A come Antigua

Breve e rilassante pausa dai grigiori invernali nella splendida isola delle Piccole Antille

  • di Valecesena
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

PREMESSA

Ho deciso di scrivere questo diario per aiutare altri viaggiatori che vorranno visitare questa bella isola delle Piccole Antille Sopravento (o Indie Occidentali). Innanzitutto sarebbe molto consigliabile prenotare il volo per tempo (io l'ho prenotato a Luglio per partire a fine Novembre) e decidere se si vuole fare una vacanza più stanziale (ma ricordate che Antigua ha ben 365??? spiagge e sarebbe un vero peccato fermarsi a visitarne solo una o due) o visitare tutto il visitabile.

Nel caso sceglieste una vacanza di puro relax orientatevi sulla scelta di un resort-appartamento-b&b sulla costa ovest, quella con le spiagge più “da cartolina”. Da Jolly Harbour fino a Johnsons Point ci sono numerose spiagge, abbiamo visto gente andarci tranquillamente a piedi dai loro resort o accompagnati dai taxi delle strutture. Ci sono anche numerosi pulmini del servizio pubblico che dicono servano tutta l'isola, ne ho visti davvero tanti ma gli orari sono indefiniti. Si può comunque chiedere anche perché la popolazione locale è sempre ben disposta ad aiutarvi.

Se decideste invece (come noi) per una vacanza più autonoma e in movimento vi servirà un'auto e la collocazione del resort-appartamento-b&b non sarà un grosso problema in quanto l'isola si gira bene (occhio alla guida a sinistra) e non è grande. Per farvi un esempio, noi alloggiavamo a Dickenson Bay (zona nord ovest) e per raggiungere Half Moon Bay (zona sud est) ci si impiega circa 50 minuti compreso l'ingorgo della capitale... oddio non è né Roma né Milano, anzi è piuttosto piccola ma è facile rimanere “incasinati” soprattutto i primi giorni quando ancora non si hanno dimestichezza con i vari sensi unici e i cartelli inesistenti (perché abbattuti da una tempesta tropicale o sbiaditi o nascosti dalle piante... se c'è un cartello importante 9 volte su 10 è nascosto da una pianta!). Quindi non preoccupatevi di sentirvi dei cerebrolesi i primi giorni e chiedete (anche perché le mappe dell'isola, soprattutto la parte che riguarda la capitale, sono fatte un po' ad capocchiam). La nostra prima ora sull'isola l'abbiamo trascorsa a chiacchierare amabilmente con la popolazione per arrivare a Dickenson Bay... era facile facile ma a noi ci piace rendere le cose complicate. Ah, scordavo di dirvi che se chiedete dov'è un posto in particolare a dieci persone dovete fare voi la media perché spesso non lo sanno neppure loro, ma sono tanto carini che gli dispiace non potervi aiutare quindi vi daranno i loro suggerimenti anche se la loro faccia dice “sei sicuro che questo posto sia ad Antigua?”. Comunque siamo sempre arrivati dove volevamo arrivare, soprattutto dopo i primi 2 giorni di stordimento totale nell'attraversamento di S. Johns.

PREZZI & co.

Antigua è abbastanza cara, vivono prevalentemente di turismo che si concentra nei mesi di dicembre-marzo per cui devono campare con quello. E' molto frequentata da Americani ed Inglesi ed anche questo, a mio avvisdo, tende a far lievitare un tantino i prezzi.

I prezzi dei voli ovviamente dipendono dal periodo, da quanto tempo prima si prenota, gli scali ecc... le compagnie che vi operano con maggior frequenza dall'Europa sono in primis British e Virgin. Quando guardavo i vari prezzi nei siti delle compagnie mi uscivano cifre abbastanza altine, poi ho provato con Expedia acquistando un biglietto unico con 2 tratte gestite da compagnie diverse: Venezia – London Gatwick con British Airways, Gatwick – Antigua con Virgin Atlantic prezzo 2009,00 € per tre persone (2 adulti e 1 bambina di 6 anni). Non sono riuscita a trovare di meglio. Controllate bene gli aeroporti di partenza da Londra in quanto il volo da Bologna (per noi più comodo) arrivava a Heathrow e si doveva ripartire da Gatwick (sia con Virgin che con British) con notevole esborso per il trasferimento tra i due aeroporti. Una questione che mi aveva un po' “angosciato” erano le valigie: ho due compagnie diverse che non fanno parte di un'unica alleanza, che devo fare con le valigie? Potete deciderlo voi nel caso, come il mio, abbiate fatto un unico “biglietto” tramite terzi (agenzia viaggi, agenzia online ecc) però lo dovete specificare al momento del check-in o bag-drop. Io ho fatto così: all'aeroporto di Venezia ho chiesto che i bagagli mi fossero destinati a Gatwick (dovevo passare la notte lì) mentre al ritorno ho specificato al bag-drop di Virgin ad Antigua che mi fossero imbarcati direttamente per Venezia (avevo solo 2 ore di connessione e avevo paura di non farcela a fare tutto, mentre sarei riuscita tranquillamente a imbarcarle di nuovo). Mi hanno apposto alle valigie un cartello giallo con scritto Tranfer GTW e mi hanno addirittura emesso loro le carte d'imbarco per il volo British

  • 48722 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. AlexAlx
    , 8/4/2015 00:09
    Questa è un'ottima ed esaustiva recensione, se volete spendere una cifra ragionevole potete optare per una Guest house o una villa a Jolly harbour nel versante caraibico, www.antiguachiamaitalia.it vi può aiutare nella pianificazione della vostra vacanza ad Antigua spendendo veramente poco.

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social