Tra profumi di limoni e di storia antica

Sulle strade della Costiera Amalfitana, tra natura e profumi, e poi un viaggio nel passato tra le vie di Pompei

  • di lauretta1611
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Venerdì 29.09.2017

Partiamo di mattina presto per raggiungere la costiera amalfitana. E’ un lungo viaggio in auto da nord a sud, 930 km, che ci permette di vedere scorrere l'Italia attraverso le sue molteplici caratteristiche. Lasciata la Lombardia e l'Emilia, attraversiamo la Toscana, terra di borghi antichi e di strade sterrate disseminate di cipressi che raggiungono dolci colline.

E così anche l'Umbria e la prima parte del Lazio. Il viaggio in autostrada in Italia non è mai noioso malgrado le lunghe distanze. Stiamo per raggiungere il sud, terra di sole, di profumo di mare.

A Vietri sul Mare usciamo dall’autostrada. Da qui inizia uno dei percorsi più spettacolari d’Italia, fatto di scorci panoramici stupendi, vertiginosi precipizi a picco sul mare, strade strettissime e curve a gomito.

Arriviamo a Maiori che sarà la nostra base d’appoggio per cinque giorni.

930 KM

Sabato 30 .09.17

Saliamo su un battello diretti a Positano. Da subito il paese si mostra in tutta la sua bellezza; le sue case color pesca, rosa e terracotta sbiadite dal sole che si aggrappano alla roccia la rendono da subito un'immagine da cartolina. Percorriamo le sue ripide viuzze piene di turisti e di negozietti di prodotti tipici e souvenir oltre che ristoranti, caffè e boutique. Raggiungiamo le alture di Positano da cui si ammirano scorci mozzafiato. Il ritorno lo facciamo attraverso una lunga scalinata in discesa che porta alla spiaggia di Fornillo. Durante il tragitto scorgiamo punti particolari per ammirare il panorama, sconosciuti ai più dei turisti che restano comunque sui percorsi tradizionali e più affollati.

Raggiungiamo la spiaggia di Fornillo già presa d’assalto dagli abitanti di Positano e dai turisti; da qui, attraverso altre scalinate questa volta in salita, raggiungiamo Positano. Un gelato rinfrescante e poi via alla volta di Amalfi.

Il battello è sicuramente il mezzo migliore per vedere questi villaggi nella loro veste migliore.

Arriviamo ad Amalfi e raggiungiamo piazza del Duomo affollata di turisti seduti nei bar e nei ristoranti locali.

Il colpo d'occhio va subito alla scalinata che conduce alla cattedrale di Sant’Andrea.

Per accedervi dobbiamo attraversare il chiostro del Paradiso, l'antico cimitero dei nobili di Amalfi. Qui ammiriamo gli inconfondibili archi intrecciati sostenuti da esili colonnine che ci riporta con il pensiero alle culture medio orientali. Nell'interno del chiostro sono presenti giardini verdi che catturano la luce che filtra dall'alto.

La parte sul lato nord fornisce poi una bellissima inquadratura del campanile della cattedrale con la torre campanaria ornata di maioliche policrome in stile Moresco.

Proseguiamo la visita verso la basilica e la cripta considerata il cuore di Amalfi in quanto conserva le reliquie del corpo di Sant'Andrea.

Passeggiamo poi per le viuzze di Amalfi fino a fermarci in un caffè della piazza per gustare un ottimo dolce tipico: la delizia al limone, una cupoletta di finissimo pan di Spagna con un cuore di crema al limone.

Rientriamo a Maiori

7,38 km

Domenica 01.10.17

Noleggiamo uno scooter per visitare la costiera amalfitana. Oggi il traffico è intenso e trovare parcheggio potrebbe rilevarsi molto difficile. Il motorino in effetti, dopo il battello è il modo migliore per visitare questi luoghi. Prima fermata nell'incantevole Ravello. Già la strada che da Minori sale verso Ravello è molto spettacolare. La strada tutte curve in salita attraversa la Valle del Dragone che presenta terrazze coltivate ad ulivi e limoni

  • 1684 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social