La Patagonia NON può attendere

La PATAGONIA era il luogo dell'AVVENTURA, dei SOGNI, dei MONDI LONTANI e della CONQUISTA. Il solo fatto di riuscire a percorrere tutti i 13000 km circa che mi separavano da lì una vittoria sul tempo, sulla quotidianità. Ora che ci ...

  • di raffa18
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

La PATAGONIA era il luogo dell'AVVENTURA, dei SOGNI, dei MONDI LONTANI e della CONQUISTA. Il solo fatto di riuscire a percorrere tutti i 13000 km circa che mi separavano da lì una vittoria sul tempo, sulla quotidianità.

Ora che ci sono andata e sono anche tornata posso dire che la PATAGONIA PER ME NON HA CAMBIATO SAPORE. Anzi, si è aggiunta forte la NOSTALGIA , col sottofondo di un tango, che ti avvolge con la sua calda tristezza.

Chi abbia il desiderio di provare quegli spazi immensi, dove tanti esploratori hanno misurato le proprie forze contro mari, venti, ghiacci perenni e steppa disabitata, lasci ogni minimo timore e parta senz'altro! L'ideale sarebbe non avere un piano ben definito. Se avete un po' di tempo a disposizione, appuntatevi solo le tappe principali, prendete il biglietto aereo e le prime notti a Buenos Aires. E poi libertà totale: una volta sul posto, in base ai vostri gusti potrete decidere quanto fermarvi in ogni luogo o se cambiare itinerario, perchè ci sono veramente mille cose da vedere. Le strutture per i turisti non mancano, sia gli argentini che i cileni sono ospitali e potrete trovare brave guide sul posto. Avevo letto dai diari di altri viaggiatori che BUENOS AIRES si può ridurre al massimo come tappa o saltare. Io non sono daccordo: E' UNA CITTA' MOLTO AFFASCINANTE, caotica, piena di smog e traffico, ma con quartieri come l'elegante LA RECOLETA; la trendy PALERMO SOHO, dove potete trovare tutte le ultime tendenze in fatto di moda ed arte, CAMINITO e LA BOCA (pericoloso andate con taxi o tour guidato qui); lo scintillante PUERTO MADERO, dove consiglio di andare la sera, per rinfrescarvi un po' dall'afa del giorno, perchè pieno di ristorantini e locali carini e di fronte il quartire più moderno, con grattacieli in costruzione firmati da architetti internazionali; SAN TELMO con i suoi locali dove si suona il tango fino a tardi; il MICROCENTRO, affollatissimo, con i suoi negozi, centri commerciali e bar, dove se volete potete fare shopping a prezzi davvero vantaggiosi.

IL NOSTRO ITINERARIO E' STATO: Buenos Aires (2 gg) - in aereo fino ad El Calafate 4 gg (ghiacciaio Perito Moreno, ghiacciai Upssala, Spegazzini e Onelli,estancia El Galpon) - in auto fino a Puerto Natales passando il confine con il Cile a Rio Turbio - Puerto Natales 2 gg (Parco Torres del Paine e Cueva del Milodon) - Punta Arenas 2 gg (Stretto di Magellano, Isla Magdalena, Fuerte Bulnes, Museo dei Salesiani, Museo Braun)- arrivo in Terra del Fuoco percorrendo la Ruta 3 con stop a Rio Grande (1 g) e tappa finale Ushuaia 5 gg (Navigazione Beagle Channel con visita a isola dei pinguini, dei leoni marini ed all'estancia Harberton, Parco Nazionale Terra del Fuoco con treno della Fin del mundo, escursione al Glaciar Martial con la seggiovia, sorvolo del canale di Beagle con aereo da turismo presso Aeroclub di Ushuaia, Museo Marittimo e del Presidio, la vecchia colonia penale) - in aereo fino a Buenos Aires (2 gg) AVREI AGGIUNTO VOLENTIERI: EL CALAFATE: escursione guidata con i ramponi sul ghiacciaio; El CHALTEN (Argentina): per ammirare il monte Fitz Roy; Puerto Natales (Cile): soggiorno di qualche giorno dentro al PARCO TORRES DEL PAINE, che dista 60 km di sterrato da P.To Natales, ci sono diverse strutture e molti itinerari da percorrere, è un vero EDEN; CROCIERA PUNTA ARENAS- USHUAIA di 5 giorni, passando per lo Stretto di Magellano, la provincia Antartica cilena e capo Horn. Mi hanno detto che è bellissima, si fanno diverse escursioni sulle isole, purtroppo va prenotata con 5/6 mesi di anticipo per trovare posto; escursione a PUERTO WILLIAMS, di fronte ad Ushuaia sull'Isla Navarino, in Cile

  • 480 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social