Antigua e Barbuda uno spettacolo

Ciao a tutti, il viaggio è stato abbastanza lungo ma in cambio ci ha accolto un mare molto bello. Siamo partiti ( 2 coppie) sabato pomeriggio da Bologna con destinazione Londra Gatwick,. Il volo per Antigua era previsto alla mattina ...

  • di Cu
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: 3500
 

Ciao a tutti, il viaggio è stato abbastanza lungo ma in cambio ci ha accolto un mare molto bello.

Siamo partiti ( 2 coppie) sabato pomeriggio da Bologna con destinazione Londra Gatwick,. Il volo per Antigua era previsto alla mattina del giorno dopo quindi abbiamo pernottato all’hotel “Europe” a pochi km dall’aeroporto, un hotel di passaggio niente di che..A parte che, per una cena a base di un panino (orrendo) e una birra abbiamo speso 20 euro.

Alla mattina siamo partiti con destinazione Antigua, abbiamo viaggiato con la “British Airways” ottima compagnia sia nel servizio a terra che a bordo ( i voli di linea sono sempre i migliori senza ritardi). Da sottolineare l’efficienza, la pulizia e la gentilezza dell’aeroporto inglese.

Dopo 7 ore di volo siamo arrivati a destinazione e pioveva...Ma fortunatamente è stato solo il primo di 2 giorni sotto l’acqua nel resto della vacanza il tempo è stato clemente.

Abbiamo alloggiato al villaggio Jolly Beach Resort dell’Hotelplan (3 stelle) che si trova a nord dell’isola a soli 20 km dalla capitale St. Johns. La struttura del villaggio è vecchia, molto grande e dispersiva, anche se non mana niente (2 piscine, 4 ristoranti, varietà di attrezzature in spiaggia, e per sports acquatici), la disponibilità di cibo e bevante è quasi di 24 su 24 ore (le bibite in bottiglia non sono comprese nell’all inclusive) ma il servizio lascia molto a desiderare: i camerieri sono lenti e maleducati (in particolar modo con gli italiani). Il servizio in camera è scadente, la pulizia nelle camere viene fatta male e velocemente, non parliamo degli asciugamani puliti che non erano MAI in camera e ci recavamo noi tutte le sere alle 19 in reception a lamentarne l’assenza.

Tutto questo viene però bilanciato dal fatto che questo villaggio gode di una spiaggia lunghissima, spaziosa ed infinita.

L’acqua è molto bella, trasparente e si differenzia da quella maldiviana solo dall’assenza della barriera corallina. A questo proposito, abbiamo fatto una mezza giornata in barca per recarci a fare snorkeling ma tutto ciò che abbiamo visto sono stati 3 pesciolini colorati e un po’ di coralli..

Allontanarsi dallo splendido mare di fronte alla spiaggia per andare alla ricerca di uno migliore è stato difficile, però carichi di tanta volontà abbiamo preso a noleggio una jeep e in 2 giorni abbiamo girato l’isoletta soffermandoci solo sulle spiagge che ci avevano detto essere le più particolari e suggestive (Half Moon Bay, Darkwood Beach, Freyes Beach...).

Lungo la strada che attraversa l’isola ci si imbatte in una foresta pluviale, dove si possono trovare dei baracchini che vendono la frutta tropicale; è molto buona ma preparatevi ad uno spuntino veloce altrimenti lo spuntino sarete voi per le zanzare e mosquitos che sono in agguato... Nel pomeriggio ci siamo fermati a St. Johns a fare shopping, sia nelle bancarelle che nei numerosi negozi pieni di capi firmati (degno di nota quello che vende Quick Silver e Billabong, prezzi ottimi).

Vicino al villaggio c’è il complesso del Jolly Harbour con negozi, casino’, ristoranti e supermercato (ottimo per l’acquisto dell’acqua e stuzzichini vari).

Le escursioni proposte sono tante come il giro dell’isola in catamarano (abbiamo captato giudizi positivi e negativi) e altri tour in barca o in taxi. Noi siamo andati all’isola vicina di Barbuda, uno spettacolo siamo stati un’intera giornata solo noi 4 su una spiaggia incontaminata. C’è la possibilità di raggiungere quest’isola col catamarano o con l’aereo, noi abbiamo scelto la seconda e con un volo interno di appena 15 minuti siamo arrivati in questa isola dalle spiagge rosa Il cibo proposto nell’hotel non è il massimo, ci sono quattro ristoranti: quello italiano (abito elegante obbligatorio altrimenti non si entra), quello Indiano ( buono e vario), quello di pesce (molto valido qui il servizio e il cibo sono buoni) ed in fine il ristorante principale dove c’è sempre (colazione,pranzo,cena) la coda per entrare e mangiare ed in più il cibo è sempre lo stesso!!!! Il rientro è stato molto lungo soprattutto perché abbiamo aspettato all’aeroporto di Londra 13 ore e l’aria era un po’ tesa per via degli attentati che c’erano appena stati.

L’isola è molto bella, bisogna accontentarsi del mare e nient’altro perché per chi ama una vacanza attiva non propone molto..Comunque l’importante è andarci in buona compagnia!

  • 9549 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social