne le capitali. nessun problema di sicurezza o altro.

IL VIAGGIO

Il nostro gruppetto di cinque amici pensionati (età 63, 63, 67, 68, 72 anni) ha effettuato questo comodo viaggio con pulmino e autista in Georgia e Armenia. L'itinerario l'avevamo deciso noi e fatto approvare da un contatto che abbiamo trovato in Georgia. Questo contatto (levan shermadini") non è un'agenzia turistica ma si occupa di trasporti camionistici, e siamo stati ''girati'' a lui da un noleggiatore di auto perchè parlano italiano sia lui che l'autista che ci ha procurato (suo fratello), il chè ci è stato molto utile in tantissime occasioni.

Abbiamo volato su Tbilisi anzichè su Yerevan perchè costava di meno e la compagnia più conveniente era la Azerbaijan Airlines con volo Malpensa-Baku-Tbilisi e ritorno.

Dal 26/9/2016 è però operativa la Wizz Air con volo diretto Malpensa-Kutaisi (Georgia) con costi dimezzati rispetto a quelli degli altri vettori. Kutaisi è la seconda città della Georgia e non ha attrattive turistiche (tranne la fontana nella piazza principale) e si trova a 3 ore di bus da Tbilisi: un giro della Georgia potrebbe comunque iniziare e finire a Kutaisi.

Con la Azerbaijan Airlines ci siamo trovati bene e l'aeroporto di Baku è bellissimo.

Essendo in 5 abbiamo deciso di semplificarci la vita facendoci venire a prendere già all'arrivo all'aeroporto di Tbilisi dall'autista con il pulmino che ci ha poi portati in giro per tutto il viaggio anche in Armenia, riportandoci poi all'aeroporto la sera della partenza.

La vita costa poco e mangiare costa pochissimo.

Le strade variano da buone a pessime in terra battuta e piene di buche: noi siamo andati dovunque con un pulmino non 4x4 anche dove era raccomandato l'uso di mezzi 4x4, ma bisogna dire che abbiamo sempre incontrato un clima secco e non so cosa sarebbe accaduto su alcune strade orribili e ripide in caso di pioggia, quindi con fango scivoloso.

Tbilisi e Yerevan sono città molto belle e moderne, ben diverse dalla maggior parte delle cittadine e paesi che abbiamo attraversato, dove spesso abbiamo avuto difficoltà a trovare ristoranti per la cena, mentre per i nostri frugali pranzi in viaggio non abbiamo avuto problemi. Anche i bar sono rarissimi fuori dalle grandi città.

Abbiamo percorso circa 3.000 chilometri.

Clima generalmente buono, spesso molto caldo.

GUIDE E MAPPA

Come guide abbiamo utilizzato la Lonely Planet in italiano edizione 2012 e l'edizione 2016 in inglese (entrambe poco affidabili) e molti diari di viaggio, oltre ad informazioni trovate qua e là in internet. La mappa era la Caucaso 1:650000 della Reise. Inoltre è stata utile la app gratis per Android MAPS.ME da usare come navigatore con il GPS anche per i percorsi a piedi.

GLI ALBERGHI

Gli alberghi li avevamo tutti prenotati prima della partenza con Booking.com: in tutti gli alberghi la colazione è compresa nel prezzo, gli ascensori sono una rarità ed è facile trovare scomode scale a chiocciola, gli alberghi che mi sento di consigliare sono quelli a Tbilisi, Yerevan e Goris.

I prezzi indicati nella tabella sotto sono per la camera doppia con bagno privato.

La carta di credito è accettata molto raramente anche se Booking.com scrive che viene accettata e quindi è sempre meglio disporre di sufficienti contanti anche per pagare gli alberghi

  • 16587 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social