Andalusia on the road... che calor

Alla scoperta delle bellezze che offre l’affascinante e calda regione spagnola

  • di ITOTI
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Da tempo avevo il desiderio di visitare l’Andalusia, regione affascinante e calda. Questa estate abbiamo preparato i nostri bagagli e siamo partiti.

Alberghi prenotati tramite booking, un bel po’ di tempo prima, sempre con l’opzione senza anticipo e annullamento, fino ad una settimana prima, senza penale.

La categoria degli hotel non ha mai superato i 3 stelle, posizione centrale, camere pulite e prezzi veramente ottimi, abbiamo anche pagato 20 euro a testa.

Voli prenotati 2 3 settimane prima di partire, andata con Ryanair e ritorno con Vueling, sempre su Siviglia.

Macchina prenotata tramite il sito Gold car, 2 settimane prima della partenza, pagata circa 60 euro per tutti i 10 giorni, senza assicurazione. Poi da bravi italiani in loco ci siamo fatti “fregare” facendo l’assicurazione aggiuntiva, perché ci avevano spiegato che senza assicurazione ci avrebbero addebitato una cifra di circa 1000 euro come garanzia e se la macchina nel momento in cui la riportavamo aveva anche un piccolo graffio, avremmo pagato il corrispettivo (250 euro) quindi abbiamo deciso di pagare la casco... prossima volta presterò più attenzione.

Cibo, abbiamo quasi sempre mangiato tapas, e quindi anche con il conto ce la siamo sempre cavata bene, da assaggiare assolutamente salmorejo, patate ali oli e formaggi.

I primi due giorni di vacanza (2/3 settembre) l’abbiamo dedicati alla visita di Siviglia, città stupenda e caldissima, 43-44 gradi (diciamo che questa è la temperatura che ci ha accompagnato per tutta la vacanza). Appena arrivati, abbiamo lasciato i bagagli in hotel, zona barrio santa cruz, e siamo andati alla volta dell’acazar, della cattedrale e della giralda, mentre il secondo giorno lo abbiamo dedicato alla visita del parco di maria luisa, con la plaza de espagna, e la torre dell’oro.

4/5 settembre

Prendiamo la nostra macchina, e partiamo alla volta di Cordoba. I paesaggi che incontriamo lungo la strada sono immersi da piantoni di oliveti, non riusciamo a vedere dove iniziano e dove finiscono.

In mattinata arriviamo a Cordoba, ci perdiamo tra le viuzze del centro storico e visitiamo la juderia, il ponte romano, e la magnifica Mezquita (questa ultima) ha degli orari prestabiliti per la visita non è sempre aperta e altra cosa prima dovete comprare i biglietti da una parte e poi dovete andare a fare la fila davanti all’entrata.

Nel pomeriggio ripartiamo per Granada, dove dormiremo due notti, arriviamo nel pomeriggio, facciamo un giro della città, andiamo a vedere la cattedrale e il quartiere arabo, albacin dove ci fermiamo e beviamo un tè e fumiamo un po’ di narghilè.

La mattina seguente ci alziamo, e con le buone intenzioni arriviamo a piedi (grande faticata) alla maestosa Alhambra. I biglietti li avevo prenotati on line, ho stampato il foglio che mi ha generato la prenotazione e nelle macchinette elettroniche che sono presenti ho inserito il numero della mia prenotazione, la carta di credito con il quale avevo pagato e sono usciti i biglietti, vi consiglio di prenotare i biglietti dall’italia, le biglietterie sono prese d’assalto.

Visitiamo l’alhambra dall’alto al basso, da destra a sinistra i giardini e poi torniamo in albergo di nuovo a piedi e ci buttiamo sul letto stanchi morti per la nostra siesta pomeridiana (in questa vacanza abbiamo capito il perché della siesta e il perché dei ventagli)

6 settembre

Ci dirigiamo verso Malaga, ma facciamo una visita veloce della città, mio marito ha desiderio di tornare a Benalmadena (dove ha ricordi di una sua vacanza adolescenziale) e da brava moglie lo assecondo, facciamo un giro lungo il porto, veramente bello e andiamo a fare anche un giro in barca per vedere i delfini (che naturalmente non vediamo) e ci fermiamo sempre a cena a Benalmadena mangiando una buonissima parrillada di carne

  • 12814 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social