Amsterdam e la festa del Re

Nella capitale olandese in primavera durante la coinvolgente festa del Re, tra i mulini a vento, la fioritura dei tulipani e gli splendidi canali

  • di maretta*
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Ad Amsterdam tra il Giorno del Re, i mulini di Zaanse Schans, il parco Keukenhof e... patatine fritte.

Circa un anno fa ho regalato al mio ragazzo una vacanza ad Amsterdam in occasione della festa del Re, che quest'anno si è tenuta il 27 aprile. Abbiamo volato con Alitalia che sconsiglio vivamente poiché l'orario dei voli ci è stato modificato circa 6 volte durante i mesi precedenti alla partenza, con un conseguente dispendio di tempo e denaro.

Atterriamo ad Amsterdam la mattina del 25 aprile, l'aria è più fresca di quanto ci aspettassimo, arriviamo al nostro Hotel (Hotel2stay- consigliato per ottimo rapporto qualità prezzo anche se non proprio centralissimo) in prossimità della stazione Sloterdik. Subito facciamo un abbonamento per bus e tram che consiglio a tutti coloro che non hanno l'alloggio in una posizione molto centrale (ci è costato circa 20€ a persona per 4 giorni).

Giungiamo finalmente a Piazza Dam che è una piazza fredda e con poca identità, non è maestosa, non ha alcuna particolarità se non quella di rappresentare il centro di Amsterdam. Non è come le altre piazze: la piazza dell'orologio a Praga, Piccadillly circus a Londra, Piazza Navona a Roma. Non ha nulla di inconfondibile. Ci intrufoliamo tra le arterie di Dam, vie costellate di negozi di ogni genere: dalle classiche firme dello shopping low cost (per le patite di shopping: qui troverete Primark!) ai negozietti di souvenirs, ai coffee shop. Fin qui, niente di strabiliante.

Lo scenario cambia inaspettatamente quando passeggiando tra le vie del centro ci si imbatte finalmente nei famosi canali olandesi. È qui che ha inizio la vera poesia. È nelle strade che affacciano sui canali, nelle centinaia di biciclette che vi scorrazzano, tra i bar aperti a qualsiasi ora e nell'odore fortissimo di erba che invade l'aria, che Amsterdam trova se stessa e diventa una capitale speciale.

La famosa strada a luci rosse affaccia proprio su uno di questi canali, non ha niente di squallido o degradato, è piuttosto turistica, con poche ragazze che fanno capolino in lingerie dalle tende di velluto rosso e uomini più o meno giovani che entrano ed escono dalle loro vetrine.

Come accennavo all'inizio, noi siamo stati ad Amsterdam durante la festa del Re per cui la città era in festa ed invasa da turisti già dai giorni precedenti. Consiglio a tutti di regalarsi questo viaggio proprio durante i giorni del Re. La festa del Re è la festa di tutti, adulti e bambini, in cui ognuno partecipa indossando un indumento di colore arancione e pitturando il proprio volto con i colori della bandiera olandese.

Gli olandesi prendono seriamente questo giorno, quelli che possiedono una barca o una imbarcazione di qualsiasi tipo, si attrezzano con casse potenti e musica ad altissimo volume, tanti amici quanti la barchetta riesce a contenerne e una quantità indefinibile di birra in lattina! (ne avevano cosi tante di birre a bordo, che spesso dalle barche ne lanciavano una a noi che ammiravamo la festa dalle strada).

Il vero spettacolo, ancora una volta, si svolge tutto lì: sulle acque dei canali. Musica, colori, birra, giovani, concerti in ogni piazza, artisti di strada e mercatini dell'usato improvvisati dai signori del posto. NB: i pullman e i tram quel giorno non circolano nel centro città per cui vi fermeranno ad un paio di km dal centro, c'è tantissima gente, fate attenzione alle borse, ci sono bagni pubblici sparsi per la città, ma sono super affollati. Il mio consiglio è quello di recarvi in centro subito dopo pranzo, poiché intorno alle 20 finisce tutto!

Se decidete di visitare Amsterdam durante la festa del Re, quindi in primavera, non perdetevi lo spettacolo unico al mondo della fioritura dei tulipani (potete comprare bulbi e regalarli ai vostri amici in ogni parte della città a pochi euro). A tal proposito mi sento di dare dei consigli utili per visitare i campi di tulipani. Nelle guide vi parleranno del parco di Keukenoff in cui potrete ammirare milioni di tulipani di ogni tonalità di colore esistente nel pianeta. Si, va bene, bellissimo, suggestivo, colorato. Ma artificiale ed invaso da turisti che scattano compulsivamente foto ad ogni metro del parco. Oltre alla circostanza non trascurabile che l'ingresso al parco costa 20€ a persona (a cui vanno aggiunti altri 15€ di trasporto per arrivare a Keukenoff che dista circa 1 oretta dal centro con i mezzi). Premesso ciò, quello che vi consiglio è di recarvi a Keukenoff, ma anziché mischiarvi agli altri milioni di turisti pazzi, fittate una bici e perdetevi nei campi di tulipani circostanti al parco. I sentieri sono battuti e incontrerete altri turisti che hanno fatto la stessa scelta. Noi purtroppo avevamo poco tempo quel giorno, dovevamo rientrare ad Amsterdam per la festa del Re perciò siamo stati costretti a visitare il parco

  • 1769 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social