Andorra, le bordas, lo shopping e..

Ad ottobre la mia fidanzata si è laureata...E visto che, come tutte le donne, è una grande appassionata di shopping, forte dei consigli letti su questo sito, decido di regalarle (e regalarmi) 3 giorni per far fumare la sua carta ...

  • di WILD STEEL
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Fino a 500 euro

Ad ottobre la mia fidanzata si è laureata...E visto che, come tutte le donne, è una grande appassionata di shopping, forte dei consigli letti su questo sito, decido di regalarle (e regalarmi) 3 giorni per far fumare la sua carta di credito...Siccome non voglio farle mancare nulla prenoto un albergo a 4 stelle (Andorra Center) con piscina, idromassaggio, sauna, bagno turco, palestra...Il tutto per quanto chiederete voi...Beh, l'aereo (Ryanair fino a Girona, poi da li con la macchina,nuovissima, noleggiata dall'Italia con Hertz per la somma di 100 Euro) è venuto a costare 30 euro, l'albergo 40 euro a notte a persona (sono stato il 28, 29 febbraio e il 1 marzo)...Tutto sommato un viaggio economico, visto che di benzina ho pagato 30 euro in tutto (ho fatto circa 800 km, al ritorno sono stato anche a Barcellona). La strada per arrivare ad Andorra è molto bella, soprattutto quando iniziano i Pirenei. Appena entrati nel principato, vediamo i primi Ferrari, Porche, Lamborghini...Si vede proprio che è un paradiso fiscale (per me che lavoro all'Agenzia delle Entrate ce ne sarebbe di lavoro da fare per scovare gli evasori, ma ora non è proprio il momento di pensarci...).Prima di arrivare nella capitale, iniziamo a scorgere i primi centri commerciali, subito prima della bella cittadina di San Julià de Loria. Andorra La Vella effettivamente è trafficata ed inquinata, ma si fanno degli ottimi affari (una sciarpa Burberry a 35 euro ed un telefonino Motorola a 29 non sono forse economici?). Il giorno dunque andavamo per negozi (capatine culturali alla Casa della Vall, al Municipio, alla bella Cattedrale), e poi nel tardo pomeriggio dritti in piscina...E cazzeggiavamo anche tra idromassaggio e saune. Se andate da quelle parti andate a mangiare nei ristoranti caratteristici del luogo, chiamati "Bordas" (prendono il nome dalla caratteristica struttura in pietra di lavagna). La prima sera siamo andati in una borda nel paese di La Massana, dopo aver fatto una passeggiata per l'incantevole cittadina di Ordino. La seconda sera invece siamo andati ad Encamp. Si mangia molto bene (si paga sui 20-25 euro per un pasto abbondante, compresi vino e dolce). Il vino è ottimo, da provare la carne alla brace (fanno anche il pollo alla brace!!!!), l'insalata catalana (non vi dico cos'è per non rovinarvi la sorpresa), il Trinxat (uno sformato di patate, pancetta e cavoli) e, naturalmente, la crema catalana (alzi il dito chi non sa cos'è!!!). L'ultimo giorno siamo stati a Barcellona, a vedere le architetture di Gaudì (La Pedrera, la Sagrada Familia, il Parc Guell, Casa Batlò), visto che la mia ragazza non c'era mai stata...Abbiamo mangiato un'ottima paella sulle Ramblas. Infine, per farmi venire un pò di nostalgia, sono passato per Blanes e Lloret de Mar, che ho messo a ferro e fuoco con gli amici quasi 8 anni or sono..Sigh!!!Per info gameguy@libero.It

  • 2726 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social