Antigua e Barbuda, belle e possibili

Il fascino dei Caraibi più puri

  • di paolomonica6469
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Premessa

Dopo molte letture, molte recensioni, molto internet, Io, Monica, Cristian e Cristina (Cri- Cri) decidiamo che la nostra meta per l’inverno 2013 sarà Antigua, una delle isole più settentrionali dell’arcipelago delle Antille.

Sarà una vacanza all’insegna del “fai da te”, quindi escludiamo da subito l’idea di passare la vacanza “chiusi” in un resort; e ce ne sono tantissimi. Vogliamo essere liberi di poter girare in lungo e largo l’isola, rimanendo il più possibile a contatto con il territorio, la gente.

Dico subito che la scelta, per noi, sarà vincente. I due cottage del Sunset Terrace Guesthouse di Richard White saranno la base per la nostra vacanza in movimento. Antigua non deluderà le nostre attese risultando un’isola aperta, disponibile e sicura; fatta di paesaggi e spiagge incantevoli, di un mare impressionante e di gente buona e cordiale.

Sabato, 2 Marzo 2013

Dopo giorni di intensi preparativi, finalmente si parte. Abbiamo optato per un volo di linea British Airways che parte da Venezia e fa scalo a Gatwick (sosta di una notte), preferendolo al volo diretto della Blu Panorama, viste le non buone recensioni trovate su internet.

Così trascorriamo la prima notte di viaggio a Gatwick, al Premier Inn, rigorosamente prenotato da casa. Il Premier Inn si trova a 100 metri dall’uscita dell’aeroporto (terminal nord) e sarà comodissimo per la partenza l’indomani mattina.

L’hotel è molto moderno e automatizzato, con il self check in all’arrivo. Il personale è gentile, giovane e molto disponibile. Per una notte abbiamo speso 80,00 euro (coppia) con colazione inclusa.

La sera ceniamo al ristorante dell’hotel, ottimo anche questo, poi tè in camera e via a riposo in attesa della partenza del giorno seguente.

Domenica, 3 Marzo 2013

Il nostro volo per Antigua parte in orario alle ore 10.20. Dopo un tranquillo viaggio (a parte qualche lieve turbolenza iniziale) di circa 9 ore finalmente arriviamo a St. John’s, la capitale di Antigua. L’isola ci accoglie con una giornata splendida; appena fuori dall’aereo siamo infatti colpiti da un vento caldissimo che in pochi secondi ci porta nella nuova realtà dell’estate caraibica.

Le formalità per l’ingresso ad Antigua sono abbastanza rapide e così in breve tempo siamo fuori dall’aeroporto alla ricerca di un taxi che ci porti alla nostra destinazione sull’isola: Johnson Point, Sunset Terrace Guesthouse. Ci accordiamo subito per il passaggio spendendo 35 USD, lasciando poi anche la mancia, vista la gentilezza del tassista che in prossimità della casa di Richard, telefona allo stesso perché ci venga a prendere.

E Richard infatti ci aspetta ai margini della stradina sterrata che porta alla sua casa con il suo pick up americano (un Dodge dal motore potentissimo), pronto a farci fare i 100 metri di salita ripidissima che ci separano dai nostri due cottage. Arrivati ci voltiamo verso il mare e il panorama che ci si prospetta davanti è veramente superbo. Veniamo accolti anche da Darrah, la figlia di Richard, che assieme al padre ci fornisce le prime istruzioni sui cottage e ci da numerose informazioni sull’isola.

Richard e Darrah sono due persone meravigliose, accattivanti e disponibili fin dal primo momento. Lo saranno per tutta la durata del viaggio.

Prendiamo subito possesso dei due cottage che si trovano sul lato destro della casa di Richard, uno leggermente più in alto dell’altro. Sono carini visti da fuori, immersi nel verde e fra i fiori. Dentro invece il primo impatto ci fa dire: ma sono piccoli!!! E in effetti lo spazio è veramente ristretto, il letto, il bagno, un piccolo angolo con frigo e due poltrone giuste giuste per appoggiare le valigie. Paghiamo un po’ questo flash iniziale, ma non siamo venuti ad Antigua per vivere in una camera extra lusso, in fondo si tratta solo di adattarsi e infatti ci adatteremo in fretta. I due cottage sono quanto basta per due (+2) persone che vogliono solo dormire di sera per poi passare il resto della giornata fuori, a girare l’isola

  • 36516 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social