Andros: l'isola più amata dai greci!

Andros,la più vicina al continente e settentrinale delle cicladi. Per chi è alla ricerca di relax, di un luogo non preda del turismo selvaggio e vita mondana, e non per ultimo per coloro che sono sempre alla continua ricerca.....

  • di Letizia 1111111111111111
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 
Annunci Google

Sono una affezionata lettrice di Turisti per Caso, e per la vacanza di quest'anno con il mio ragazzo ho fatto affidamento quasi interamente ai diari di viaggio del vostro sito, perchè Andros non è un'isola molto conosciuta, ma è proprio per questo motivo che l'ho scelta. Ma adesso iniziamo con il racconto del mio viaggio, e la descrizione di questa così particolare isola che si contraddistingue da molte altre (sperando di essere utile a chi come me volesse visitarla).

1° Giorno

Partenza dall'areoporto di Roma Fiumicino il 16/08/2010 alle ore 11,00 con un volo Easyjet con destinazione Atene (186 euro a persona), arrivo in orario alle 14,00 ad Atene ( in Grecia c'è il fuso orario di 1 ora in più rispetto all'Italia). Da qui prendiamo un bus della compagnia KTEL (linea arancione) per raggiungere Rafina, con un costo di 3 euro. Rafina è un piccolo porticciolo situato a circa 28 Km ad est di Atene (circa 40 minuti di strada a seconda del traffico) da cui partono i traghetti per la maggior parte delle Cicladi, alle 17 e 30 ci imbarchiamo sul traghetto (ci sono solo 4-5 collegamenti il giorno), il biglietto è di 15 euro ed acquistabile al porto dove ci sono molte biglietterie.......e dopo 2 ore finalmente raggiungiamo la tanto sospirata Andros! Dal porticciolo di Gavrio con un taxi raggiungiamo Batsi che dista 8 Km, con una spesa di 15 euro. Stanchissimi dal lungo viaggio, ma ripagati dal bellissimo paesaggio della baia di Batsi, che si presenta ai nostri occhi, ci rechiamo a Villa Dora 2, uno studios (una camera con angolo cottura) prenotato precedentemente.Alloggio dal prezzo abbordabile ( 70 euro per una doppia), pulito, in pieno centro di Batsi e distante 100 metri dalla spaggia, il proprietario un gentile signore sempre a disposizione per qualsiasi informazione. Bhe!, che cosa poter volere di meglio! Il sito è www.villadora.gr.

Andros è una piccola isola situata all'estremo nord delle cicladi tra Eubea e Tinos, patria di numerosi armatori greci, è la seconda isola del suo arcipelago per estensione dopo Naxos, ha una superficie di 380 Kmq ed un perimetro costiero di 177 Km. E' prevalentemente meta del turismo greco ed inglese, tant'è che in 8 giorni abbiamo trovato solo una paio di italiani! Le principali città dell'isola sono 4: Gavrio, Batsi, Andros e Kotrhy, mentre gli altri paesi sono solo agglomerati di poche case spesso sperdute in paesaggi brulli montani e non facili da raggiungere. L'isola è molto ventosa. Riguardo ai prezzi, per dormire e mangiare sono convenienti, ma se si và per pub, (quello più economico è l'Asterix) sono molto elevati, la benzina ha un costo maggiore del nostro, mentre le sigarette costano quasi tutte 3,80 euro. Nota negativa, è che su quest'isola la specialità non è il pesce, ma bensì la carne (specie di maiale), e noi che credevamo di mangiare 8 giorni pesce!!! Comunque anche la carne è ottima!!!

2° Giorno

Il secondo giorno decidiamo di rimanere a Batsi per darci un'occhiata intorno ed anche per riprenderci dal viaggio che è durato 18 ore circa (partendo da Pisa).

Batsi è una stazione balneare disposta ad anfiteatro attorno ad una grande baia bordata da una spiaggia sabbiosa, che termina con un piccolo porticciolo turistico. Ci sono numerosi ristoranti, taverne, bar, pub e negozi, dove pero' non è presente grande vita notturna,i due minimarket presenti non sono affatto economici; per trovarne uno a buonmercato bisogna andare a 250mt fuori da Batsi: lo shop & go. Per avere mappe dell'isola, ci si può rivolgere al punto informazioni (dove non c'è nessun operatore), mentre presso la taverna Asterix è presente un'internet point con accesso wi-fi. I bus non sono molto frequenti, e l'orario, indicato alla fermata, non è quello di arrivo, ma bensì l'orario di partenza da dove è iniziato il tragitto. Quindi attenzione! Consigliamo alcune taverne in cui siamo stati: Dolphin. Cavo d'Oro, e Kavtouvi dove mangiamo un ottimo Souvlaki

Annunci Google
  • 12121 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social