Argentina del nord

Salve siamo partiti in coppia da palermo via roma per buenos aires con la nostra guida lonely planet senza aver prenotato niente come al solito faccio. Consiglio sempre di cambiare un bel po di euro in aeroporto prima della dogana ...

  • di La Redazione
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Salve

Siamo partiti in coppia da palermo via roma per buenos aires con la nostra guida lonely planet senza aver prenotato niente come al solito faccio. Consiglio sempre di cambiare un bel po di euro in aeroporto prima della dogana perche il cambio e favorevole. Appena ritirati i bagagli subito dopo ce l'ufficio del turismo argentino dove ottengo delle ottime informazioni. Prenoto un albergo vicino l'avenida florida nulla di eccezionale andiamo direttamente a dormire diatrutti. Il pomeriggio sempre dalle informazioni ricevute cerco in avenida florida l'agenzia acercar viajes si trova al n°780 piso 4 telefono 5411. Veramente ottima per pianificare il viaggio la sig.Paola mi organizza tutto. Purtroppo in argentina molti voli interni ritornano a B.A.Abbiamo qualche giorno a dsposizione facciamo dei giri in citta visitando le zone piu belle palermo santelmo puerto madero intanto cambio albergo vado all'hotel esmeralda super lindo .Dopo qualche giorno a B.A. Finalmente partiamo per bariloche un vero e proprio incanto della natura la stazione sciistica per eccellenza degli argentini piena di fabbriche di cioccolata con impianti sciistici all'avanguardia tutto ad uso e consumo per il turista. Facciamo diverse escursioni come il circuito chico prendiamo diverse funivie cabinovie seggiovie.Di fronte la citta ce un il meraviglioso lago di nahuel hapi con acqua dai colori stupendi visitiamo alcune isole pensate che il lago e grande tre volte la citta di B.A. Facciamo un escursione con un treno a vapore visitiamo alcune fabbriche di cioccolata. Ripartiamo da questa citta non pensando di essere in sud america ma in una normale citta europea. La seconda tappa la facciamo a mendoza la citta dei vini dove le cantine non si contano ed il vino la fa da padrone veramente eccellente. Alloggiamo all'hotel crillon da evitare caro ma indecente era segnalato sulla guida L.P. La mattina seguente partiamo per ponte inca un ponte in pitra dai colori giallo ed arancio visitiamo la stazione sciistica di los penitentes la strada passa alle pendici dell'aconcagua visitiamo una stazione di partenza per la scalata della montagna. Continuiamo fino ad arrivare a 4000 metri precisamente las cuevas ,in questo posto vi e' una statua del cristo siamo al confine con il cile uno spettacolo meraglioso solo che l'aria e' molto rarefatta bisogna stare molto attenti perche si puo anche svenire. Ritorniamo a mendoza non mi dilungo la sera qualche visita al casino, la cucina a base di carne eccellente c'e' l'imbarazzo il costo irrisorio nei migliori ristoranti con vini eccellenti. Di nuovo in viaggio sempre via B.A. Arriviamo a salta segnalo l'hotel viilerey non ricordo bene il nome spero che sia cosi. Primo disappunto avevo comprato la guida lonely planet argentina 2005

Tutti i prezzi erano almeno arretrati di un paio d'anni

Ma avevo letto che da salta partiva il famoso tren a las nubes che arrivava a san antonio de los cobres questa ferrovia attraversa il canyon de la polvorilla con un viadotto impressionante un vero spettacolo. Trovo l'agenzia che gestisce questa ferrovia e' mi viene comunicato che da aprile 2005 il treno non effettua questa tratta rimango enormemente deluso dopo tanti km fatti la guida della L.P. Ritengo non era per niente aggiornata non mi era mai capitato in tanti viaggi che ho fatto riscontrare il contrario. Comunque giro salta noleggio una macchina con autista e' faccio lo stesso percorso la strada costeggia la ferrovia partiamo alle 7 del mattino il primo tratto e asfaltato dopo inizia lo sterrato saliamo in altura attraversiamo deserti andini dove si vedono lama altri animali asini selvatici attraversiamo diversi villaggi finalmente arriviamo ai quasi 4000 metri di san antono de los cobres un paese fantasma non si vede nessuno.Abbiamo un po di male d'altura il nostro autista ci consiglia di masticare qualche foglia di coca eventualmente lui nella macchina tiene una bombola con l' ossigeno. Sulla via di ritorno a salta visitiamo un lago salato dove incontriamo degli indios che facevano delle sculture in sale addiittura troviamo un ristorante fatto con lastre di sale, finalmente la strada scende la pressione comincia a stabilizarsi visitiamo la formazine rocciosa della quebrada de cafayate montagne dai colori e dalle sagome bizzarre. Torniamo a salta arriviamo alle 21 circa distrutti andiamo a cenare al solar del convento un ristorante eccezionale.La mattina seguente la dedichiamo ad una visita alla citta veramente tranquilla.L mattiana seguente partiamo per le cascate di iguassu via B.A. Arrivamo distrutti subito escursione alle cascate lato brasiliano entusiasmante. La mattina seguente la dedichiamo al lato argentino un parco ben organizzato con un vero rispetto della flora e della fauna non mi sentivo per niente in sud america migliaia di turisti al giorno. Dopo due giorni ripartiamo per B.A. La sera andiamo a cenare a puerto madero abbiamo solo un giorno cosi pensiamo di prendere il catamarano ed andiamo a colonia in uruguay niente di entusiasmante soltanto una visita alla citta vecchia mi dava l'impressione di una citta morta. Concludo ho speso a testa per il volo dall'italia 1000 euro + 600 euro per i voli interni 1000 euro il soggiorno vi invito a visitare l'argentina ne vale la pena

Saluti giacomo e mariosa

  • 2704 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social