Andalusia (quasi) senza ritorno

L'Andalusia è per chi ama i contrasti; una terra estrema, calda e passionale: il ponte fra due continenti.

  • di Pastru
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

E’ il ns. Primo viaggio interamente organizzato tramite internet (anche grazie all’aiuto dei TPC che ora abbiamo il dovere morale di ricambiare n.d.r.) e l’approssimarsi della partenza suscita in noi una stimolante ed adrenalinica apprensione.

10 Aprile 2010 sabato - Siviglia - Carmona – Cordova - Sono le 03:45 quando lasciamo in deposito l’auto presso il parking GO di Orio al serio (€ 32/settimana con prenotazione on-line e pagamento all’arrivo). A ns. Insindacabile giudizio questo è il miglior parcheggio che serve l’aeroporto di Bergamo con un ottimo rapporto qualità/prezzo: organizzato, pulito, sicuro, con un’area ristoro, il servizio di security bag ed una navetta gratuita subito disponibile (il P dista solo un paio di Km. Dallo scalo). La possibilità di chiudere l’auto e portarsi appresso le chiavi un ulteriore indubbio vantaggio non sempre garantito. L’aeroporto è in fase di ampliamento: i gates sono stati trasferiti al nuovissimo primo piano dove, oltre a molteplici negozi e ristori di prossima apertura, è stata creata anche una gradevole sala fumatori all’aperto: una sorta di patio attrezzato per chi vuole concedersi un’ultima sigaretta prima dell’imbarco (nulla ricorda i fumosi gironi danteschi di certi aeroporti!). Voliamo puntuali con Ryanair (€ 173 A/R 2 persone con 1 bagaglio imbarcato) su Siviglia. All’arrivo ad attenderci un’incaricata della Gold Car che verifica il ns. Nominativo su di un elenco e, con una navetta, ci conduce al vicino autonoleggio dove ci viene assegnata una fiammante… Panda Multijet (€ 126/5 gg.). Il vantaggioso pacchetto acquistato, e anticipatamente pagato, su internet comprende assicurazione senza franchigia e 2° guidatore, ma l’intraprendente senjorita al desk tenta comunque di spillarci altri soldi proponendoci un’assicurazione integrativa per gomme, cerchione e viti (…). Rifiutiamo, ma ci vediamo comunque costretti a versare € 57 per il pieno di carburante (che “serbatoione” questa Panda!) in quanto l’auto andrà poi riconsegnata vuota (ovviamente impossibile: ecco azzerato il risparmio rispetto ad autonoleggi concorrenti all’apparenza più dispendiosi!). Si parte! Direzione Cordova con sosta a Carmona: cittadina graziosa ma, a ns. Parere, trascurabile. Giungiamo a Cordova e subito ci scontriamo con sensi unici, vicoli strettissimi (W la Panda!) e zone a traffico limitato. Raggiungiamo con fatica l’Hostal Almanzor (€ 60/notte con parcheggio – fondamentale! -): ottima la posizione (3 minuti a piedi dalla Mesquita), ma la ns. Camera a piano terra risente dell’incessante transito dei numerosi turisti e delle poche auto. Lo consigliamo in quanto caratteristico (gestori compresi) tranne a chi necessita di totale silenzio per dormire. Siamo in piedi dalle 2, ci meritiamo dunque un po’ di riposo e, soprattutto, la ns. Prima razione di tapas: Casa de la Tapa Cordobesa (4 tapas + bevande € 16,80 – ad uno dei quattro angoli della Mesquita -). Rifocillati intraprendiamo la visita della maggior attrazione della città: la Mesquita. L’ideale è percorrerne prima il perimetro esterno per ammirarne le mura e poi entrare nel Cortile degli Aranci. Restare in questo spazio verde e profumato ad ammirare la torre campanaria è la giusta premessa a ciò che attende all’interno ( € 8). Da subito si comprende perchè Mesquita: la mescolanza di stili e tradizioni è evidente; ciò che più colpisce sono le colonne dell’epoca musulmana e la Cappella Maggiore. Cristiani e musulmani si contendono meriti e colpe su chi abbia per primo usurpato il luogo di culto dell’altro: a noi basta godere del risultato davvero inusuale. Segnaliamo per cena El Rincon De Carmen in Calle Romero (€ 30 per 2 menu del giorno con bevande), un patio con luci soffuse, musica soft, un tripudio di fiori ed un giovane cameriere che considera la soddisfazione del cliente la sua missione di vita. Dopo cena una romantica passeggiata sul Ponte Romano dal quale immortaliamo la Mesquita illuminata che si riflette nelle acqua del Guadalquivir. L’indomani ci congediamo da Cordova dopo esserci volontariamente smarriti nei caratteristici vicoli della Juderia, antico quartiere ebraico.

11 Aprile 2010 domenica – Granada - Collega Cordova a Granada, viene chiamata percorso del Califfato o, più aridamente, N432, per noi è e sarà sempre la Serravalle spagnola: un susseguirsi di uliveti, colline e campi coltivati, solcati da una strada dall’andamento sinuoso traboccante di motociclette. A centinaia, in gruppo o solitari qui i centauri sfogano la loro passione in apparente sicurezza. Massimo scalpita: cosa darebbe per abbandonare l’auto (e la moglie?!) ed unirsi a loro

  • 13561 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social