Amsterdam, cosa vedere e come organizzare il viaggio

Consigli utili, mezzi di trasporto e una panoramica di cosa offre la città dei canali e dei diamanti

  • di scodazzi
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro

Grazie a qualche contatto nella città ho scoperto questi luoghi particolari e molto frequentati, soprattutto dagli abitanti di Amsterdam stessi. Alcuni si trovano nella zona Noord di Amsterdam e sono raggiungibili tramite i traghetti gratuiti: viaggiano anche di notte e potrete consultare la timetable nella zona di imbarco.

Amsterdam Roest (www.amsterdamroest.nl) E’ un locale ricavato da un vecchio stabilimento industriale, location suggestiva nella zona est di Amsterdam. Ci potete arrivare con il bus 22 dalla Central Station, fermata Amsterdam Wittenburgergracht, percorrendo l’ultimo tratto a piedi. Se non avete un navigatore chiedete indicazioni ai passanti. Al Roest potete bere, mangiare, godervi la spiaggetta e ballare, lo spazio non manca e l’atmosfera è davvero piacevole!

Pllek (www.pllek.nl) Molto simile al precedente, anche il Pllek si trova in una vecchia zona industriale a nord della città. Per raggiungerlo è necessario prendere il traghetto gratuito che si trova dietro la stazione, con destinazione NDSM Werfveer (attenzione perchè ce ne sono diversi e con destinazioni diverse).Quando arriverete in questa zona vi sembrerà di essere catapultati in un film, l’atmosfera è pazzesca, capannoni industriali abbandonati tutt’intorno e container trasformati in appartamenti e locali! Bellissimo! Il Pllek si trova a 10 minuti a piedi dal punto di attracco del traghetto: anche qui potete trascorrere piacevolmente la serata bevendo, mangiando e ballando e spesso sono organizzati festival. Noorderlicht (www.noorderlichtcafe.nl) Poco distante dal Pllek c’è un altro locale particolare, sembra una grande serra trasparente e vanta un vasto spazio all’aperto. Accompagnamento musicale durante la serata, troverete l’agenda sul sito. Tutti questi locali offrono intrattenimento fino a tarda serata ma se ancora non ne avete abbastanza, sul sito www.djguide.nl/events.p/festivals troverete un’agenda fitta di appuntamenti per tutti i gusti: non c’è dubbio, Amsterdam è una città di festaioli e non perdono occasione per divertirsi. Infine non potete perdervi due specialità tipiche di Amsterdam: le aringhe e il gin. Potete gustare uno spettacolare panino con aringhe fresche, cipolla e cetrioli, alla bancarella “Stubbe’s Haring” che si trova sul ponte Haarlemmersluis Brug, nella zona del Jordaan, oppure alla bancarella “Frens Haringhandel”, vicino al mercato galleggiante dei fiori Bloemenmarkt.

E per concludere in bellezza entrate nel mondo del gin, altra piacevole scoperta della mia permanenza ad Amsterdam. Il gin, jenever in olandese, è una bevanda tradizionale della città e vi sono ancora distillerie antiche, proeflokaal, che vi offrono assaggi prima di procedere con l’acquisto. Uno di questi, molto frequentato dagli abitanti di Amsterdam e dai turisti, è il Wijnand Fockink, nell’Oude Zijde. Entrare in questo locale è come fare un salto nel passato, prendetevi del tempo per farci un salto perchè merita davvero, il gin è di una qualità eccezionale e la tradizione prevede un rituale simpatico per bere dal bicchierino!

Infine alcune informazioni pratiche per organizzare un viaggio ad Amsterdam nel weekend. Da Milano ci sono voli EasyJet molto comodi, da Linate, che partono venerdì sera: prenotando con un certo anticipo troverete delle buone tariffe lowcost

  • 41322 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social