Il paese dei balocchi?

Già in vacanza in francia meridionale, decidiamo di espatrire per un paio di giorni verso il cosiddetto paradiso dello shoppping, portandoci dietro i commenti trovati su questo sito. Rispetto alle opinioni comunemente espresse da altri viaggiatori per caso, in parte ...

  • di spulp
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro

Già in vacanza in francia meridionale, decidiamo di espatrire per un paio di giorni verso il cosiddetto paradiso dello shoppping, portandoci dietro i commenti trovati su questo sito.

Rispetto alle opinioni comunemente espresse da altri viaggiatori per caso, in parte dissento e in parte concordo.

CONCORDO perché: 1) il paesaggio dei Pirenei è una vera meraviglia; la strada , soprattutto se si arriva dalla Francia, è spettacolare; 2) le sigarette costano meno della metà che in Italia (17-20 euro a stecca); 3) a parità di qualità, gli alberghi costano meno che in Italia, ma certo non meno che in Francia 4) andorra La Vella più che una cittadina è un agglomerato di banche, negozi, supermercati, centri commerciali, alberghi, parcheggi.

DISSENTO perché: 1) gli alrticoli di elettronica non costano molto meno che in Italia, anzi, ho notato che pc portatili, televisori, lettori DVD, ad Andorra sono più cari rispetto alle offerte periodicamente proposte dai supermercati di Torino; quindi se uno ha la pazienza di aspettare un paio di settimane una qualche offerta in Italia ti permettere di spendere meno che ad Andorra; 2) l'abbigliamento costa meno ad Andorra ripetto al prezzo pieno italiano, ma quando da noi ci sono i saldi di sicuro si risparmia, e anche parecchio; 3) forse se qualche malato di griffe/firme/stilisti/marche di prestigio ha urgenza di comprare gli slip di Dolce e Gabbana a soli 30 euro anziché ai 35 euro italiani, allora sì, in quel caso si risparmia; 4) probabilmente qualche centesimo si risparmia pure sugli alcolici 5) la mia idea è, che con il fatto che Andorra è famosa per la vendita esentasse, i turisti un po' pecoroni comprano qualunque cosa a prezzi non tassati ma pesantemente ingrossati da grande ricarico da parte del negoziante; 6) folli, invece, i prezzi dei ristoranti della capitale 7) sarà che eravamo reduci da qualche giorno in Francia e Spagna dove negozianti e camerieri sono mediamente cortesi e/o simpatici, ad andorra ho avuto la sensazione di incotrare solo negozianti cafoni e personale molto maleducato; 8) la strada che porta dalla spagna ad Andorra è una normale strada statale; quella che conduce al principato dal lato francia è una statale con qualche curva in più (e con un paesaggio mozzafiato); mi chiedo se chi ha scritto sul forum dando descrizioni allarmistiche del percorso da effettuare abbia mai fatto un viaggio fuori dall'autostrada

  • 10358 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social