Amsterdam per bravi ragazzi

Un sano e sobrio viaggio di maturità nella città olandese con la mia migliore amica

  • di Fearless
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

"Andate ad Amsterdam? Attenti a non fumare troppo!", questa era la tipica reazione della gente a cui io e la mia migliore amica dicevamo che avremmo visitato la capitale olandese per il nostro viaggio di maturità. Fatto sta che non abbiamo scelto Amsterdam per la droga, ma perché ci sembrava una meta d'atmosfera e allo stesso tempo rilassante e sicura.

Bisogna premettere che l'organizzazione di questo viaggio è stata sofferta e faticosa. Inizialmente dovevamo essere in tre, ma una nostra compagna di viaggio si è ritirata all'ultimo minuto per motivi di salute e ha costretto me e la mia amica Giulia a pagare €320 a testa per l'appartamento invece che €210. A parte questo seccante imprevisto, il viaggio è andato meglio di quanto ci aspettassimo!

9 AGOSTO

Siamo arrivati a notte fonda all'aeroporto di Milano-Malpensa, da dove abbiamo preso il volo easyJet per Amsterdam. Il volo è durato circa un'ora e mezza ed è stato portato a termine prima del previsto. Abbiamo preso i biglietti per il treno che va dall'aeroporto alla stazione centrale di Amsterdam (€4,50) e per le 9:30 eravamo già nel cuore della città!

L'Olanda ci ha accolto con un sole splendente e una temperatura primaverile di 23°C. La prima cosa che abbiamo fatto appena usciti dalla stazione è stata acquistare la I amsterdam City Card nel punto vendita davanti all'edificio principale. Per €85 questa card ci avrebbe permesso di visitare qualunque museo convenzionato per le 96 ore successive. La City Card esiste anche nelle versioni da 24, 48 e 72 ore e permette, fra le altre cose, di usufruire gratuitamente della rete di trasporto pubblico urbana e di ottenere speciali sconti in locali e ristoranti selezionati.

Subito abbiamo imboccato una delle vie principali che si diramano dalla stazione (Nieuwezijds Voorburgwal) e abbiamo iniziato a girovagare per la città, visto che il nostro appartamento non sarebbe stato pronto prima delle 14.

Dopo uno spuntino in un piccolo locale in una via secondaria, abbiamo deciso di visitare il nostro primo museo: il Joods Historisch Museum, museo di storia ebraica, ricavato da un complesso di sinagoghe, che con una ricca collezione ricostruisce la storia degli ebrei in Olanda attraverso i secoli.

Percorrendo la strada verso il nostro appartamento, su un grazioso canale costellato di alberi abbiamo trovato il Bijbels Museum, il museo della Bibbia. Alla domanda del proprietario, sorpreso di vedere due diciannovenni, "perché avete deciso di visitare questo museo?", la nostra risposta è stata "perché oggi è domenica ed è il giorno del Signore". In verità dovevamo tirare in qualche modo fino alle 14, ma almeno l'abbiamo fatto contento. Il museo della Bibbia è abbastanza confuso e dispersivo: al piano terreno si visita una tipica casa olandese di qualche secolo fa con giardino annesso, mentre ai piani superiori, oltre alla collezione di libri sacri, c'è anche una sorta di mostra egizia con tanto di mummia.

Arrivate finalmente le ore 14, abbiamo percorso delle stradine fino ad arrivare al nostro alloggio, i Jordaan Apartments, ubicati nella tranquilla parte nord-occidentale del centro di Amsterdam. Il nostro appartamento, di circa 40 metri quadri, era tipicamente olandese con le scale ripide e l'enorme finestra a parete nella sala. Ci siamo trovati benissimo e ci sentiamo in dovere di consigliare vivamente questa struttura.

Il tempo di sistemarci, e siamo tornati in esplorazione per le strade di Amsterdam. Durante la nostra passeggiata nella via pedonale Nieuwendijk abbiamo trovato un negozio specializzato in formaggi locali di qualunque tipo. Dopo un paio di assaggini, abbiamo deciso che quella sera la cena si sarebbe fatta in casa: formaggio olandese classico, al tartufo e al curry

  • 7551 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social