Alla fine del mondo per l’inizio di tutto

(viaggio di nozze di Claudia e Stefano – 28/12/06-14/01/07) Ed è proprio così, perché io (Claudia) e Stefano siamo venuti fin qui, alla fine del mondo, per iniziare una nuova fase della nostra vita: quella matrimoniale! Il 27 dicembre alle ...

  • di quinti5
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

(viaggio di nozze di Claudia e Stefano – 28/12/06-14/01/07) Ed è proprio così, perché io (Claudia) e Stefano siamo venuti fin qui, alla fine del mondo, per iniziare una nuova fase della nostra vita: quella matrimoniale! Il 27 dicembre alle 11 è il giorno del nostro matrimonio, data inusuale ma una delle poche possibili per chi, come noi, ha deciso che la meta del viaggio di nozze sarà la terra del fuoco e la Patagonia.

Il 27/12 è una giornata freddissima, ma c’è tanto calore intorno a noi, quello delle nostre famiglie, dei nostri amici e quello che emerge dall’omelia di Don Carlo e dalla telefonata di Don Luciano, la dal lontano Madagascar..Ma questa è un’altra storia.

La giornata vola via veloce e il 28 abbiamo l’aereo per Buenos Aires. Per Malpensa è un giorno di caos, voli annullati per la nebbia, check in strapieni. Ma non ci importa, è il nostro viaggio di nozze, l’importante è riuscire a partire.

Per me è un ritorno in Argentina, ero qui 2 anni fa nel medesimo periodo con i miei genitori per visitare questo paese e per rivedere i nostri cugini di Buenos Aires.

Ed ero eccomi di nuovo qui, nella stessa caldissima Buenos Aires di allora, ma quante cose sono cambiate. Quella di adesso è un’altra Claudia, con Stefano a fianco e una vita a due che ci aspetta.

Che bello ritrovare i cugini Nora e Carlo, capisco che le distanze non contano, l’affetto è lo stesso, perché le telefonate hanno mantenuto vivo il rapporto, anche con l’oceano di mezzo. E ritrovo le stesse buonissime empanadas preparate in casa da Nora.

Dopo il pranzo in famiglia, breve giro per il centro commerciale, poi rientro in albergo e mi ritorna alla mente il libro “Viaggio di nozze zaino in spalla”. Altro che atollo alle Maldive, con bungalow extra lusso, la nostra camera è piccola e angusta! Va bhè il fai da te, ma un minimo di confort.

Decidiamo di cambiare albergo e senza fatica ne troviamo un altro nella medesima via, domani ci trasferiamo.

I primi 4 gg sono da guida turistica, visitiamo i luoghi famosi di Buenos Aires: il quartiere della Boca con lo stadio la Bomboniera, Puerto Madero, Plaza de Mayo, San Telmo e il suo mercato dell’antiquariato, Recoleta, Florida.

Fare i turisti in questo fine dicembre non è facile, il caldo e l’afa sono brutte compagnie in piu’ l’aria condizionata altissima in tutti i locali ci porta inevitabilmente “il mal di garganta”! Mi piace soprattutto Puerto Madero versione serale, con il porto, i vecchi magazzini ristrutturati e i ristoranti con la favolosa parillada. Proprio qui, al locale Madero Tango assistiamo allo spettacolo di tango, che tanto volevo vedere. Il locale è molto turistico con tanto di fotografo che ti scatta la foto con i tangheri e te la consegna stampata a fine serata, però merita, perché lo spettacolo è bello.

E’ una sensazione strana tornare in posti così lontani dopo pochi anni dall’ultima visita, e credo di riuscire ad ammirare di piu’ i luoghi e le persone, sono piu’ attenta ai particolari, quelli che la prima visita non ti permette di cogliere.

Dopo 2 anni un altro capodanno argentino e un altro capodanno con mucho calor. Io e Stefano lo trascorriamo con Nora e Carlo e i loro figli, ed è proprio bello essere tutti insieme, qualcosa che va al di la dei rapporti standard di parentela. Per raggiungere la loro casa prendiamo il treno, pieno di gente popolare e che attraversa quell’Argentina povera, oggi come ieri.

Considerata la temperatura, la cena di capodanno non può che essere a base di cibi freddi, ed è anche una fatica mangiare il pandoro portato dall’Italia, non è certamente adatto al caldo, e chi ci aveva mai pensato!! 2 gennaio 2007: Ci siamo, siamo arrivati alla Terra del Fuoco, alla fine del Mondo: USHUAIA Un graffito dice: Ushuaia, la fine del mondo l’inizio di tutto! Mi colpisce, è così anche per me e Stefano, è l’inizio di una nuova vita..

  • 1767 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social