Dai colori del Keukenhof all'eccentricità di Amsterdam

Un mare di colori e di profumi il tutto condito dall'atmosfera rilassata di un parco curatissimo, rallegrato da fontane e giochi d'acqua: questo è il Keukenhof park. Poi la frenesia, l'eccentricità e il divertimento della capitale dove tutto è concesso: ...

  • di alvinktm
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Immaginatevi un tuffo in un mare di colori e di profumi tra tulipani, narcisi, giacinti, crochi, orchidee, il tutto condito dall'atmosfera rilassata di un parco curatissimo, rallegrato da fontane e giochi d'acqua: questo è il Keukenhof park. Piacevolmente arricchito da una moltitudine di angolini dove potersi distendere al sole ed ampi spazi dedicati ad una pausa gustosa, il giardino botanico rappresenta il trionfo della primavere sul rigido e ventoso inverno olandese. A pochi chilometri dalla capitale Amsterdam il Keukenhof, nella graziosa cittadina di Lisse, è facilmente raggiungibile grazie a un efficiente servizio di trasporti pubblici che ogni 10-15 minuti ne garantisce il collegamento direttamente dall'aeroporto internazionale di Schipool e dal centro città.

In circa 30-40 minuti di viaggio con l'autobus potrete godere di quelle meravigliose opere d'arte che la natura, aiutata dal paziente lavoro dell'uomo, ogni anno regala in questo splendido parco. Nel Keukenhof, tre padiglioni coperti e riscaldati (il Beatrix, il Willem-Alexander e l'Oranje Nassau) vi stupiranno con le loro esposizioni interne dove le coltivazioni di tulipani dalle mille sfumature si alternano ai fiori tropicali di rara bellezza.

Un labirinto di siepi sempreverdi, il giardino giapponese, un lungo canale sul quale scivolare silenziosi a bordo di una barca elettrica e l'imponente mulino in legno con le sue tre lunghe pale sospinte dalla forza onnipresente del vento, completano questo eden per gli occhi, la mente ed il cuore.

Consiglio. Acquistate il biglietto combinato (ingresso parco+trasporto a/r) in una delle tante biglietterie autorizzate di Amsterdam o di Schipool Airport, oppure su internet al sito www.keukenhof.nl .E' la soluzione migliore e più conveniente per visitare il parco.

Consiglio. Il Keukenhof ogni anno apre per circa due mesi in primavera. Noi l'abbiamo visitato ad inizio aprile abbinando un indimenticabile tre giorni ad Amsterdam, certamente la capitale più multietnica e liberale d'Europa. Sfortunatamente buona parte delle aiuole esterne non avevano ancora raggiunto la massima fioritura che invece si può ammirare più avanti. Se potete quindi, pianificate la vostra gita verso la fine di aprile quando il mosaico di colori della fioritura, sotto gli alberi di latifoglie ed intorno ai tanti specchi d'acqua, sarà completato.

Dopo una giornata trascorsa tra le tinte pastello del Keukenhof, in serata approdiamo finalmente nella capitale olandese e quando sentite nominare Amsterdam a cosa pensate? Sicuramente ai tulipani, al dedalo di canali che le hanno valso il nome di Venezia del nord, alle biciclette che qui sono il mezzo più diffuso, ai mulini a vento, al quartiere a luci rosse e ai coffeeshop dov'è possibile fumare liberamente cannabis e hascisc. Tutto qui? Certo che no, perché la capitale olandese è nota anche per i suoi musei, le numerose chiese, pittori famosi del calibro di Rembrandt e Van Gogh, parchi enormi come il Vondelpark, le auto elettriche, la birra Heineken apprezzata in quasi tutti i Paesi del mondo e i gustosi formaggi di cui è il maggiore paese esportatore in Europa. Di Amsterdam vi innamorerete subito della sua atmosfera liberale; qui tutto è concesso e il divertimento e la trasgressione sono d'obbligo.

Consiglio. Il modo migliore per visitare Amsterdam è senza dubbio la bicicletta; le piste ciclabili si estendono per chilometri e chilometri e gli olandesi non sembrano temere neppure le condizioni meteo più avverse. Buona parte degli hotel offrono un servizio di noleggio ma se il vostro non è fra questi non vi preoccupate, ci sono negozi dedicati alle due ruote sparsi per tutta la città. Se invece come noi non avete alcuna fretta ed al trasporto pubblico, se pur efficiente e capillare, preferite l'aria aperta, allora dovete camminare. In questo modo potrete addentrarvi facilmente anche nelle vie più nascoste e lontane dal centro. Ogni tanto girate la testa all'insù per ammirare i numerosi campanili dai grandi orologi rotondi che sbucano qua e là sopra le case dalle pareti inclinate che sembrano cascare da un momento all'altro nei canali

  • 8444 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social