Andalusia on the road

Spagna itinerante all'insegna della cultura e del buon cibo, dei colori e dei profumi di una terra meravigliosa tra Siviglia, Cordoba, Granada, Malaga, Gibilterra e Cadice

  • di pavona88
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Una volta fuori continuiamo verso Piazza di Spagna, imperdibile sia per la sua bellezza, la sua particolarità nella struttura, e per il fatto che ci è stato girato un pezzo di "Star Wars - l'attacco dei cloni" hehe! da lì avremmo voluto fare un giro nel parco Maria Luisa, ma il tempo ce l'ha letteralmente impedito, così ci siamo limitate ad attraversarlo e abbiamo iniziato a risalire lungo il fiume finchè a metà pomeriggio abbiamo deciso che ci era venuta un po' di fame e, come a leggerci nel pensiero, ci imbattiamo in un ristorante con cucina aperta a tutte le ore "Uno de Delicias". Ci infiliamo dentro e ci rendiamo immediatamente conto di aver fatto la scelta giusta: abbiamo mangiato benissimo e pur avendo scelto le porzioni tapas queste sono decisamente abbondanti!

La nostra giornata a Siviglia si è conclusa con la visita alla Plaza de Toros dove avremmo voluto visitare l'arena della Corrida (c'è la possibilità di fare una visita guidata dell' intera struttura) ma stavano disputando una corrida proprio in quel momento e quindi abbiamo dovuto rinunciare; da lì siamo rientrate verso il centro attardandoci a girellare fra le stradine secondarie.

La mattina dopo, martedì 5, colpa del carissimo parcheggio siamo costrette ad andar via dopo colazione se non vogliamo spendere un mutuo.. alla fine si rivela la soluzione giusta: a Siviglia abbiamo già visto le cose che ci interessavano di più ed in un paio di ore di macchina arriviamo a Cordoba giusto per l' ora di pranzo in modo da avere tutto il pomeriggio a disposizione per visitare questa delizosa città! Il viaggio è tranquillo e sembra di attraversare un paesaggio delle colline del senese toscano, bellissimo! L'albergo scelto è l' "Hostal Alcazar".. la struttura è veramente spartana e noi veniamo sistemate nella mansarda all' ultimo piano, una sistemazione che sarebbe davvero improponibile per più di una notte!! Fortunatamente ha dalla sua l' essere centralissimo (è accanto a l' Alcazar de los Reyes Cristianos) e il personale è di una gentilezza incredibile, la gestione è familiare e il figlio ci fornisce una mappa della città, un pass per un parcheggio custodito che si trova proprio lì di fronte in modo che ci costi solo 10 euro, e ottime indicazioni su dove mangiare (nell' eventualità che finiate in questo albergo seguite il suo consiglio e al ristorante ordinate i totani fritti.. dell' altro mondo proprio! spettacolari!!)

Dopo pranzo ci lanciamo subito nel giro della città: prima tappa l'Alcazar de los Reyes Cristianos (ingresso 4 euro a persona)! fortunatamente è una bellissima giornata così possiamo godere al massimo dei giardini completamente in fiore.. un tripudio di colori, profumi e giochi d' acqua delle fontane! del palazzo è rimasto poco da visitare in realtà, così concludiamo il giro scalando la torre panoramica dalla quale si vede tutta la città. Da qui proseguiamo verso la cattedrale accompagnate dal profumo di aranci disseminati lungo tutte le strade! La Cattedrale-Mezquita, come fa intuire il nome stesso, era in origine una moschea dalle dimensioni decisamente imponenti; la particolarità storico/artisitca della struttura è che quando la città è passata in mano ai cristiani questi invece di abbatterla o trasfigurarla in un chiesa, hanno mantenuto la struttura e l' architettura originale limitandosi a costruire una cattedrale proprio nel centro

  • 43800 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social