Amsterdam e dintorni

Un viaggio all'insegna della libertà di esplorare la città, di godersi gli angoli più nascosti, i momenti più particolari e le curiosità che offre ogni minuto a chi vuole scoprirla a cuore aperto

  • di superele1982
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 
Annunci Google

Primo giorno

Atterriamo a Schiphol all’ora di pranzo, con un’ora di ritardo sulla tabella di marcia per un problema di Alitalia, in ogni caso non ci facciamo abbattere e lasciamo l’aeroporto fiduciosi di riuscire ad iniziare la visita della città come programmato.

All’aeroporto ritiriamo le nostre I Amsterdam Card prenotate e prepagate dall’Italia, e acquistiamo – sempre nell’ufficio turistico della città nell’Arrival Hall 2 di Schiphol, anche il biglietto di sola andata per la Centraal Station. Il binario non è quello che l’incaricata del tourist office ci ha indicato, in ogni caso riusciamo a prendere lo stesso il treno giusto e partiamo. In 20 minuti arriviamo alla stazione centrale e da qui prendiamo un taxi che in 10 minuti ci porta all’albergo (Eden Hotel, in Amstel 144 – ottima posizione, camera decorosa, bagno minuscolo, ottima e abbondante la colazione!).

Il tempo di posare i bagagli in camera e di darci una rinfrescata, che già siamo fuori, sulla Amstel, la via in cui si trova il nostro hotel, e che prende il nome dal canale Amstel, tra i maggiori che attraversano la città. Appena fuori dall’albergo, iniziamo a scattare foto e ad ammirare la bellezza di ciò che abbiamo davanti: la vita sul canale scorre tranquilla come le sue acque, e i palazzi che fanno da contorno alla scena sono veramente molto affascinanti!

Affamati, cerchiamo subito qualcosa da mangiare, e capitiamo in un simpatico ristorante grill argentino (Amsterdam ne è zeppa), dove mangiamo il tipico – ad Amsterdam! – burro all’aglio da spalmare sul pane francese caldo insieme a delle gustose costine (spare ribs) appena marinate nelle spezie, accompagnate da patatine e insalata.

Soddisfatti, proseguiamo il nostro cammino cercando di rispettare almeno quanto programmato da casa (per il primo giorno abbiamo messo in conto una passeggiata breve, tenendo conto del viaggio). In pochi minuti raggiungiamo il mercato dei fiori: colori, profumi, tanti turisti, ma merita sicuramente una visita. Nella stessa via, molti negozi di souvenir, che vendono davvero di tutto. Proseguiamo dopo qualche fotografia, e raggiungiamo in poco dopo la Spui, una lunga via che ci porta al Begijnhof, un piccolo quartiere chiuso in sé stesso (in tutti i sensi, dalla Spui vi si accede semplicemente aprendo una porta che sembra quella di una normale abitazione!) in cui vivono attualmente donne non sposate che si dedicano alla religione e ad attività benefiche senza però aver preso i voti. Le case, linde, con splendidi giardinetti curati dalle “Beghine” di oggi, fanno da contorno ad un cortile squadrato che ospita tra l’altro una cappella e alcune statue di stampo religioso. E’ un’oasi di tranquillità e di pace, di colori, di aria fresca che si estrania del tutto al caos di una capitale europea. I turisti, rispettosi dell’ambiente piuttosto ascetico, parlano a bassa voce e scattano le loro foto in silenzio, ammirando questo spazio così sorprendentemente diverso da ciò che ti aspetti in una capitale come Amsterdam.

Riprendiamo il nostro cammino e arriviamo poco dopo in piazza Dam, il cuore della città: con il palazzo reale, la Nieuwe Kerk, il grande palazzo che ospita il museo delle cere di Madame Tussaud e il monumento nazionale ai caduti della seconda guerra mondiale, è un grande spazio piuttosto rumoroso ma che comunque non delude. Mimi, carrozze per giri turistici, giovani artisti di bolle di sapone, questa piazza rappresenta le tante facce della città e delle sue mille sfaccettature

Annunci Google
  • 19478 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social